Promozione CDO: Amara trasferta a Broni.

Affrontiamo la lunga trasferta a Broni da primi in classifica, con la speranza di confermare la positiva prova esibita nel turno precedente sul parquet di Magenta. Conosciamo il valore dei nostri avversari e per questo coach Gagliano chiede ai nostri giocatori la massima concentrazione, affinché non si verifichino quei cali di tensione che colpiscono la nostra compagine. L’inizio della gara è la dimostrazione che il messaggio dell’allenatore è stato recepito e per tutto il primo periodo i ragazzi sono in partita e reagiscono bene al 5-0 del primo minuto, rimontano e si portano avanti fino alla prima sirena, realizzando anche due canestri dalla linea dei tre punti, in risposta ad altrettante bombe avversarie. Si subisce però la forza del loro n.1 Zandalasini, che si dimostra abile anche nel procurarsi falli che ci costano punti preziosi. Il secondo quarto è dei ragazzi di Broni che dimostrano abilità nei tiri dalla distanza e anche ne abusano sbagliando e recuperano lo svantaggio dei primi dieci minuti. Ad ogni modo gli Spartani sono presenti e non si fanno intimorire dalla grinta e anche dal pressing portato dai bianchi. All’intervallo lungo le due squadre arrivano in parità di punti.

Nel terzo periodo incomincia a subentrare un po’ d’insicurezza nei nostri ragazzi, si perdono diversi palloni per passaggi sbagliati e sotto il canestro avversario manca il coraggio di segnare. Gli avversari, tutti più maturi per età ed esperienza, ne approfittano e nella nostra area subiscono falli che portano a tiri dalla lunetta molto precisi. Finiamo il quarto sotto di sei punti. L’ultimo atto della partita è combattuto ed anche ricco di errori dovuti alla voglia di accorciare il divario nel punteggio che ci porta a sbagliare canestri come non si dovrebbe. Intanto il loro n.1 imperversa nei tiri liberi e la fortuna accompagna la palla verso il nostro canestro con realizzazione quasi impossibili. I nostri non demordono e non demeritano, ma alla fine l’esperienza ed il mestiere dei giocatori dell’Euro basket fa sentire il suo peso. I dieci punti di distacco finale sembrano forse un po’ troppo, ma sono il risultato di molti errori sia in difesa che in attacco. Sicuramente sarà una gara che ci insegnerà ad essere più concreti e anche concentrati per il futuro.

Voltiamo pagina, testa e muscoli alla prossima gara interna al Pala-Dante domenica 25 ore 18.00 contro Landriano.

Sempre FORZA SPARTANI!

EUROBASKET BRONI 74  -  EL BRELLIN CITTA’ di OPERA 64

(19-23//17-13//14-8//24-20)

Serbolisca 4, Gardiola, Giargiari 3, Cazzaniga D. 11, Prigent 2, Chitti 2, Di Fiore 2, Zucca 6, Cavagnera 22, Guerrieri 12.

 

Under 14 Fip: Vittoria di misura vs HYC giallo, e sono 4!

Vittoria all’ultimo minuto di gioco per i ragazzi dell’Under 14 di Opera che incontrano un avversario ostico alla 4° giornata del torneo di qualificazione, la formazione dell’HERE YOU CAN – GIALLO. Il match si dimostra combattuto sin dalla palla a due di inizio gara con le due squadre che si fronteggiano punto a punto. Il match ci vede, come in altre occasioni, regalare agli avversari centimetri sotto canestro tanto che i nostri “lunghi” si caricano subito di falli. I nostri ragazzi, pur in una giornata che vede numerosi errori e sbavature, tengono fino alla fine quando gli avversari arrivano passano da un -6 ad un +3. Due triple ci portano avanti di una lunghezza a 15 secondi dalla fine e palla in mano. Con la squadra avversaria tutta nella nostra metà campo per cercare un disperato recupero troviamo con una lunga rimessa il canestro del +3 che chiude la partita sul 52-49 per gli Spartani.

Opera rimane imbattuta dopo 4 giornate e si gode il momentaneo primato in classifica in vista della trasferta a Stradella di domenica prossima e degli ultimi due decisivi e durissimi match contro Landriano, l’altra capolista, e Milano 3.

