C GOLD: GAZZADA E’ SUPERIORE

Con un primo quarto giocato in modo scellerato dagli Spartani, Gazzada scava un gap troppo profondo per essere ripreso dei nostri ragazzi. Prendiamo subito un break di 6-0 e sul capovolgimento di fronte alcune nostre penetrazioni non vanno a buon fine. Gli ospiti fanno girare bene la palla e prendono dei buoni tiri, al contrario di noi. A metà quarto sono avanti già di 10 punti causa una difesa che balla troppo e poco intensa. Non bastano Tonella ed Hamadi ad attaccare il ferro, perché con precisione chirurgica, veniamo trafitti costantemente, chiudendo il quarto sotto di 14, prendendo 31 punti in 10 minuti. Nel secondo quarto, la frenesia di recuperare ci porta ad una serie di errori che si trasformano in veloci ripartenze avversarie; fortunatamente alziamo l’intensità in difesa e gli avversari si bloccano. E’ un buon momento per i nostri colori, dove costruiamo buone soluzioni offensive che Iurato trasforma in punti. Ricuciamo un po’ lo strappo, ma 10 punti da recuperare a Gazzada sono tanti, anche se abbiamo giocato per 15 minuti senza determinazione. Nel terzo quarto la partita diventa nervosa e non riusciamo più ad attaccare il ferro con una certa costanza. Dall’altra parte il vecchio Angiolini e Matteucci controllano il match con buone iniziative. Proviamo la pressione a tutto campo nell’ultima frazione, ma le iniziative dell’ultimo arrivato in casa biancoverde, Banin, non vengono accompagnate dal resto della squadra che troppo presto ha tirato i remi in barca, facendo così aumentare ancora più pesantemente il gap.

OBC 63  -  Gazzada 82       (17/31 21/17 14/18 11/16)

Botta, Velardo 6, Cazzaniga L. ne, Tonella 9, Banin 7, Moretti, Iurato 22, Rao, Vercesi 7, Bonechi, Hamadi 9, Galati 3

PROMOZIONE CdO: BRAVI SPARTANI

Partita dalle due facce quella disputata dai nostri ragazzi nel match casalingo contro Aurora. Ad un primo tempo equilibrato ma giocato male, senza ritmo e spesso in difficoltà, fa riscontro una discreta seconda parte giocata con più determinazione e più intensità. Bruttino il primo quarto, dove si attacca male il canestro e prendiamo tiri dall’arco senza mai essere contestati. Anche i secondi 10 minuti non sono giocati all’altezza; muoviamo poco la palla e ci adeguiamo al ritmo avversario. Aumentando il numero di giri creiamo un piccolo break, ma oggi la nostra difesa non sembra essere determinata come in altre occasioni e lasciamo spesso troppe facili conclusioni ai milanesi. Il primo tempo si chiude in perfetta parità con gli animi degli Spartani messi a dura prova dallo “ shampo “ di coach Gagliano negli spogliatoi. Alziamo il ritmo nel terzo quarto e ciò ci porta a sviluppare buoni giochi che si tramutano in punti. Ma Aurora non ha intenzione di mollare e risponde. Però la disposizione della nostra difesa è migliorata e dove lasciavamo tiri facili nel primo tempo, ora sono tutti ben contestati. Si chiude il quarto avanti di 4 punti che ci vengono subito recuperati all’inizio dell’ultima frazione. Il corso del match è un testa a testa, senza che nessuna delle due compagini voglia mollare. La partita si risolve a nostro favore negli ultimi minuti, dove un nostro piazzato dall’arco rompe gli equilibri. A 3 dal termine siamo sopra di 4 punti. Da qui in poi alziamo l’intensità in difesa che ci permette di recuperare buoni palloni e gestirli per portare importanti punti che allungano il gap. La spallata che abbiamo inflitto, porta gli avversari ad alzare bandiera bianca ed incassare due punti preziosi, visti anche i risultati delle altre squadre pretendenti.

