Under 13 Uisp: Vittoria sofferta a Rozzano.

Inizia bene l’anno vincendo sul campo di una mai doma Rozzano.

Partita che inizia a fari spenti con azioni molto distratte e infatti ci vorranno circa cinque minuti per il primo canestro e questo rappresenta l’andatura di tutti i due primi quarti. Fine primo tempo si conclude sul 11-10 per i padroni di casa che a prescindere dai pochi punti hanno sicuramente messo in campo più vivacità e voglia.

Nel secondo tempo i ragazzi di coach Colombo provano a reagire  con un break di Pagliuca e Fioletti,  che poi si rivelerà decisivo per l’esito della partita.

La partita finisce con il risultato di 20-26; una partita difficile per entrambe le squadre. Di certo le prossime partite dovranno essere giocate con uno spirito diverso con maggior voglia e concentrazione.

Forza Spartani, la passione è tutto!

Under 13 Fip: Occasione persa contro Casteggio.

Inizio in sordina in questo 2017 per i nostri 2004 impegnati nel campionato Under 13 Fip. Match al cardiopalma fra Opera e Casteggio: punto a punto e ritmo indiavolato per tutti quattro i periodi di una bellissima sfida.

Parte bene Opera che, nonostante paghi il consueto debito di centimetri e chilogrammi, affronta gli avversari con la giusta velocità e ruba tanti palloni in difesa effettuando poi belle ripartenze lampo. Molto del lavoro fatto è stato però vanificato dalla sfortunata giornata dei nostri realizzatori che hanno fallito troppi canestri dalla breve distanza. Nonostante la superiorità dimostrata chiudiamo il primo tempo dunque son un solo punto di vantaggio (14-13 18-18).

Il secondo tempo è una lotta ininterrotta e di grande intensità. I nostri attaccano di più e fanno vedere proprio un bel gioco ma Casteggio regola la difesa e, oltre a prevalere sui rimbalzi, si concede anche qualche bella stoppata. Emozioni a flusso continuo e il punteggio oscilla per tutti i due periodi . La partita si risolve solo al primo passo falso dei nostri che pasticciano per la fretta negli ultimi due minuti e subiscono contemporaneamente due triple rocambolesche (16-20 13-14).

Brutto colpo per gli spartani che ce l’hanno messa tutta e hanno sofferto come non mai. Ma i ragazzi hanno poco da rimproverarsi: bella partita e grande cuore.

Forza Spartani, la passione è tutto!

Città di Opera – Virtus Casteggio 61-65

 

C GOLD: L’IMPRESA NON RIESCE

Partenza ad handicap per i biancoverdi ( privi di Daverio per influenza ), nella prima del girone di ritorno contro Gazzada. Prestazione incolore nel primo quarto, nel quale approcciamo in maniera poco reattiva, dando il via ad una serie di tiri incontestati di Passerini e Terzaghi che trafiggono la nostra retina. La nostra incapacità di organizzarci pur provando quintetti diversi, fa si che restiamo in balia dei varesini per tutto il primo quarto che scavano già un importante gap. – 16 e l’inizio della seconda frazione non cambia le cose, mostrando fatica ad attaccare il canestro, lasciando spesso doppie opportunità e soffrendo l’aggressività avversaria. Intanto Maffezzoli, in un contrasto con Vescovi, lascia il campo ed allora si sveglia Galati, che con una serie di incursioni suona la carica per gli Spartani. Velardo e Colombo seguono la nostra guardia e portano ossigeno al nostro punteggio. Il torpore che aveva caratterizzato il tempo precedente è svanito , mostrando una squadra briosa anche in difesa. Si rientra negli spogliatoi a – 9 e la rimonta è possibile. Perchè si rientra con lo stesso spirito e ricominciamo dove abbiamo lasciato. Prima Galati e poi Colombo e Gurioli, con una serie di bombe dall’arco creano nervosismo tra le fila avversarie, che ora faticano al ferro causa un’ottima difesa spartana che chiude tutte le maglie. Il gap è ricucito ad all’inizio dell’ultimo quarto il punteggio è impattato. Si decide tutto negli ultimi 10 minuti in cui Alberto Cappellari prende in mano la squadra. Il match è un botta e risposta fino all’ultimo, dove un canestro di Moraghi da posizione impossibile ( un piede sulla linea non visto dal grigio ) ed un recupero di Hamadi con canestro, spezzano la parità regalandoci l’amaro di un’altra sconfitta. Per l’ennesima volta un quarto non giocato, pregiudica il cammino della squadra. C’è stata un’ottima reazione, ma sui 40 minuti si pagano certi sforzi e con il livello di questo girone, è necessario non regalare niente.

