Codice etico

Chi pratica Basket a Opera è uno SPARTANO.

Quest’idea che negli ultimi anni è diventata il grido di battaglia di tutte le nostre squadre, senior e giovanili, nasce dalla consapevolezza che nei valori di unione e forza che animavano l’esercito spartano (forse uno degli eserciti più forti della storia) si ritrovano molte delle nostre regole di organizzazione e gestione di atleti e squadre.

Infatti, anche LE REGOLE ed i PRINCIPI che caratterizzano la nostra attività, e che ciascun allenatore, atleta, dirigente, deve conoscere e condividere, possiamo trovare nel nostro grido di battaglia.

S cuola…

     Prima lo studio (dovere) poi il gioco(piacere). Gli insuccessi scolastici non sono giustificabili con il troppo basket, ma con la tua negligenza. La scuola e il basket non sono in contraddizione, anzi…

P allacanestro…

noi amiamo questo sport, scegliamo di praticarlo, solo noi sappiamo quali soddisfazioni puo’ dare un pallone che entra nella retina avversaria.

A  limentazione…

noi sappiamo che essere atleti, significa fare sacrifici, anche nell’alimentazione, che diventa una parte fondamentale della nostra preparazione.

R ispetto…

delle regole! Dei compagni! Degli avversari! Del pubblico! Degli arbitri!

T radizione…

noi sappiamo che prima di noi ci sono stati pionieri di questa società e tanti ragazzi che hanno indossato con merito e onore la stessa maglia che oggi indossiamo noi.

A micizia…

Rispetto per gli altri, educazione, sono i principi in che non dobbiamo mai dimenticare, perché saranno alla base del nostro successo.

N on abbatterti mai!

è il nostro motto! Non basta impegnarsi, bisogna saper reagire di fronte alle difficoltà, sempre!

I mpegno…

Tutto quello che facciamo, lo dobbiamo sempre fare con grande volontà, entusiasmo, fiducia.