Under 13 Fip Gold: Sconfitti a Pavia, ma prestazione positiva.

Partita infrasettimanale per la nostra U13 sul campo di Pavia contro Here You Can. I nostri in maglia blu entrano in campo ben consci del valore degli avversari. Essendo la gara di ritorno entrambe le squadre chiudono le marcature memori della gara di andata vinta dalla squadra pavese. I locali partono subito forte, l’intesa fra i giocatori è forte e i movimenti con e senza palla sono sempre efficaci. Opera contrattacca ma qualche lacuna difensiva di troppo fa finire il primo periodo sul 19 a 13. Si riparte con i nuovi quintetti. Here You Can si dimostra sempre efficace ma sul +10 per gli avversari i nostri reagiscono, fanno della difesa il loro punto di forza e recupero dopo recupero arrivano alla sirena del primo tempo sul 30 a 28, sotto di solo due punti. Here You Can però torna in campo più agguerrita che mai, non facendo prendere ritmo agli ospiti. Opera pasticcia un po’ sull’attacco scontrandosi con una difesa determinata e subito pronta al contrattacco. Questo fa si che il terzo periodo si chiuda sul 52 a 36. Ma Opera non ci sta e nel quarto periodo riprende a giocare, crea spazi e si prende degli ottimi tiri. Aumenta la grinta in difesa e ruba palloni preziosi riducendo lo svantaggio. Però qualche pallone di troppo gira sul ferro senza entrare e il tempo finisce. Il tabellone chiude sul punteggio di 61 a 52 per i Pavesi ma il parziale è di 16 a 9 per città di Opera. Una piccola ma importante soddisfazione per aver combattuto fino alla fine contro una squadra di grande valore.

Forza Spartani.

Under 18 Silver ancora imbattuta

Continua a resistere lo zero alla voce sconfitte per i ragazzi dell’Under 18 Silver. In trasferta a Pavia contro Accademia non partiamo di certo a mille e anzi fatichiamo non poco nel primo quarto, che riusciamo a raddrizzare in extremis (12-11). Altra musica alla ripresa del gioco. Cominciamo ad alzare i ritmi mettendo in seria difficoltà i bianchi di Pavia e senza raggiungere livelli di precisione altissimi, prendiamo un vantaggio importante andando all’intervallo lungo sul 35-19 (23-8). Dopo il riposo le cose non cambiano e ,con un altro buonissimo parziale, prendiamo il largo grazie ad una buona difesa e a veloci ripartenze oltre che a percentuali al tiro più che discrete (24-13).

L’ultima frazione è di puro controllo per gli Spartani di coach Pozzi, che allungano la striscia positiva e confermano la testa nel girone.

Risultato finale 76-46 (17-14).

 

PROMOZIONE CDO: Pesante sconfitta con la capolista.

Quinta battuta d’arresto per Città di Opera che rallenta la bella corsa in questo campionato. Avversaria la sportiva Boffalorese capolista indiscussa del girone, che ci affronta come se dovesse recuperare punti e posizioni per i prossimi play-off; partono bene gli Spartani con due bei canestri che fruttano 5 punti prontamente recuperati coi canestri di un ottimo De Franco (assente all’andata) che si erge a protagonista assoluto del primo quarto della gara, coadiuvato da D’Agostino (alla fine della partita 49 i punti complessivi dei due ticinesi). Per diversi minuti teniamo botta ai nostri avversari, ma al termine del quarto siamo quasi raddoppiati nel punteggio, nonostante la buona serata di capitan Zucca nel tiro dalla distanza. Il secondo periodo non si differenzia dal precedente, sempre il n° 55 rosso a condurre la danza realizzando e mandando a canestro i compagni. Difendendo meglio di quanto fatto nel primo atto, i cittadini di Opera contengono il passivo parziale, ma è sempre pesante il distacco (ben 16 punti). Alla ripresa, dopo l’intervallo, arriva la defezione per un lieve malessere del nostro n°44 Matteo Guerrieri che penalizza ancor più la panchina di coach Gagliano, rimasto con 9 giocatori. Prende allora sottobraccio la squadra cap. Zucca, preciso anche nei tiri dalla lunetta, e aiutato da un volenteroso Cazzaniga gli Spartani vincono il quarto con due canestri di differenza. Purtroppo per Opera continua la scarsa vena di Cavagnera, anche questa sera alquanto impreciso e controllato molto bene dai difensori di casa: mancano molto i suoi canestri in contropiede! L’ultimo periodo conferma la volontà si Boffalora di non voler concedere nulla a Città di Opera, e rimarcare il primato del girone. I nostri realizzano dei bei canestri anche da lontano e questa sera sono anche molto più precisi nel realizzare i tiri liberi (12 su 15). Il risultato finale 68 a 52, non ammette discussione: i nostri giocano senza la “GARRA” messa in campo nei precedenti incontri, di certo affrontare il finale della stagione con questo atteggiamento un po’ troppo superficiale, non porterà nulla di positivo.