CdO 75  -  Aurora 64             (15/13 16/18 19/15 25/18)

Torresani, Pennisi ne, Rao, Cazzaniga L. 18, Troisi 4, De Francesco 9, Cazzaniga D. 8, Prigent, Botta 19, Magnani, Di Fiore, Colombo 17

UNDER 13 F: SPARTANE SCONFITTE DA UNA FORTISSIMA AZZANESE

Le Spartane, scese in campo ancora con una formazione incompleta, cedono al PalaNenni contro i pari età dell’Azzanese basket ma lottando con grande personalità per almeno due quarti. Pronostico alla fine rispettato per le ragazze bergamasche, che non solo erano imbattute ma vantavano nelle nove gare sinora disputate (fase qualificazione e classificazione) una ragguardevole media di quasi 80 punti a partita.

La gara è sin dalle battute iniziali molto fisica ed intensa, partita in sostanziale equilibrio per i primi sei minuti, dove una difesa attenta riesce a contenere le loro incursioni offensive. Sul finire del periodo però, primo importante break degli ospiti (4-13) che costringe coach Pedrinelli a chiamare minuto. La squadra rientra dal time out con una maggior concentrazione, realizzando un bel canestro in sospensione ed un libero che fissa il primo quarto sul punteggio di 7-15 per gli ospiti. E’ nel secondo periodo che le Spartane danno il meglio di sé, mostrando grande “cattiveria” agonistica e “buttandosi” su tutti palloni, il tutto però con un notevole dispendio di energia. A tre minuti dalla fine del secondo quarto un canestro dall’angolo ci avvicina a -4 (17-21). Da due palle perse in attacco scaturiscono due contropiedi per il contro break di 0-5. Si va così al riposo sul 17-26.Nel terzo periodo Opera riesce a rimanere in partita per i primi tre minuti, rispondendo prontamente ai due canestri degli avversari (21-31), ma la differenza tecnica tra le due formazioni emerge in modo dirompente. Infatti una grande pressione difensiva, con talvolta raddoppi di marcatura sulla portatrice di palla, consentono all’Azzanese di costruire ripartenze efficaci e di prendersi spesso facili tiri con il quale viene costruito il pesante break di 0-11 che chiude il quarto sul punteggio di 21-42. La partita di fatto termina qui, con le Spartane che nell’ultimo periodo litigano continuamente con il canestro.

Resta il rammarico per un punteggio finale sin troppo severo, ma la consapevolezza (per stessa ammissione dell’allenatrice ospite) di ” esser stata la prima squadra a metterle in difficoltà”. Le Spartane approfitteranno del turno di riposo del campionato, per preparare al meglio in palestra la sfida con il GEAS del prossimo 19 febbraio (ore 19,30) al PalaDante.

Città di Opera  -  Azzanese  22-49      (7-15, 10-11, 4-16, 1-7)

 

U14 FIP: Si torna a vincere.

Seconda partita del campionato Silver U14 FIP in trasferta con il Milano3 Rosso. Dopo la prima uscita positiva ci si aspetta una bella prova dagli Spartani e una riconferma del buon rendimento complessivo. La partita inizia però sottotono: l’avversario sembra soffrire e i nostri ragazzi stentano nel gioco. Molti sono gli errori da ambedue i fronti, tante le palle perse e poca la velocità. Il periodo si chiude con uno scarno 6 a 10 che denuncia la staticità delle due squadre. Si accelera un po’ nel secondo quarto ma la palla gira poco e i nostri si ostinano ad andare al ferro alla prima occasione. Si chiude il primo tempo con il parziale di 16-25.

Nel secondo tempo, grazie ai correttivi impostati dl coach, il gioco riprende forma, i passaggi si moltiplicano e la partita prende un ritmo interessante. Il Milano3 non oppone una forte resistenza e i ragazzi si involano grazie soprattutto ad una difesa impenetrabile. Pochi i canestri complessivamente ma il parziale è positivo (2-9). Ultimo quarto è di ordinaria gestione e la partita scivola indisturbata verso il secondo risultato utile del nostro campionato. Risultato finale 26 a 48

Partita non bella e con poche emozioni, ma con la nostra squadra in corsa e sempre più orientata alla concretezza. I prossimi match si preannunciano tosti, ma siamo certi di far bene: Forza Ragazzi, la passione è tutto.

