Under 16 FIP: Chiudiamo con una vittoria al fotofinish

Città di Opera 57- Garegnano 56

Ultima partita del campionato U16 FIP contro Garegnano, squadra energica e ben strutturata fisicamente. Il messaggio dei coach è chiaro: “vogliamo chiudere in bellezza e con una vittoria un campionato positivo”

Pronti via, i nostri Spartani interpretano alla lettera il messaggio degli allenatori, un difesa forte ed intensa limita gli attacchi dei milanesi e le veloci ripartenze ci consentono canestri facili. Il quintetto messo in campo regge molto bene la pressione dei rossi di coach Trabatti e porta a casa un parrziale 15-7 importante per l’economia della gara. Secondo periodo in cui Garegnano ci mette in difficoltà in attacco ed improvvisamente non reggiamo il passo nell’uno contro uno, per ben 6 minuti non riusciamo a realizzare neanche un punto, mentre la squadra di Milano entra ufficialmente in partita e con un parziale 5-19 si porta al riposo lungo sul 20-26.. Ad onor del vero abbiamo avuto diverse occasioni con i liberi che però questa sera non siamo riusciti a trasformare e questo ha influito non poco sul risultato del secondo quarto. Negli spogliatoi coach Gagliano e Pedrinelli alzano la voce e chiedono al roster di ripartire così come abbiamo cominciato e di mettere in campo tutto ciò che hanno..

Rientriamo con un terzo periodo fatto di continui ribaltamenti, ma purtroppo anche un discreto numero di palle perse, due bombe del loro numero 19 potrebbero tagliarci le gambe, ma gli operesi reagiscono e ricuciono parzialmente il distacco. Finiamo il quarto con un parziale 15-18 che consente a Garegnano di andare agli ultimi 10 minuti con qualche punto in più, ora il risultato è sul 35-44. Sarà la voglia di portare a casa la partita, saranno le mura amiche di Dante, sarà la bella cornice di pubblico, ma nel breve intervallo che porta all’ultima frazione negli occhi dei nostri ragazzi si vede il desiderio di vittoria. Inizia un quarto da incorniciare dove chiunque entra in campo metto tutto ciò che ha e forse qualcosa di più, in esattamente 5 minuti abbiamo ricucito il divario ed adesso comincia la fase finale, un time out del coach avversario vuole bloccare l’inerzia che ormai è tutta dalla nostra parte. Gli ultimi 5 minuti sono continui ribaltamenti di fronte, falli e liberi. Dante è uno spettacolo, la panchina incita i compagni, i non convocati in tribuna supportati dal giovani 2003 caricano gli amici in campo e ciò consente agli Spartani di portare a casa una partta, non bella, ma entusiasmante per come si è sviluppata.. Finisce 57-56 l’ultima stagionale, giusto premio per una buona stagione

Da Settembre ad oggi ne è passato di tempo ed avete incamerato uno spirito di squadra encomiabile, oggi tutti e 12 i ragazzi hanno dimostrato che impegno e sacrificio premiano e che solo in questo modo si può crescere… GRANDI SPARTANI!!!!

 