Sicuramente cercheranno di riguadagnare i due punti persi con la prossima gara casalinga, giovedì 21 marzo ore 21.30 Palestra Largo Nenni a Opera.

Arrivederci e FORZA SPARTANI! Sempre.

Tabellini C.d.O: De Martino 4, Serbolisca 1, Gardiola 2, Giargiari 2, Cazzaniga 9, Prigent 9, Di Fiore 2, Zucca 16, Cavagnera 6, Guerrieri.

 

C GOLD-poule salvezza: Schiantati dai “Bufali”

La seconda giornata del poule salvezza, ci porta a giocare contro i “ bufali “ di Cernusco, in un match ostico, ma che vincendolo potrebbe garantire per i nostri colori un’importante boccata d’ossigeno per la nostra classifica. Ma tranne il primo quarto, dove è avanti la squadra che sbaglia meno, per i venti minuti centrali, i biancoverdi girano a vuoto non riuscendo a produrre qualcosa di concreto, mettendo sul campo una prestazione incolore. Risultiamo troppo arrendevoli e troppo presto, con i padroni di casa che, guidati dall’onnipresente Beretta, riescono sempre a tenere in mano il match con continui e proficui attacchi e chiudere tutti i varchi in difesa. Spartani da rivedere e troppo brutti per essere noi. Certo che non ci ha aiutato la mancanza di peso sotto le plance come l’assenza di Vercesi o il minutaggio ridotto di Cattaneo ancora alle prese con un problema alla caviglia, ma ciò non deve essere una scusa. Oggi è venuta a mancare la personalità in alcuni giocatori e in un girone dove si combatte con il coltello fra i denti, per la conquista di due punti, ciò non è ammissibile. Ci aspetta una battaglia per il prossimo match casalingo contro Cremona, domenica 24/3 alla 18,00. Vincere sarà d’obbligo per non perdere contatto con la parte alta della classifica.

Cernusco 72 – OBC 54    (10/13 21/14 21/10 20/17)

De Francesco 2, Cazzaniga L. 4, Fontana 2, Cattaneo 1, Cazzaniga D. 2, Werlich 13, Nicoletti 4, Iurato 9, Rao, Spirolazzi 8, Chiesa, Pastori 9

Under 18 Fip: Doppio rosa

Doppio impegno per i nostri ragazzi dell’Under 18 che allunga la striscia di imbattibilità. Cominciamo con la trasferta a Milano3 contro Cestistica Assago. Partita in cui prendiamo da subito il controllo delle operazioni e costruiamo buone azioni che ci fanno da subito prendere il largo nel risultato nella prima e nella seconda frazione (19-7) (13-9). Il match continua su questa falsariga, a parte una fase in cui andiamo un po’ in difficoltà nel terzo quarto, che perdiamo 15 a 10. Riprendiamo il filo del discorso nell’ultimo periodo e portiamo a casa il parziale e l’incontro (14-13).

Risultato finale 56-44.

Il secondo incontro casalingo ci vede affrontare Nuova Olimpia Basket Voghera. Fin dall’inizio non riusciamo ad entrare mentalmente nella partita con un atteggiamento quasi svogliato. Questo non ci permette di finalizzare molte azioni con errori anche banali da sotto, ma soprattutto ci penalizza nella fase difensiva dove non opponiamo la giusta cattiveria. C’è da dire che il risultato non è stato mai in pericolo ma, malgrado i continui richiami di coach Pozzi, gli Spartani, nei primi due quarti, non riuscivano a distanziare i pavesi. Dopo l’intervallo lungo le cose miglioravano un po’, e questo bastava per creare lo strappo che pian piano ci faceva portare a casa un risultato largo.