 

C GOLD: PRIMI DUE PUNTI DELLA STAGIONE

La scalata alla nostra deficitaria classifica, cominciata già domenica scorsa nell’incontro contro Gallarate poi sospeso a 3 minuti dal termine del terzo quarto con i biancoverdi avanti di 12, passa dal match contro Busto Arsizio, sceso ad Opera con un paio di assenze, ma non per questo meno pericoloso. Gli Spartani devono confermare quanto di buono avevano messo sul parquet domenica scorsa, sia sotto l’aspetto mentale che tecnico e l’inizio del match è in discesa per i nostri ragazzi che mostrano un’ottima difesa ed in avanti sviluppano buoni giochi che portano ad attaccare la 2/3 e gli 1/1 in modo netto e produttivo, con Digianvitorio, Iurato e Spirolazzi. Dopo 10 minuti di gioco siamo a +11. Conferma il buon momento, Spirolazzi nel secondo periodo, nel quale spesso attacchiamo con qualche forzatura di troppo. Ma anche dopo qualche azione poco fortunata, nel quale non scuotiamo la retina, abbiamo sempre voglia di lottare in difesa , quando gli avversari corrono in transizione. Con un discreto Pastori, che ha ben giocato i primi 20 minuti, troviamo altri punti che ci portano a + 15 al rientro negli spogliatoi.

Il terzo quarto è caratterizzato dalle difese che hanno la meglio sugli attacchi. Gli Spartani difendono veramente bene lasciando i bustesi a zero nei primi 6 minuti. Ma anche noi perdiamo di lucidità in zona offensiva,preludio a quanto accadrà agli inizi dell’ultimo quarto. Siamo sopra di 20 e provando il tutto per tutto, i biancoblu avversari alzano l’intensità difensiva e le loro transizioni portano ad un break di 6 a 0. Coach Celè chiama un primo time out per riordinare le idee, ma Busto è in gas e ci crede, mentre i nostri sembrano non averne più, soprattutto nella nostra area, dove i vari Azzimonti, Pariani ed Arui, trovano regolarmente la via del canestro. Ma anche in avanti , i biancoverdi smettono di far girare la palla, cosicché i nostri giochi ne risentono in modo negativo. A 5 minuti dal termine perdiamo ¾ del nostro vantaggio e siamo solo a +7. Dopo l’ennesimo minuto di sospensione, ci riorganizziamo in difesa ed in attacco , con Busto che ormai ha dato tutto ed è in riserva. Negli ultimi minuti ritroviamo un po’ di energie fisiche e nervose che ci permettono di trovare qualche buon canestro e stare fuori portata. Si porta a casa il “ benedetto “ referto rosa che ci darà morale per gli scontri successivi contro formazioni alla nostra portata, a cominciare da domenica prossima ad Erba.

OBC 59  -  Busto Arsizio 49     (21/10 17/13 9/4 12/22)

Vitelli ne, De Francesco 4, Cazzaniga L., Fontana 2, Cazzaniga D, Digianvittorio 14, Iurato 13, Rao, Vercesi 3, Spirolazzi 15, Chiesa, Pastori 8

Under 13 Fip: Un passo in avanti grazie alla difesa.

Sul campo di Corsico la nostra under 13 in maglia gialla, inizia l’incontro con determinazione ma, trovandosi di fronte un avversario ben strutturato, fatica a trovare fluidamente la via del canestro. Dopo i primi minuto di gioco i fraseggi cominciamo a dare i loro frutti riuscendo a chiudere il primo tempo sul punteggio di 34 a 22 per Opera.

La svolta arriva nel terzo periodo di gioco dove, i ragazzi in giallo, grazie alle direttive di coach Gagliano aumentano il pressing difensivo sulla metà campo riuscendo a rubare palloni e velocizzando le azioni di attacco. Lo schema vincente viene ripetuto anche nell’ ultimo quarto fermando il tabellone sul 71 a 37 per gli ospiti. Corsico si è dimostrata una buona squadra con idee di gruppo e ottime giocate personali. Questa volta però la forza di Opera è stata senz’altro determinata da un atteggiamento difensivo davvero positivo.