Marazzi, Savoca 4, Brunello 3, Beretta 12, Guida, Bonati 2, Nicolello 2, Fioletti 8, Ferrari 3, D’ Amico 14

 

PROMO CdO : VINCENTI A MILANO

Nella nebbiosa serata domenicale, i gialloblu scendono sul campo del PalaIdea contro l’Osber e dopo lo stop in terra pavese di settimana scorsa, viene chiesto di riprendere il percorso verso i playoff. Ma una partenza soft dei nostri ragazzi, ci vede costretti a rincorrere il risultato per i primi minuti. Una volta entrati in partita, il divario tecnico tra le due compagini comincia a delinearsi. Anche la seconda frazione comincia nel migliore dei modi, nella quale, attaccando bene la difesa avversaria, il divario prende una piega favorevole per i nostri colori. Purtroppo caliamo d’intensità negli ultimi istanti del tempo ed un paio di tiri dall’arco dei milanesi, riducono il vantaggio a soli 8 punti .Negli spogliatoi coach Gagliano chiede di alzare il ritmo e di tenere alta l’intensità mentale. La risposta dei ragazzi non si fa attendere. Allungando la pressione a tutto campo, da recuperi troviamo buoni palloni nelle nostre mani ed una difesa all’altezza, chiude la strada agli attacchi avversari. Per i primi 5 minuti l’Osber fatica ha trovare la via del canestro con i nostri che provano a dare una spallata importante al match. A fine quarto siamo a + 15. La situazione si ribalta nel corso dell’ultima frazione. I milanesi provano il tutto per tutto e per buona parte del tempo non riusciamo ad essere lucidi, in avanti, sulla pressione avversaria. Così cominciamo a vedere poco il ferro con l’Osber che racimola punto su punto, anche in virtù di una nostra difesa  troppo statica. A 150 secondi dal termine gli avversari ci hanno recuperato 2/3 del vantaggio che avevamo con fatica costruito. Usciamo dal time out con l’assoluta esigenza di stringere le maglie nel nostro pitturato e dare più impatto in zona offensiva. I gialloblu rispondono presente e con buone iniziative in avanti ed una ritrovata verve in zona difensiva, riportano il divario a + 9 a 90 secondi dalla fine. Ormai Osber ha dato tutto e non trova più energia per ribadire, con gli Spartani che portano a casa due punti preziosi dopo la battaglia nervosa dell’ultimo quarto.

OSBER 53   -  CdO 66       (11/18  16/17  9/16  17/15)

Torresani, Pennisi, Rao 19, Cazzaniga L. 9, De Francesco 7, Cazzaniga D. 11, Prigent 3, Botta 3, Magnani 4, Di Fiore, Ricciardi 2, Colombo 8

C Gold: BELLA PROVA (nonostante tutto..)