Finale 81-54 (20-16; 19-15; 21-11; 21-12)

 

C GOLD Poule salvezza: Gli Spartani non sbagliano

Per il primo turno del girone poule salvezza, gli Spartani sono impegnati, sul campo casalingo, contro Pallacanestro Milano, squadra con un roster importante e che può mettere sul parquet esperienza e fisicità. Incontro per nulla semplice per i nostri colori che sono chiamati ad un match impegnativo, non riuscendo a presentare la squadra al completo. Con Vercesi ancora ai box ( forse lo rivedremo per fine marzo ) ed il rientrante Cattaneo fermo da 3 settimane, la partenza sprint dei biancoverdi mette subito alle corde gli ospiti. Werlich è in gran spolvero, ed insieme a Pastori mettono il timbro sul primo quarto che si chiude con 4 possessi di vantaggio. La nostra difesa si esalta nei secondi 10 minuti, riuscendo ad imbrigliare la manovra dei milanesi. Spirolazzi fa la voce grossa nel pitturato offensivo e porta il gap a + 17 all’intervallo lungo. Al rientro, i biancoverdi non riescono a dare continuità a quanto di veramente buono si era visto nei primi 20 minuti di gioco, complice la difesa aggressiva degli ospiti che ci mette seriamente in difficoltà, chiudendo le linee di passaggio per i nostri attaccanti. La fluidità del nostro gioco ne risente e questo si ripercuote anche nella nostra area, dove le nostre maglie difensive si allargano, permettendo a Pall. Mi di limare il gap ed accorciare a – 8. I giochi sono riaperti ed ora coach Celè ha un impegno gravoso che è quello di riportare serenità negli Spartani, troppo allo sbando “mentale“ in questa frazione di gioco. L’inizio degli ultimi 10 minuti non è ancora dei migliori per i nostri colori, con i milanesi che temibilmente si rifanno sotto. Ci pensa Werlich che con una serie di piazzati mette in ginocchio definitivamente gli ospiti. Poi Spirolazzi, Pastori ed Iurato mettono i sigilli al match. Seconda partita di questo girone Sabato 16/03/19 a Cernusco su Naviglio, contro la capofila della classifica provvisoria.

OBC 68 – Pall. Mi 55         (28/16 16/11 6/15 18/13)

De Francesco ne, Cazzaniga L., Fontana ne, Cattaneo, Cazzaniga D. ne, Werlich 21, Nicoletti 2, Iurato 4, Spirolazzi 16, Chiesa 6, Pastori 19, Guerrieri ne

SQUADRA P PG V P P.S. P.Sub. D.P.
Libertas Cernusco 20 11 10 1 827 769 58
Basket Team Mortara 16 9 8 1 707 599 108
Pallacanestro Lissone 16 10 8 2 760 627 133
Pallacanestro Milano 12 11 6 5 809 744 65
Opera Basket Club 10 9 5 4 618 618 0
Sesa BK Sustinente 8 11 4 7 719 788 -69
Team ABC Gorla Cantù 6 9 3 8 642 590 52
Casa Gioventù Erba 6 9 3 6 592 642 -50
Cistellum Cislago 6 9 3 6 614 660 -46
Sansebasket Cremona 6 11 3 8 654 785 -131
Bluorobica Bergamo 4 11 2 9 630 660 -30

 

 

Promozione CDO: Derby al cardiopalma con vittoria incredibile.