OBC 69  -  Gazzada 73       (12/28 23/16 21/12 13/17)

Maffezzoli 2, Alb. Cappellari 11, Rao ne, Colombo 14, Roppo 2, Galati 17, Gurioli 7, Velardo 10, Vercesi 2, And. Cappellari 4, De Francesco

SERIE D: SI CADE MALAMENTE AD ABBIATEGRASSO

Per la prima di ritorno, gli Spartani sono di scena ad Abbiategrasso, per cercare di  dare una sferzata alla stagione, oggi  avara di risultati. Entrambi i team hanno il roster non al completo, ma questo non influirà ai fini del risultato, almeno per gli avversari, visto che con un ottimo primo tempo, guadagnano un importante gap di 27 punti, figlio di 20 minuti in cui i nostri ragazzi non difendono sugli esterni, subiscono la fisicità sotto le plance e soffrono l‘aggressività avversaria in tutte le zone del campo. Si rientra dagli spogliatoi mettendoci a zona che ci permette di essere più aggressivi sugli esterni e la mossa paga, con Abbiategrasso che ora fa fatica ad inquadrare la nostra retina. In avanti i nostri giochi diventano più fluidi lungo l’arco ed gli appoggi in post, con l’unico lungo a referto, vengono meglio sfruttati. Si arriva a recuperare quasi tutto il divario, toccando i – 6, ma una loro bomba ed una nostra disattenzione sotto il canestro, respingono la nostra carica, lasciandoci a – 10. Nell’ultimo quarto non riusciamo a sfruttare l’inerzia del quarto precedente, poichè i bianchi avversari riprendono in mano le redini del gioco e ricominciano  a martellare il nostro canestro con precisione chirurgica. La nostra verve è finita come pure il match. Niente da dire quando scendi in campo non concentrati e poco vogliosi di difendere. Subendo gli avversari per 30 minuti  ( 63 punti dei 79, effettuati da soli due giocatori ), non possiamo pretendere di poter portare a casa le partite.
Abbiategrasso 79   Città di Opera 52       (23/11  27/12  6/23  23/6)
Cazzaniga 13, Di Fiore T. 6, Giargiari,  De Francesco 10, Torresani, Biganzoli 9, Rossetti, Preli, Magnani 13, Rao 1, Di Fiore R.

Under 16 FIP: Città di Opera 66-Tigers 57

Prima gara della seconda fase Silver per i nostri Spartani che incontrano tra le mura amiche di Dante i Tigers di coach Buongiorno.

Gara in cui i nostri ragazzi partono bene mettendo in difficoltà i milanesi con veloci ripartenze, purtroppo però ci dimentichiamo di difendere ed i nostri avversari bucano con perfezione impeccabile la nostra retina. Come se non bastasse i bianchi di Milano hanno la mano calda e con due triple consecutive portano a casa il primo periodo 13-25

Secondo periodo in cui ricominciamo a macinare il nostro gioco offensivo, ma soprattutto difendiamo bene e limitiamo le loro possibilità di tiro che spesso si infrange sul ferro.. Purtroppo un arbitraggio un po’ severo manda in tribuna coach Pedrinelli e crea un po’ di scompiglio in campo, ma questo non deve fermare la nostra rincorsa, portiamo a casa il secondo periodo 16-13 ed andiamo al riposo lungo sul 29-38 riducendo di fatto il divario..