Under 15 Uisp: Vittoria contro la capolista

Al Palanenni ci rende visita la capolista Nervianese forte di una posizione in classifica quasi inattaccabile. Questo forse spiega la partenza con il freno a mano tirato degli Spartani di Coach Gagliano.
Gli operesi faticano più psicologicamente che atleticamente ad entrare nel match e questo permette ai bianchi di Nerviano, che non si fanno certo pregare, di racimolare un discreto vantaggio  (11 a 18). Tanti errori sotto canestro, anche uno contro zero, non permettono ai nostri ragazzi di rimanere a contatto. Nel secondo quarto però, si comincia ad intravedere una sicurezza maggiore nelle nostre giocate, con penetrazioni più convinte anche se gli errori continuano essere numerosi. La differenza la fa, ancora una volta, la nostra difesa. I blu operesi serrano le fila usando anche una zona molto efficace. Quindi, malgrado gli errori di cui sopra, riusciamo a rintuzzare qualche punto ai nervianesi (18 a 14).
Si va all’intervallo lungo sul 29 a 32. La sfida si fa ancor più combattuta. Gli ospiti sentono la pressione operese e i padroni di casa capiscono che l’impresa si può fare. Da questo punto in poi non molliamo più niente.
Facciamo tesoro delle indicazioni del nostro coach e intensifichiamo gli sforzi con una rotazione che coinvolge tutti. Ognuno mette il suo mattone per consentire una rimonta che ci porta, alla fine del terzo periodo, ad una sola lunghezza di svantaggio: 42 a 43 (13 a 11).
L’inerzia della partita adesso è tutta dalla nostra parte. Non sfruttarla sarebbe proprio un peccato. Gli ultimi 10 minuti confermano che gli Spartani non hanno nessuna intenzione di mollare l’osso. Continuiamo a mettere quella cattiveria agonistica che ci ha permesso di arrivare così vicini. Sfruttiamo ancor meglio i problemi sul lato debole dei nostri avversari, caricandoli di falli. Anche se c’è da evidenziare la nostra propensione a non centrare il canestro dalla lunetta. Tutto ciò però non ci impedisce di dare una spallata decisiva e nostri avversari. Un parziale di 14 a 8 ci permette il sorpasso.
Finale su 56 – 51.
Vittoria di prestigio per gli Spartani che dovrebbe farci capire che se vogliamo possiamo competere con chiunque. Senza dimenticare che, già fino ad oggi, nessuno ci aveva mai “asfaltato”.
Prendiamo la fiducia che queste vittorie danno e facciamone tesoro per il futuro.
Bravi ragazzi!
Complimenti……dei veri Spartani.

C GOLD: CHIUSURA CON IL BOTTO

Contro Garbagnate al palaNenni è in programma l’ultimo match della stagione regolare prima dei play out. I biancoverdi scendono in campo in formazione rimaneggiata causa acciacchi di lieve entità per Velardo e Galati. Dopo un primo quarto combattuto punto a punto, con Andrea Cappellari e Maffezzoli da una parte ed Allegri e Cappellotto dall’altra, un ottimo Iurato, nella seconda frazione, prende per mano la squadra, rispondendo agli assalti di Tonella e del sempre pericoloso Allegri. Si rientra dal riposo lungo sul +1 con la convinzione che sarà ancora una lunga battaglia. Allegri e le bombe di Tonella e Tedoldi non ci fanno avere sogni tranquilli, ma non per questo rinunciamo a controbattere. Iurato , ben coadiuvato da Vercesi e Andrea Cappellari, tengono a galla la squadra che porta ad un possesso di vantaggio il risultato dopo 3/4 di partita. L’ultimo quarto si apre con una bomba Colombo a cui risponde Arui; Maffezzoli decide di spararla anche lui con un buon risultato; la nostra difesa si chiude e le nostre ripartenze fanno male con Maffezzoli, Piva e Vercesi che creano un piccolo gap. I falli sistematici finali da parte di Garbagnate non fanno altro che allungare il risultato.

Ora ci aspettano i play out contro i Canarins di Agrate… date ed orari saranno pronti a giorni

OBC 81 – Garbagnate 73      (23/25 20/17 16/15 22/16)

Maffezzoli 13, Alb. Cappellari 3, Rao ne, Colombo 5, Piva 6, Iurato 22, Gurioli 2, Vercesi 11, And. Cappellari 14, Daverio 3, Botta 2

SERIE D: LA REGULAR SEASON CHIUSA CON UNA SCONFITTA

Ultimi 40 minuti della regolar season a Gambolò contro Tromello, in un match che per i biancoverdi non aveva nessun significato, se non quello di entrare nell’ottica play out, mentre per i pavesi era un match per stabilizzare il posto che vale la conferma nella serie. Quindi partita vera per entrambe le formazioni e dopo un break di 7-0 per i padroni di casa, gli Spartani assopiti per lunga trasferta, si risvegliano e cominciano a giocare. Sotto di 1 all’inizio del secondo quarto,nel quale riusciamo ad imbrigliare la manovra dei pavesi, tanto che andiamo a riposo lungo sopra di 5. Ancora un buon quarto per i nostri ragazzi che pur pagando la fisicità avversaria sotto le plance, conducono di 3 dopo 30 minuti. Proviamo la zona per riuscire a limitare i falli che cominciano a pesare, ma una serie di triple, ci portano ad essere raggiunti e superati. Diversi palloni in attacco vengono gestiti male e anche qualche fischio molto dubbio, creano quel gap che non riusciamo più a colmare.
Tromello 72   CDO  65         (14/13 18/24  15/13  25/15)
Cazzaniga 10, Di Fiore T. 6, Giargiari, De Francesco 15, Torresani, Biganzoli 10, Sita 1, Botta 2, Preli 2, Magnani 11, Rao 4, Di Fiore R. 4