Forza Spartani!

 

Promozione CdO: Vittoria di carattere a Magenta.

Grande vittoria e bella prova di carattere dei nostri ragazzi di fronte alla (ex) capolista solitaria del girone di promozione. La gara non comincia bene, infatti i Magentini partono forte e in un amen, sono avanti di 8 punti; sembrano intimoriti i ragazzi di Opera, ma al primo uomo vs uomo rubano palla e in contropiede realizzano il canestro che dà morale oltre i primi due punti. I ragazzi di coach Bagatti sono fisici ma se pressati perdono palla, si scoprono e subiscono la nostra velocità: dalla metà del primo quarto gli Spartani recuperano lo svantaggio e finiscono il periodo avanti di 4 punti. A referto solo 3 Magentini vanno a canestro, mentre sono ben 6 i blu di Opera a realizzare punti. Il secondo atto del primo tempo è molto combattuto e se lo aggiudicano i padroni di casa che hanno come punta di diamante il n.° 12 (miglior realizzatore della serata), forte anche fisicamente e a volte ne approfitta, però i nostri giocatori non si intimoriscono e tengono botta egregiamente. I consigli di coach Gagliano sono ascoltati e messi sul parquet danno buoni frutti.

Il terzo periodo non delude le aspettative né dei tifosi presenti di entrambe le fazioni, è sempre una gara combattuta e aperta ad ogni soluzione, lo perdiamo ancora di un solo punto, il che dimostra che non si subisce né la veemenza degli avversari e nemmeno il fattore campo. Gli ultimi dieci minuti sono ricchi di capovolgimenti continui ma i nostri ragazzi mettono in mostra un gioco più corale e veloce e anche nei tiri liberi sono più tranquilli e precisi, e consentono ai giocatori di Città di Opera di vincere e il quarto e la partita, raggiungendo in testa alla classifica il team di Magenta.

Una bella e meritata vittoria al termina di una gara anche dura con diversi contatti fisici, che ha dimostrato altri miglioramenti della nostra giovane compagine. Adesso un’altra impegnativa partita nella sempre ostica Broni, però da primi della classe (anche se in coabitazione.)

FORZA SPARTANI !

Pall.Magenta 61 vs El Brellin Città di Opera 68  (19-23/13-12/15-14/14-19)

Città di Opera: Serbolisca 4, Gardiola 4, Di Giovanni n.e., Giargiari 10, Cazzaniga D. 14, Chitti 4, Di Fiore, Zucca 10, Cavagnera 18, Ferrari n.e, Guerrieri 4.

 

UNDER 18 FIP: Sconfitta di misura.

Si sapeva sin dalla vigilia che non era una trasferta facile. Gli Spartani ci hanno messo però anche del loro a non riuscire ad ingranare ad inizio gara , concedendo molto ai già forti avversari milanesi. I nostri ragazzi hanno trovato molte difficoltà ad arrivare a canestro e contro avversari molto aggressivi, sono sembrati in difficoltà. Il primo parziale molto basso nel punteggio ci penalizza e siamo sotto di 6 (12-6). Buona la reazione di Opera nel secondo quarto dove riusciva ad accorciare le distanze giocando con forte intensità e determinazione , facendo vedere una buona pallacanestro e realizzando canestri di pregevole fattura.

Al rientro dagli spogliatoi si giocava sempre con forte intensità ed Ebro riusciva ancora a prendere un buon margine arrivando avanti anche di + 9. Nonostante il gap nel punteggio Opera non si perdeva d’animo e riusciva ancora caparbiamente e con carattere a rientrare in partita ed effettuare il sorpasso nei minuti finali. Negli ultimi istanti di gara Ebro è sembrato leggermente più lucido e grazie alla realizzazione di canestri importanti e non facili , riusciva ad imporsi alla sirena con un più due.

Risultato finale: Ebro Basket 64 – Città di Opera 62.

Tabellino: Mariani E.17, Di Giovanni W. 13, Baroncini P. , Ferrari L. 4, Chitti T. 22 , Allotta M., Oldani F. 2, Gardiola G. 4, Michelari F. , Serbolisca D. , Broglia M., Villa M. .