Terzo periodo in cui i ragazzi di Opera rientrano convinti delle loro capacità e prendono in mano la gara, con una difesa molto intensa portiamo Tigers a tiri forzati al limite dei 24 secondi che ci concedono la possibilità di contropiede veloci e di rientrare completamente in gara. Infatti chiudiamo il periodo con un parziale 11-4 che porta il totale a 40-42.

Ultima frazione a tinte operesi, dove la nostra difesa non concede più nulla e ci consente di mettere la testa avanti, dopo due minuti siamo 46-44… come nel secondo periodo però gli arbitri iniziano a vedere falli nella nostra difesa e già dopo 4 minuti siamo in bonus, mentre i milanesi non hanno ancora un fallo a loro carico. Gli Spartani non si fanno comunque intimorire da questa situazione e dopo un time out di coach Gagliano riprendono a tessere la loro trama offensiva. Dopo 6 minuti il conto falli recita 11-3 ed i nostri avversari realizzano i liberi con precisione, mentre noi ribattiamo colpo su colpo mantenendo sempre due punti di vantaggio, lo strappo arriva ad 1 minuto dalla fine quando anche Tiger arriva in bonus e non regge le nostre penetrazioni, a 45 secondi dalla fine siamo +5, gli avversari provano a reagire, ma la nostra difesa regge recuperando palla e portando il nostro play ai liberi per falli immediati al fine di fermare il cronometro. Non sbagliamo e portiamo a casa un risultato positivo grazie ad una buona seconda frazione di gara, il primo tempo è da dimenticare, ma quanto messo in campo nel proseguo ha dimostrato che questa squadra ha le carte per giocarsi una buona seconda fase..

Riprendiamo adesso dalla palestra e nel mettere in allenamento l’intensità vista nel secondo tempo, solo in questo modo potremo continuare a portare casa i risultati sperati…

Prossimo impegno Martedì 31.01 alle 19.30 a San Giuliano Milanese

SERIE D: SI CHIUDE IL GIRONE DI ANDATA CON UN’ALTRA SCONFITTA

L’anno nuovo non porta, al momento, nessuna novità sul fronte dei giovani della serie D. Altra sconfitta casalinga persa di poco contro un Tromello che approfitta dei nostri punti deboli e porta a casa due punti che erano aria salubre per i nostri colori. Purtroppo come capita spesso, partiamo sempre con l’handicap di rincorrere per tutto il match la squadra avversaria, lasciando un quarto agli altri e facendo poi fatica a recuperare. I pavesi schierano la zona per 40 minuti ed nel primo quarto fatichiamo a prendere le misure al Tromello in fase difensiva; ma anche in avanti abbiamo difficoltà ad attaccare con le nostre conclusioni che sono poco precise. – 9 e i due minuti di break ci schiariscono le idee , tanto che alla ripresa la squadra è più quadrata in difesa e ciò facilita il nostro gioco in avanti. I nostri attacchi sono più fluidi e ciò ci permette di recuperare e chiudere, dopo 20 minuti, a –5. La terza frazione è molto nervosa e purtroppo lasciamo sul campo un espulsione per doppio tecnico che forse ci penalizzerà per il proseguo dell’incontro. In questa situazione caliamo di intensità mentale che ci fa commettere anche diversi errori di movimento in zona difensiva;così lasciamo spesso tiri senza essere contrastati ai pavesi, facendo sfumare il nostro sforzo per recuperare. – 8 e purtroppo non succede più nulla nell’ultima parte, con il Tromello in pieno controllo che risponde colpo su colpo ai nostri attacchi. Lasciamo ancora due punti, in un match sicuramente non proibitivo per gli Spartani. Ma anche questa volta ci siamo fatti sorprendere al primo quarto e questo, nell’economia di una partita, contro team più attrezzati ed esperti, si paga. Dobbiamo ancora crescere mentalmente e scendere in campo con l’intensità giusta per tutti i 40 minuti.