 

U16 FIP: CDO 36 – S. Ambrogio 49

Partita importante per i nostri Spartani che tra le mure amiche di Nenni affrontano la prima in classifica di S. Ambrogio.. sicuramente una gara non facile, ma alla luce della crescita mostrata nella seconda parte del campionato, sicuramente ce la possiamo giocare. Primo periodo in cui gli operesi se la giocano a testa alta, con una difesa fortissima, ma con purtroppo alcuni errori di troppo da sotto le plance. Anche S.Ambrogio non è da meno, difende bene e controbatte a tutti i nostri canestri. Alla fine regna una sostanziale parità ed i primi 10 minuti si chiudono sul 11-10. Secondo periodo in cui attacchiamo forte e ci portiamo spesso ad avere occasioni importanti da sotto che purtroppo sbagliamo oppure veniamo bloccati dai falli avversari, falli che potrebbero consentirci di portarci avanti grazie ai liberi se solo li realizzassimo, ma questa sera le mani dei nostri ragazzi non sono ferme e la media è veramente bassa. Al contrario i Milanesi, attaccano e realizzano e, nonostante un parziale ancora abbastanza basso grazie alle buone difese, riescono negli ultimi 2 minuti a mettere punti tra noi e loro. Parziale 8-14 che ci porta al riposo lungo sul 19-24

Negli spogliatoi coach Gagliano e Pedrinelli si fanno sentire e e chiedono ai ragazzi di tirare fuori il massimo e di non farsi intimorire dalla vigoria dei nostri avversari. I nostri ci credono ed in solo 1 minuto dall’inizio del periodo recuperiamo il divario portandoci sul 24-24.. Ma non abbiamo fatto i conti con la tenacia del loro play e con la nostra poca decisione in difesa, infatti inizia lo show del loro numero 1 che in solo questo periodo piazza 14 punti consecutivi (sui 17 totali) che lasciano i nostri Spartani a bocca aperta… andiamo agli ultimi dieci minuti chiudendo il terzo 9-17 e con un totale 28-41. Ultimo periodo in cui i nostri vogliono provarci e chiudono la difesa molto bene come nel primo, ma anche i milanesi non sono da meno e serrano le fila ribattendo puntualmente ad ogni nostro canestro. Finiamo il periodo 8-8 e la partita 36-49

Peccato, perché questa sera abbiamo dimostrato che tra noi e loro non c’era il divario della gara di andata ed abbiamo saputo reggere bene alle loro incursioni con una difesa molto forte. Al contrario in attacco abbiamo sbagliato troppi canestri facili ed anche ai liberi le percentuali sono state veramente basse.. forse la tensione, forse la troppa carica emotiva per una gara importante, ma queste non sono situazioni che vi devono fermare, la tecnica l’avete, la capacità anche, ci vuole quel poco di coraggio ed intraprendenza in più per poter continuare il cammino positivo che state percorrendo… FORZA SPARTANI!!!

Prossima gara Mercoledì 12.04 in Casa contro Garegnano

 

 

Under 13 FIP: vinto con fatica il ritorno con Cesano Boscone.

Strana partita casalinga dei nostri ragazzi che si confermano in affanno nelle partite infrasettimanali. Primo tempo di grandi difficoltà con i due quintetti che non riescono a replicare la partita dell’andata e che si esprimono non al meglio con un avversario di grande vivacità e con tanta voglia di vincere. Il primo tempo è equilibrato e il punteggio lo dimostra (22 – 22). I nostri subiscono lo strapotere fisico degli avversari , perdono molti duelli diretti e soprattutto peccano in velocità e nel far girare palla. Strigliata come da prassi nello spogliatoio. Visi incerti e evidentemente smarriti a causa di una partenza sorprendente del Cesano. La reazione tanto aspettata arriva alla ripresa del gioco. Gli spartani ci mettono la volontà più che il gioco e i molti falli degli avversari ci permettono di prendere quel po’ di vantaggio che ci permetterà di vincere il match (11 a 3 il parziale). Ultimo quarto muscolare e lento che si accende solo a causa di qualche ripartenza in contropiede (6-3).

Partita vinta come da copione ma Spartani che forse hanno concesso troppo all’arrivo della primavera.