La trasferta di Cermenate non porta bene agli Spartani, capaci di giocare un primo tempo sopra le righe contro i più fisici comaschi. Parte bene Opera che riesce a mettere alle corde i padroni di casa con ripartenze che armano le mani dei nostri esterni, precisi a ribadire in retina tiri ben costruiti. Tonella, De Francesco, Vercesi ed il rientrante Moretti danno sufficiente spinta per mettere a referto punti per chiudere il primo quarto sopra di 4. Nella seconda frazione i grigi si mettono in mostra con una serie di fischi poco “ ortodossi “ nei confronti degli nostri ragazzi. Già c’era stata questa avvisaglia nel primo quarto con tre falli fischiati a Galati nel giro dei primi tre minuti ed alla fine del primo tempo saranno 15 a 4. Innervositi dallo stato di cose, costruiamo spesso troppi tiri fuori ritmo e con l’entrata di Ukaegbu, cominciamo un po’ a soffrire sotto le plance. La mancanza di peso per contrastare Scuratti e il colored, ci porta a veicolare il gioco sulla linea dei tre punti dove riusciamo con Hamadi , Tonella e le tre bombe di Cazzaniga ad andare a riposo con + 5. Abbiamo speso tanto fisicamente nel primo tempo e ciò si ripercuote nel terzo quarto nel quale si scatenano Pellizzoli e Ballarate, spesso troppo liberi di tirare. Ancora l’accoppiata dei grigi che ci fischia di tutto contro nell’area comasca ed in più fatichiamo molto in fase difensiva, mancando così di lucidità in avanti per poter riuscire a non far scappare gli avversari. Iurato e Galati ci provano , ma Cermenate recupera e ci supera, ora di 5. Siamo in riserva, ma nell’ ultimo quarto, abbiamo un sussulto di orgoglio. A 4 minuti dal termine siamo a -3 con Tonella, Vercesi ed Hamadi che rispondono a Ballarate ed Ukaegbu. Teniamo fino alla fine, fino a quando, a 50 secondi dalla termine, un tiro di Iurato viene sputato dal ferro e sulla ripartenza prediamo il canestro del + 5 per Cermenate. Una serie di falli sistematici da una parte e dall’altra, chiudono l’incontro.

Cermenate 70  -  OBC 63       (13/17 16/17 25/15 16/14)

Botta ne, De Francesco 7, Cazzaniga L. 9, Tonella 13, Moretti 4, Iurato 6, Rao, Vercesi 10, Bonechi 2, Hamadi 6, Galati 6

Under 13: Prima vittoria nel Silver.

Terza partita dei ragazzi di Coach Gagliano nella trasferta di San Martino Siccomario contro i pari età della G.S. San Martino. Dopo le due sconfitte iniziali i ragazzi cercano la prima vittoria in campionato, importante oltre che per la classifica, anche per il morale della squadra. La partita non sembra iniziare nel modo migliore. Nel primo quarto i ragazzi di Opera soffrono la vigoria atletica della squadra locale, non riuscendo nel loro abituale gioco di ripartenze veloci. Una poca precisione nei tiri liberi ed un gioco lento fanno si che i primi dieci minuti si chiudano con un vantaggio dei giallo-blu di un solo punto (8-9). Il secondo quintetto dà una sferzata alla partita con una difesa attenta ed un gioco in profondità che permettono di chiudere il tempo con un parziale di 5 a 23. Si va quindi all’intervallo lungo con il punteggio di 13 a 36.

Negli ultimi due quarti la musica non cambia con i parziali di tempo in nostro favore di 7 a 15 e 4 a 22. Attenzione nei rimbalzi difensivi ed offensivi, pressing alto e grande precisione nel finalizzare le azioni di gioco prodotte sono gli ingredienti che portano ad una bella vittoria, con il punteggio finale di 24 a 74.

Ottima prova dei nostri Under 13 che dovrà spronare i ragazzi a continuare sulla stessa scia per il resto del campionato.

SPARTANI…AUH!

 

UNDER 16 FIP: Tre su tre

Terza vittoria consecutiva ed ancora una bella prestazione degli under 16 di coach Ricky Pozzi nella trasferta di Sant’Angelo Lodigiano Vs. i pari età di San Carlo Basket Asd. Squadra di Opera che si è presentata all’incontro con numerose assenze , infatti a referto si possono contare solo 9 atleti presenti e di questi non tutti nelle migliori condizioni fisiche. Nonostante questo deficit , partono forte i ragazzi di Opera e in pochi minuti mettono subito una seria ipoteca sulla vittoria finale, dimostrando una netta supremazia e chiudendo facilmente il primo quarto in vantaggio con il punteggio di 5 – 22 (+ 17). Nel secondo quarto partita gestita con calma ed intelligenza dai nostri Spartani , consapevoli di avere a disposizione meno possibilità di cambi e stando attenti ad effettuare marcature , sempre aggressive, ma limitando il rischio di commettere falli.