Città di Opera 59 Tromello 68     (9/18 15/11 18/21 17/18)

Cazzaniga 3, Di Fiore 2, Giargiari 4, De Francesco 3, Biganzoli 16, Rossetti ne, Botta 9, Preli ne, Magnani 12, Scibilia ne, Rao 2, De Simone 8

Under 13 FIP: Si chiude l’anno in bellezza contro Landriano

Vittoria nella partita conclusiva del girone di qualificazione Under 13: bel match dei nostri piccoli Spartani contro i ragazzi del Landriano. Opera è riuscita a indirizzare subito la partita con il primo quarto terminato 21-11 e decisivo per la vittoria finale insieme al secondo che si è concluso 13-2. Il distacco cumulato nel primo tempo si spiega con un atteggiamento aggressivo dei nostri ragazzi che hanno chiuso tutti gli spazi agli avversari e recuperato palla lontano dal proprio canestro e ripartendo in contropiede con grande efficacia. Buona la reazione del Landriano al rientro della pausa che massimizzando gli sforzi riesce a strappare un buon parziale di terzo periodo lasciando sul campo solo due punti (12 a 10). Un risultato non preoccupante che ma che segna un periodo di rilassamento dei nostri ragazzi che persevera anche nell’inizio del quarto successivo e che ci vede giocare a vuoto per gran parte del periodo. Ripresa del ritmo negli ultimi due minuti e vantaggio meritato con un parziale di 18 a 14.

Tenaci in difesa e organizzati in attacco, gli Spartani hanno espresso un buon gioco per tutta la partita facendoci divertire ed emozionare. Girone di qualificazione difficilissimo che si conclude positivamente e che di vede posizionati saldamente al centro classifica nonostante i mostri sacri affrontati in questi mesi.

Aspettiamo adesso di capire chi ci aspetta nel proseguo del nostro cammino sicuri di aver fatto bene fino ad adesso e certi di meritare di più.

Bravi Spartani e Buon Natale!

 

Under 13 FIP: A un passo dalla vittoria.

Sesta di campionato dura per i nostri ragazzi: nel tendone freddo e umido di Binasco, al limite della praticabilità, si è svolta una delle partite più difficili del campionato per gli Under 13. La squadra avversaria è di quelle vere, agile ed energica, determinata a fare il risultato e a sfruttare il turno casalingo. Il primo tempo è subito ad appannaggio dei padroni di casa che giocano con disinvoltura un basket di sostanza e di forza muscolare. I nostri ragazzi, che certamente non si distinguono per possanza fisica, non entrano in partita e i il primo quintetto subisce il gioco avversario senza opporre le giuste contromisure tecniche. Qualche errore di troppo in difesa e la poca lucidità in attacco contribuiscono a realizzare uno dei più brutti parziali del campionato: 14 a 6. La reazione arriva nel secondo periodo: la capacità realizzativa non migliora ma il gioco si vede e in difesa arginiamo la potenza dell’attacco avversario con marcature da manuale. Ritornano velocità, agilità e tecnica: le caratteristiche migliori della squadra. Una bella reazione che ci permette di chiudere il primo tempo in leggero vantaggio (24 a 26) . Dopo la pausa la stanchezza si fa sentire e, dopo un terzio periodo di sostanziale parità (14-13), il Binasco inclemente prende il largo con un buon quarto periodo positivo (16-10), finale 54 a 49 per Binasco.

Nel complesso partita ostica ma divertente con gli Spartani un po’ sottotono a causa di un po’ di stanchezza e di qualche infortunio ancora non del tutto risolto.

Forza ragazzi, la passione è per sempre!