Bravi comunque!  Chi vi ama vi segue!

Opera – Cesano Boscone   39 – 28

 

Under 13 FIP: vittoria in trasferta a Robbio

Come da tradizione il match di Robbio ha riservato le solite emozioni: nonostante il punteggio finale faccia pensare ad una partita facile e dai toni blandi, anche questa volta, gli avversari hanno messo in campo tutta la loro tenacia e forza agonistica dando vita a quattro periodi di grande tensione. Il Robbio ha iniziato benissimo, sorprendendo i nostri ragazzi con un gioco fisico e dal ritmo indiavolato. Gli spartani hanno reagito lentamente subendo per tutti i primi 10 minuti la pressione avversaria. Il primo tempo si chiude con un brutto 15-11. Il coach reagisce, reimposta gli schemi e richiama i ragazzi alla concentrazione necessaria. I ragazzi lo seguono e dal secondo quarto la squadra si trasforma in una macchina inesorabile che impedisce agli avversari di giocare e di andare a canestro. Nei tre periodi rimanenti il Robbio mette a segno solo 4 punti e la nostra squadra, con umiltà e attenzione, si aggiudica il match raggiungendo un distacco di tutta sicurezza. La difesa è impeccabile, gli avversari vengono chiusi sul nascere dell’azione, gli anticipi numerosi e anche a rimbalzi i nostri si fanno sentire. Belle le iniziative in attacco e perfino spreconi nell’ultimo quarto.

19-81 il risultato finale (15-11, 1-31, 1-13. 2-26)

Bravi Spartani! Passione inconfondibile!

 

U16 FIP: Olimpia P.B. 51 – CDO 69

Continua la scia positiva dei nostri Spartani U16 che questa volta escono vittoriosi dalla palestra di Peschiera Borromeo con il referto rosa, ma con qualche errore di troppo nell’interpretare la partita. I coach spiegano sin da subito che i Bianchi dell’Olimpia questa sera non staranno a guardare e ce la metteranno tutta per provare a portare a casa un risultato positivo tra le mura amiche. Infatti iniziano arrembanti e già ad inizio partita con un aggressività che ci lascia sulle gambe nei primi due minuti, ma gli operesi reagiscono e ribaltano un inizio timoroso con una difesa forte e contropiedi veloci che ci portano a chiudere il primo periodo sul 8-19. Secondo periodo in cui i nostri avversari provano a ricucire lo strappo, noi purtroppo non difendiamo più bene e lasciamo loro troppe opportunità, Peschiera ci crede a ci mette all’angolo portando a casa il periodo 21-19 e chiudendo il così il primo tempo sul 29-38

Ovviamente coach Gagliano e Pedrinelli non sono contenti della prestazione in campo e di quanto fatto vedere sino ad ora, c’è bisogno di una prestazione maiuscola e da tutto il roster… Rientriamo dagli spogliatoi più convinti e più desiderosi di fare bene, partiamo subito forte ed aumentiamo il divario fino al +15, ma la reazione dei bianchi è altrettanto importante ed a causa di qualche amnesia difensiva recuperano punti preziosi, in ogni caso chiudiamo questo terzo vittoriosi 12-14 andando agli ultimi dieci minuti sul 41-52.. Ultimo periodo in cui la squadra di casa le prova tutte e con tutte le forze, ma la nostra difesa serra le fila e facciamo ciò che sin dall’inizio i nostri coach ci richiedono,ovvero difendiamo bene e ripartiamo veloci, inizia così una partita diversa e molto più aggressiva di quella già vista fino ad ora, a causa del numero di falli già elevato Peschiera perde 4 giocatori in sequenza per il limite dei 5 falli, mentre anche noi iniziamo a farci sentire ed a ruota perdiamo 3 giocatori nel finale… Riusciamo così a chiudere anche questo quarto vittoriosi con un parziale 10 -17 che ci fa portare a casa la partita 51-69

Gara dove i nostri Spartani hanno subito le continue aggressioni dei loro avversari, a tratti spaventati dalla loro grinta e vigoria hanno commesso errori in difesa che hanno consentito ad Olimpia di stare in partita.. Ci vuole maggiore concentrazione ragazzi e più voglia di fare bene, l’annata non è ancora finita e non possiamo permetterci di perdere punti importanti. State facendo una buonissima stagione, continuate con il percorso positivo visto nelle ultime gare… Forza Spartani!!!