Anche negli ultimi due periodi della partita i nostri ragazzi sono stati bravi a gestire tranquillamente la partita , non rischiando mai più del dovuto , arrivando ad un finale di gara mantenendo il vantaggio di + 19.

In generale è stata un’altra bella prestazione dei ragazzi , che nonostante le assenze si sono dimostrati sempre più “squadra” aiutandosi l’uno con l’altro cercando sempre di preferire il gioco di squadra piuttosto che puntare su individualismi. Da segnalare anche la discreta percentuale al tiro dalla distanza , alcuni bersagli di ottima fattura , come le 3 triple realizzate.

Bravi ragazzi!

Risultato finale: San Rocco Basket Asd 46 – ASD Città di Opera 65

Tabellino: Merante F. 11, Baroncini P. 9, Barbieri D. 3 , Oldani F. n.e , Michelari F. , Gardiola G. 8 , Broglia M. 15 , Ciceri M. 5 , Mariani E. 14.

Il prossimo incontro di campionato (4° giornata) vedrà gli UNDER 16 impegnati tra le mura amiche del PalaDante nella partita Vs. Corsico di domenica prossima 4 febbraio inizio gara ore 11,30.

C Gold: DUE PUNTI INASPETTATI

Turno casalingo infrasettimanale per i biancoverdi che ospitano la forte compagine di Saronno. Ancora privi di Velardo e Moretti, gli Spartani sono chiamati a giocare un match sulla carta proibitivo, in virtù di una rosa di giocatori avversari  veramente di alto livello. Tra gli ospiti, il gigante Politi fa davvero paura in relazione al fatto che dovremo cercare di limitarlo il più possibile con i nostri meno possenti fisicamente. Infatti, nel corso del primo quarto, Politi fa la voce grossa nel nostro pitturato e sul quale, difficilmente marcabile, commettiamo diversi falli. Comunque siamo vivi e costruiamo buone azioni in avanti che ci permettono, con Tonella e Vercesi, di restare a contatto degli ospiti. Si chiude un buon primo quarto giocato discretamente in perfetta parità. Degrada si sveglia nel quarto successivo e l’esterno ospite comincia a creare qualche problema agli Spartani che ora fanno fatica a contrastare il numero 9. Con le rotazioni dalla panchina cerchiamo di tenere e con Cazzaniga, che si alterna sui due play , proviamo a limitare la costruzione del gioco avversario. Sempre Cazzaniga, con due buone iniziative, ci tiene ancorati, non lasciando sfuggire Saronno, che va al riposo lungo sopra di 4. Al rientro partiamo subito bene con i nostri giochi che favoriscono tiri in totale libertà con De Francesco autore di due bombe consecutive. Buone anche le incursioni di Hamadi che spesso spaccano la difesa a metà. In difesa sempre Politi crea parecchio allarme , con i nostri difensori spesso in affanno. Dopo metà del quarto abbassiamo il ritmo cosicché Gurioli e Cacciani hanno spesso vita facile e i loro tiri ben costruiti, portano a +5 il gap alla fine dei 30 minuti. Nell’ultima frazione la nostra difesa serra i ranghi e non entra più uno spillo. Tutti i i tiri avversari sono ben contestati e sulle ripartenze le nostre mani sono calde. Colombo e Tonella con i tiri dall’arco fanno impazzire gli avversari. A metà quarto mettiamo la testa avanti che non lasceremo più. Sempre Tonella mette a segno un canestro che dimostra la voglia che hanno gli Spartani stasera di portare a casa due punti più che preziosi. Dall’arco scaglia una bomba fuori ritmo e fuori equilibrio. Sapendo che non sarebbe entrata, con uno scatto bruciante si butta sotto canestro e sul rimbalzo del ferro, prende ed insacca. + 8 per noi a 1 minuto e 45 secondi dal termine. Nei 100 secondi che mancano non succede più nulla ed anche dopo il time out chiesto dagli ospiti, Saronno non ha più la forza mentale per reagire.