Grande derby, combattuto e incerto fino alla fine dei tempi regolamentari, deciso con uno straordinario tiro dalla distanza di Tommaso Di Fiore proprio sulla sirena dell’extra time. E’ tempo di derby, con Città di Opera già sicura di disputare i play-off e Landriano in cerca dei punti determinanti al raggiungimento degli stessi; forse questi i motivi opposti che imperano per gran parte della partita. I nostri competitori molto carichi e aggressivi, i nostri più rilassati e forse, meno concentrati: primo quarto combattuto ma con pochi canestri e molti errori, imprecisi i nostri ragazzi che soffrono la determinazione avversaria a difendere. Sugli scudi tre giocatori di Landriano, mentre i nostri si mantengono in gara con i tiri liberi. Secondo parziale sulla falsariga del precedente, con una fuga iniziale di Landriano e una lunga serie di canestri sbagliati da parte nostra: verso la fine del tempo finalmente rivediamo la grinta degli Spartani e si recupera così un punteggio che cominciava a pesare negativamente, si va al riposo lungo sul punteggio di 33 a 27 per i padroni di casa. Impressiona l’imprecisione del nostro realizzatore Cavagnera, a referto alla fine del primo tempo solo 3 punti. L’intervallo non porta grandi migliorie tra le nostre fila, continuiamo a difendere benino senza tanti falli ma in avanti si sbaglia in quantità industriale; invece i rappresentanti di Landriano sono ancora più carichi e questa smania di vittoria li porta ad una fallosità eccessiva e che purtroppo noi non sfruttiamo al massimo. E’ una partita accesa e come all’andata, ricca anche di falli tecnici e antisportivi che scaldano oltremodo gli animi dei supporters che riempiono le tribune del PalaPasolini. Il punteggio del terzo parziale premia ancora gli atleti di Vivisport e non sembra che i ragazzi di Opera possano riuscire a contenerli e colmare lo svantaggio. L’ultimo quarto è emozionante e vede la rimonta della nostra squadra che ritrova compattezza, ma migliorando la qualità d’attacco recupera e surclassa nel punteggio i grigi di Landriano: si va ai supplementari sul 68 pari. Pathos ai massimi livelli sia in campo che sulle tribune, l’extra time é una prova per chi ha più nervi e testa libera. Per Vivisport é decisivo il n° 5 Riboni che realizza tre canestri (un libero) mentre per Opera sono decisivi i tiri liberi di Giargiari e le due bombe di Zucca e Di Fiore, atomica la sua proprio sulla sirena!

Finale 73 a 76 per Opera.

Gara al cardiopalma, tiratissima con molti falli e troppa aggressività, anche se la posta in gioco era alta per Landriano, oltre il fattore rivalità tra le due squadre. Bravi i nostri ragazzi che portano a casa un risultato molto pesante per il morale, in una partita non giocata benissimo ma la voglia di non mollare mai è uscita anche oggi.

Prossimo impegno giovedì sera 21 marzo a Boffalora contro i primi in classifica, gara importante per confrontare le forze contro la prima in classifica ma senza il peso dei punti indispensabili.

Arrivederci e sempre FORZA SPARTANI!

Tabellini: De Martino, Serbolisca n.e, Gardiola n.e, Lombardi n.e, Giargiari 15, Cazzaniga 9, Prigent 4, Botta, Di Fiore 10, Zucca 11, Cavagnera 15, Guerrieri 12.

Under 13 Gold: Sotto di 10 per sentire la sveglia.

Partita domenicale per i nostri under 13 impegnati in trasferta contro Don Bosco Arese. La squadra di casa parte subito agguerrita, raddoppiano le marcature, stringono gli spazi e mettono pressione sui nostri che non risultano del tutto pronti nelle prime battute di gioco. Fatichiamo a mantenere palla, sbagliando appoggi e perdendo preziosi rimbalzi e alla fine del primo quarto si è sotto 11 a 17. Cambiano i quintetti ma Arese ha la meglio e riesce a portarsi anche a +10. Finalmente Opera si sveglia, gestisce il pallone e attacca il ferro recuperando velocemente il gap e facendo finire il primo tempo sotto di un solo punto 25-26. Nel secondo tempo il gioco aggressivo di Arese comincia però a portare a una stanchezza fisica della squadra di casa, Opera ne approfitta e con una serie di tagli e passaggi lunghi passa in vantaggio chiudendo 48 a 38 il terzo periodo. Anche nel quarto periodo il gioco più dinamico di Opera ha la meglio e nonostante l’ottima competitività degli avversari che non rinunciano a combattere fino all’ultimo secondo la partita si conclude 47 a 69 per i nostri.

Prossimo impegno martedì 19 marzo in trasferta contro Here You Can.