Il prossimo incontro di campionato vedrà gli UNDER 18 impegnati tra le mura amiche del Nenni mercoledì 14 novembre 2018 alle ore 19,20 Vs. Vismara Milano.

 

 

CDO Promozione: Vittoria sofferta tra le mura amiche.

Quinta gara di un campionato che si dimostra sempre più avvincente e impegnativo. I nostri Spartani affrontano i ragazzi di Rho alla ricerca di risultato e conferme ai miglioramenti continui mostrati nelle ultime uscite: giochiamo contro una squadra più matura per età ed esperienze ma la volontà di fare bene si palesa fin dalle battute iniziali del match. Il primo quarto alla fine risulta equilibrato nel punteggio, i nostri sempre avanti, ma si rilassano un poco verso il termine del periodo, permettendo un buon recupero a Rho, che chiude sotto di un punto. I nostri millennial si muovono bene sul parquet del palaNenni guidati dal Capitano e dimostrano di maturare gara dopo gara, seguendo i consigli del coach. Lo svolgimento del secondo periodo é altalenante e per qualche secondo vede gli ospiti avanti nel punteggio, subito ripresi da Opera che mandano a canestro quasi tutti i componenti la rosa. All’intervallo i padroni di casa, sono avanti di 5 punti, arrivati con belle azioni corali e veloci contropiedi; i nostri avversari indugiano troppo nei tentativi di tiro da fuori e si fanno trovare spesso scoperti dalle celeri ripartenze nate dall’aver rubato il tempo su diversi passaggi.

Il terzo quarto é combattuto come i primi due e non concede pause ai ragazzi, nessuna delle due squadre prevale nettamente sull’altra e il pathos agonistico ne guadagna. Brillano fra tutti i ragazzi più giovani, per niente intimoriti dall’ esperienza e dal mestiere degli avversari più scafati. Alla fine del mini terzo tempo gli Operesi sono ancora avanti di 8 punti e in buon controllo degli eventi. L’ultimo atto incomincia con i giocatori di Rho che spingono sull’acceleratore e riescono ad annullare lo svantaggio e anche andare in vantaggio di un paio di possessi. La reazione dei nostri è decisa e porta al recupero dei punti di svantaggio e arrivare a giocarsi il tutto per tutto nei tempi supplementari. L’extra time non ha storia, diversi giocatori della Jolly Sport si sono innervositi e complice la stanchezza, in tre raggiungono i 5 falli, compresi due tecnici comminati al coach e a un giocatore, mentre i giovani Spartani hanno mantenuto la calma e realizzando 8 tiri liberi consecutivi hanno portato a casa due punti molto importanti, sudati e meritati.

Adesso testa alla prossima gara, dura e impegnativa contro Magenta, capolista imbattuta.

Forza Spartani!!

El Brellin Città di Opera – Jolly sport Rho 76 – 63 (14-13/20-16/17-14/10-18/dts 15-2)

Serbolisca 9, Gardiola 3, Giargiari 5, Michelari, Cazzaniga D. 18, Prigent 2, Di Fiore n.e., Zucca 10, Cavagnera 14, Mariani2, Guerrieri 13.

 

Under14 M: meritata vittoria a Casarile.

La squadra di coach Pedrinelli riesce ad avere la meglio contro il Casarile su un campo che aveva visto in altre occasioni soccombere i giallo-blu. Le due squadre hanno dato vita ad una bella e combattuta gara punto a punto, dove nei primi tre quarti nessuna delle due è riuscita a dare la svolta decisiva per il risultato finale. I primi dieci minuti vanno ai ragazzi di Casarile, che chiudono in vantaggio di un solo punto (15-14), ma gli Spartani, anche se in difesa soffrono il gioco della squadra di casa, sono in partita. La maggiore attenzione difensiva richiesta dal coach dà i suoi frutti ed il secondo quarto si chiude con il parziale di un solo punto di vantaggio per gli ospiti (12-13). Si va all’intervallo lungo in perfetta parità (27- 27).