OBC 66  -  Saronno 56      (14/14 10/14 18/19 24/9)

Botta, De Francesco 6, Cazzaniga L. 4, Tonella 15, Colombo 6, Iurato 5, Rao, Vercesi 11, Bonechi, Hamadi 15, Galati 4,

Under 18 Silver: Ancora vincenti al Pala Nenni

Seconda partita per gli Under 18 di coach Pozzi nel torneo FIP Silver, chiamati a disputare il recupero della prima giornata. Giochiamo al Pala Nenni contro Settimo Basket, sconfitta di misura dalla quotata Garbagnate nel loro primo incontro del torneo. Dopo i primi minuti di “riscaldamento”, con il primo canestro che arriva dopo 2’36” a favore dei gialloblu, gli Spartani cambiano decisamente ritmo e in 3’50” piazzano un notevole 12-0, lasciando gli Squids… all’asciutto. La panchina ospite è costretta al primo timeout, che effettivamente risulta efficace. Infatti, un po’ di calo di intensità dovuto forse a un leggero appagamento da parte nostra, unito al fatto che Settimo nel timeout “ha raccolto le idee”, fanno si che gli ospiti accorcino il divario, arrivando alla prima sirena un po’ più vicini, 12-7. Il secondo quarto non inizia bene per noi e in 2’40” gli ospiti, spinti anche dal tifo molto caldo dei propri tifosi, agguanta il pareggio (14-14). Il clima si fa rovente ed è grande battaglia sia in campo, che sugli spalti, con il pubblico che si becca un po’, anche se fortunatamente non accade nulla di veramente grave. L’intervallo arriva a raffreddare un po’ gli animi, con gli Spartani che restano comunque avanti, anche se di una sola incollatura, 29-28 (parziale 15-21)

Anche nel terzo quarto, come nel secondo, i Calamari partono meglio, portandosi per la prima volta in vantaggio dopo 2’02” (30-33). Gli Spartani, tuttavia, come sempre non mollano ed esattamente a metà periodo sono di nuovo avanti (36-34 al 5’00”). Settimo ringhia, ma sembra innervosita dalla intensità della nostra difesa, che è molto solida e ci permette di rubare qualche pallone ripartendo in velocità per qualche agevole canestro in appoggio. Gli Spartani inoltre, nonostante il clima intenso della partita, sembrano più lucidi e consapevoli della propria forza: nel finale del quarto piazzano un bel 12 a 2 che ci lancia alla penultima sirena a +12 sul 48-36 (terzo quarto 19-8). L’ultimo quarto inizia per noi come il primo: alla grande! Un lucido Cazzaniga ed un ispirato Chitti che piazza la terza bomba consecutiva della sua partita dall’arco frontale fanno si che dopo 3’03” voliamo a +20 sul 58-38. Sugli Squids “cala-amara” l’ombra della sconfitta. Il nostro finale è agevole ed in controllo, con i nostri lunghi padroni del pitturato a rimbalzo. Vinciamo di 24 (66-42), aggiudicandoci anche l’ultimo quarto 18 a 6!

Buona prova degli Under 18, bravi ad estraniarsi dal clima teso che si era creato nel secondo quarto, rimanendo lucidi e concentrati. Solida anche la nostra difesa, che nel secondo tempo concede solo 14 punti agli avversari. Bravi ragazzi!

Torneremo in campo mercoledì 31 con palla a due alle 19:35, sempre al Pala Nenni, contro l’insidioso CMB Rho., prima di una lunga serie di trasferte Forza Spartani!

Opera 66  –  Settimo 42

Medaglia 2, Di Giovanni 5, Ricciardi 4, Ferrari 8, Cazzaniga 21, Baroncini, Gardiola 4, Pennisi 3, Crespiatico 1, Chitti 12, Mariani 6, Villa.