 

SERIE D: REFERTO GIALLO A VOGHERA

Nella serata nebbiosa a Voghera, gli Spartani contro Phoenix, portano a casa l’ennesimo risultato negativo che ci fa chiudere l’anno con sole tre partite vinte. Che fosse una trasferta difficile lo conferma il primo quarto dove gli esterni pavesi ci mettono subito in grave difficoltà con due bombe ed una serie di piazzati senza essere contrastati. Partiamo subito in salita e con 10 punti da riprendere, ma il momento di sbandamento che abbiamo avuto nella prima frazione è soltanto un ricordo,poichè i ragazzi sfoggiano, nei secondi 10 minuti, un ottimo basket, pur con i grigi non sempre lucidi nelle decisioni. Si è tornato a giocare di squadra, con buona esecuzione dei giochi sia nell’attacco individuale che contro la zona. I biancoverdi sono a – 3 al rientro negli spogliatoi. Buone le sensazioni, ma ancora una volta, al rientro sul campo, paghiamo con l’inesperienza la gestione di certe fasi del match, in cui, staccando la spina, ognuno va per conto proprio. Il risultato è che queste scollature, non aiutate dalle buone percentuali ed ancora da fischi del tutto inappropriati, portano ad incrementare il vantaggio pavese. Va meglio nell’ultimo quarto, dove si rivedono certe situazioni che avevano caratterizzato la nostra seconda frazione di gioco. Ancora troppo poco, comunque, per giocare al livello con certe squadre. Si ritornerà in campo a Gennaio, contro Tromello, con l’ultima di andata, sperando che i prossimi giorni di feste possano portare quella tranquillità mentale che serve ai nostri ragazzi.

Phoenix Voghera – 73 Città di Opera 58      (20/10 14/21 21/13 18/14)

Cazzaniga, Troisi, Di Fiore, Giargiari 1, De Francesco 8, Biganzoli 22, Rossetti ne, Botta 9, Preli, Magnani 10, Rao 4, De Simone 4

 

C GOLD: IL PRIMO DERBY VA A BASIGLIO

Giornata di derby per gli Spartani che, pronti via, sorprendono subito gli ospiti con l’incontenibile duo Velardo ed Andrea Cappellari. Roppo subito infortunato, ma si toccano i +15 nel primo quarto, frutto di ottime interpretazioni dei giochi. Prima della fine della frazione, Mi 3 riesce ad alleggerire il gap. Nei secondi 10 minuti i basigliesi riprendono fiducia grazie alla bombe di Iacono, M. Colombo ed Arioli coadiuvati dal sempre pericoloso Giocondo. I loro esterni ci fanno male e non riusciamo più ad eseguire i nostri giochi, facendoci prendere la mano da assalti frenetici che portano scarsi risultati. A metà tempo siamo solo sopra di 2. La ripresa è nel segno biancoverde con Colombo e Vercesi che conducono la squadra a + 8, ma ancora una volta M. Colombo ed Arioli dalla linea dei tre ricuciono lo strappo con gli spartani che spesso rifiutano il contrasto. Perfetta parità all’inizio dell’ultimo quarto dove ancora Velardo ed Andrea Cappellari danno prova di orgoglio e creano un buon gap di 5 punti a 2 minuti dalla fine. Le ultime nostre giocate non hanno sufficiente impatto sul risultato e cosi l’ottimo Giocondo riesce ad impattare il risultato nel giro di 30 secondi. Usciamo dal time out con palla in mano, ma un ferrea difesa basigliese recupera e Tandoi solo in contropiede porta a + 2 il team biancorosso. Maffezzoli si fa tutto il campo , ma viene stoppato nel momento dell’appoggio e sul contropiede Giocondo, ad una manciata di secondi, mette al sicuro il risultato. Ancora una volta sono gli ultimi minuti che non riusciamo a gestire e sono ancora parecchi i black out, durante il match , a cui i biancoverdi sono sottoposti. Certo giocare il derby senza le due guardie titolari ( Roppo e Galati ) è come regalare una sorta di vantaggio agli avversari, ma la squadra ha fatto quadrato ed ha combattuto fino all’ultimo. Usciamo ancora con l’amaro in bocca, consci del fatto che con la squadra al completo, forse per l’ennesima volta, avremmo portato a casa i due punti.

OBC 70 – MI3 76     (23/12 10/19 21/23 16/22)

 Maffezzoli 7, Alb. Cappellari 3, Rao ne, Colombo 6, Roppo, Gurioli 7, Velardo 19, Vercesi 12, And. Cappellari 14, De Francesco ne, Daverio 2, Botta