All’uscita dagli spogliatoi il tema della partita non cambia. I ragazzi di Casarile trovano molte difficoltà nell’arrivare a canestro e sono costretti a cercare soluzioni difficili per finalizzare le azioni d’attacco costruite. I ragazzi di Opera invece riescono a recuperare molti rimbalzi, sia difensivi che offensivi, e a concludere con una certa facilità. Il terzo tempo si chiude con gli Spartani in vantaggio (37-38). Lo strappo finale lo dà la squadra di Opera negli ultimi minuti di gara. A tre minuti dal fischio finale gli Spartani sono in svantaggio di due punti, ma la grinta ritrovata ed una grande lucidità difensiva non permettono ai locali di avvicinarsi al canestro. Con ripartenze veloci ed ottime scelte di tiro, dapprima si giunge al pareggio e successivamente si va a chiudere la partita con due tiri liberi andati a segno ed un tiro da due dopo un rimbalzo offensivo. 12 a 15 è il parziale di quarto che consente ai giallo-blu di portare a casa la vittoria finale con il punteggio di 49 a 53.

SPARTANI…AUH!

 

C GOLD: GLI SPARTANI SPAVENTANO GAZZADA

Test impegnativo per i Biancoverdi che scendono sul parquet del difficile campo di Gazzada, in un match che concluderà il tour de force contro i top club del girone. Senza Pastori e con il play Di Gianvittorio febbricitante, il match si presenta del tutto squilibrato verso i varesini. Non avendo niente da perdere e con l’intento di confermare sul campo quanto di buono è stato fatto nelle partite precedenti, gli Spartani giocano i primi 6 minuti del primo quarto alla pari con i gialloblu, con Iurato e Vercesi in evidenza. Le qualità di Bolzonella e Santambrogio alla lunga saltano fuori, portando i padroni di casa avanti di 5 dopo i primi 10 minuti. Nel secondo quarto i nostri ragazzi si ricompattano e grazie ad una difesa più intensa, chiudono il pitturato dove solo Somaschini T. crea situazioni pericolose dalla linea dei tre punti. In avanti si rivedono i nostri giochi sviluppati in modo lineare che armano le mani di Iurato, Spirolazzi e De Francesco, portando scompiglio nelle fila dei varesini. Si chiude il quarto in perfetta parità, ma ancora sotto di 5. Con rotazioni corte, il riposo lungo è il benvenuto per recuperare forze. I ragazzi di coach Celè provano a rientrare in partita, mettendo sul campo qualsiasi energia nel terzo quarto. Siamo molto intensi su entrambi i lati del rettangolo di gioco e Spirolazzi insieme a Fontana danno una prima scossa. Dall’altra parte è sempre il duo Bolzonella e Santambrogio a portare fieno in cascina avversaria. Verso la fine del tempo, due bombe di Iurato e Spirolazzi spezzano l’equilibrio, portando i biancoverdi sotto di un possesso. Nell’ultima parte di gioco paghiamo lo sforzo sviluppato nel quarto precedente, perdendo di intensità mentale. I varesini alzano il livello difensivo che ci porta a perdere diversi palloni, mettendo in condizione Matteucci, sino a quel momento non pervenuto, di iniziare a scuotere la nostra retina. Arriviamo a toccare – 16, ma ancora Iurato e Spirolazzi riportano i biancoverdi a galla. Poi una tripla di Matteucci da posizione impossibile e quella di Somaschini T, chiudono il match. Niente da rimproverare ai nostri ragazzi che per 30 minuti hanno tenuto in scacco il forte team di Gazzada che grazie ai suoi tre top player, stasera anche con Somaschini T in doppia cifra, hanno confermato i gialloblu in testa al girone. Si riparte giovedì 1/11 alle ore 18,00 a Cislago dove deve iniziare il nostro campionato incontrando vecchie conoscenze.

Gazzada 79  -  OBC 70        (21/17 16/16 16/18 26/20)

Vitelli 2, De Francesco 5, Cazzaniga L., Fontana 4, Cazzaniga D, Di Gianvittorio 1, Iurato 19, Rao, Vercesi 6, Spirolazzi 27, Chiesa 6