Prossimo incontro Giovedì 06.04 contro S. Ambrogio

C GOLD: BELLA VITTORIA NEL DERBY CONTRO MILANO 3

Un derby è sempre una partita particolare dove i valori di classifica si annullano e non fa eccezione lo scontro contro i basigliesi, forti di una classifica che li pone più in alto di Opera. Ma sul parquet ospite, gli Spartani danno vita ad un match di ottima intensità dove anche il buon numero di tifosi si è divertito. Dopo essere partiti male, subendo un parziale iniziale di 5-0 , i biancoverdi prendono le misure ed anche le redini dell’ incontro, con un super Iurato che infila una serie di triple. Solo Iacono, difficilmente marcabile, riesce a tenere a galla i biancorossi. Siamo avanti di un possesso dopo la prima frazione e l’ inizio della seconda ci vede imporre il nostro gioco con Iurato, Vercesi e con Velardo che lotta come un leone sotto le plance. Rientrano i basigliesi dopo che molliamo un po’ difensivamente e dopo essere stati avanti anche di 11. Comunque chiudiamo il primo tempo sopra di 4 e la seconda parte sarà sicuramente una battaglia. Milano 3 opta per la zona, al rientro dagli spogliatoi e ciò ci crea parecchia confusione in attacco. Colombo è un enorme valore aggiunto per i basigliesi ed insieme a Iacono, prendono ad infilarci da qualsiasi posizione, portando i biancorossi avanti di 7 alla fine dei 30 minuti. Ancora zone per i nostri avversari, ma il duo Velardo – Andrea Cappellari muove bene la difesa biancorossa, cosicchè i nostri esterni riescono ad avere buoni tiri. In difesa siamo più solidi e a 3 minuti dal temine impattiamo il risultato sul pari 64. Le incursioni di Iurato tengono in apprensione i nostri avversari, costretti a fermarlo con continui falli. I liberi ed il canestro finale di Andrea Cappellari sanciscono la nostra preziosa vittoria.

Milano3 67 – OBC 70     (15/18 17/18 26/15 9/19)

Maffezzoli 10, Alb. Cappellari 1, Rao ne, Piva 2, Iurato 23, Galati 2, Gurioli 2, Velardo 8, Vercesi 14, And. Cappellari 8, Botta ne

SERIE D: DUE PUNTI SFUMATI

Bella ed intensa partita disputata dai nostri giovani contro la forte Phoenix Voghera più strutturata , sia fisicamente che tecnicamente, che parte subito forte in virtù di uno sviluppo di buoni giochi dal post. Ma i nostri replicano e il nostro uno contro uno fa male. Chiudiamo sotto di 5, ma un nostro parziale di 6-0 di inizio seconda frazione, porta i pavesi a schierarsi a zona. Da qui comincia tutta la nostra criticità ad attaccarla. Al contrario, i nostri avversari non fanno molta fatica ad attaccare il canestro, avendo a disposizione anche doppie opportunità sotto le plance. – 14 all’inizio del terzo quarto. Ancora zona pavese ed ancora chiare difficoltà pur riuscendo a sfruttare un pò meglio i nostri giochi offensivi. Purtroppo nella nostra area, le buone mani dei pavesi lasciano il segno che portano il gap a –18 negli ultimi 10 minuti. Le difficoltà ci sono ma gli Spartani hanno un sussulto di orgoglio e con coraggio e determinazione sia in avanti che in difesa, accorciano il divario fino ad arrivare ad 1 minuto dal termine sotto di 3 con palla in mano. Purtroppo sbagliamo la la gestione del Molten che ritorna in mano avversaria ed una serie di falli sistematici portano alla vittoria i pavesi. Peccato perchè questa volta, più di altre, avevamo in pugno l’andamento del match e con una gestione di palla più accurata, tiri liberi (sotto il 50 % ) e fischi e non fischi dubbi ,si poteva portare a casa due punti, che al lato pratico non cambiava niente, ma poteva accrescere l’autostima dei ragazzi.

Città di Opera 73 – Phoenix Voghera 78        (18/23 15/24 14/18 26/13)

Cazzaniga 16, Di Fiore T. 4, Giargiari 11, De Francesco 13, Biganzoli 6, Rossetti ne, Sita 11, Botta 7, Preli 2, Scibilia, Rao, Di Fiore R. 3