C GOLD poule salvezza: La trasferta a Sustinente ci regala la salvezza

Era da vincere… punto e basta… ma forse non sarebbe bastato, rimettendoci in gioco nell’ultima giornata del girone. Ma a fine partita, negli spogliatoi, è esploso un boato fragoroso… Cantù aveva perso a Cremona sancendo la nostra matematica salvezza senza passare dai play out. La lunga trasferta in pullman forse ha cementato maggiormente il legame tra i ragazzi chiamati ad un grande sforzo in un campo davvero difficile e contro una signora squadra.

Dopo un primo tempo in cui i mantovani hanno trovato tutto facile, segnando 43 punti, complice una difesa biancoverde rivedibile, al rientro dagli spogliatoi i ragazzi di Celè trasformano la propria area in un fortino inespugnabile. Si parte con il recupero nel terzo quarto, fino ha creare un break nell’ultimo quarto con il quale, poi,riusciamo a gestire il match e non far più rientrare i padroni di casa. La pressione in difesa è stata l’arma vincente con la quale abbiamo chiuso gli spazi al lungo Tomic e sul perimetro siamo riusciti spesso a recuperare palloni che hanno aperto le nostre transizioni. Ma anche le nostre rotazioni più lunghe ci hanno permesso di essere più lucidi e più freschi, soprattutto negli ultimi minuti del match e portare a casa il tanto sofferto e sospirato referto rosa. Ora l’ultimo sforzo della stagione con il match casalingo di sabato 25 alle 21, in cui affronteremo i bergamaschi di Blu Orobica. Ci aspettiamo un numeroso pubblico per festeggiare insieme i biancoverdi.

Sustinente 73 – OBC 80         (25/21 18/16 17/21 13/22)

De Francesco ne, Cazzaniga L.3, Fontana, Cattaneo 11, Cazzaniga D. ne, Werlich 8, Nicoletti 4, Iurato 13, Vercesi 9, Spirolazzi 12, Chiesa 13, Pastori 7

C Gold Poule salvezza: Sprecata un’occasione

Incassare 2 punti nella partita casalinga con Lissone poteva rappresentare una sorta di quasi salvezza per i nostri colori; si inciampa, invece, nel match dove la precisione da tre viene a mancare e non sono sfruttate le tante doppie opportunità che la difesa ospite ci concede soprattutto nel primo tempo. Ma sbagliamo anche facili appoggi che avrebbero potuto creare una sorte di “ cuscinetto “ che ci sarebbe servito per gestire in quasi serenità il finale del match. Ci giochiamo invece la vittoria nell’ultimo quarto, dopo che in 30 minuti il risultato è impattato dai brianzoli. Ma l’inerzia del match è nelle mani di Lissone che non ci lascia scampo e ci condanna a giocare la stagione nelle prossime due partite, nelle quali il referto rosa è d’obbligo.

OBC 68 – Lissone 74      (16/14 23/22 12/15 17 /23)

Cazzaniga L. 3, Fontana, Cattaneo 11, Cazzaniga D. ne, Werlich 12 , Nicoletti 4, Iurato 10, Rao, Vercesi 6, Spirolazzi 15, Chiesa 2, Pastori 5

Promozione CDO: Peccato, ma GRAZIE RAGAZZI !!!

Purtroppo finisce con il terzo incontro l’avventura dei nostri Spartani in questi play-off 2019 ! Congratulazioni ai vincitori e complimenti ai nostri portacolori, che si sono ben comportati in tutte e tre le gare di questo spareggio. Perdere contro una squadra solida ed esperta come Binzago con uno scarto totale di soli 5 punti é molto positivo per la crescita dei giocatori Operesi. Anche in quest’ultima gara hanno dimostrato che quando giocano senza snaturare le proprie qualità, Città di Opera mette in difficoltà qualsiasi avversario: i punteggi parziali dimostrano che la squadra é sempre stata in partita, soprattutto dopo un inizio negativo. E’ mancata un poco di tranquillità nelle esecuzioni sia dentro che fuori area, e questi errori hanno fatto la differenza: per noi tanti tentativi e pochi punti, per loro l’inverso.

Grazie ancora RAGAZZI, ci avete appassionato per tutto il campionato e superando anche problemi propri o dei compagni, avete disputato una ottima annata. Adesso una settimana di relax e poi si riprenderanno gli ultimi allenamenti per andare in piena forma in vacanza.

ArrivederVi alla prossima stagione !

EL BRELLIN Città di Opera 60 -  POB Binzago 65    (13-15//11-14//13-17//23-19)

Tabellini Città di Opera : De Martino, Serbolisca, Gardiola, Lombardi 3, Giargiari 8, Cazzaniga 4, Prigent 4, Botta 2, Di Fiore 9, Cavagnera 13, Mariani, Guerrieri 17.

 

 

Under 13: Abbiamo perso, ma al Top

Ultima partita in trasferta a Bergamo contro la Blu Orobica per i nostri Spartani. Si comincia con un ritmo altissimo, le due squadre si fronteggiano fin da subito con grandi scambi e tanta velocità. I bergamaschi sono precisissimi al tiro ma il dinamismo di Opera frena il loro vantaggio sul 18 a 24. Si riparte ma Opera non tiene il passo e la differenza tecnica comincia a farsi sentire. Gli orobici, anticipano, rubano palloni e dominano sui rimbalzi, chiudendo il primo tempo per 53 a 23. Nel rientro in campo Opera ci prova, soprattutto nell’ultimo periodo con delle bellissime giocate in allungo e penetrazione per appoggiare a tabellone nonostante la forte difesa. Però Blu Orobica è senz’altro di una categoria superiore. I ragazzi in campo denotano qualità altissime, si trovano a memoria e gestiscono tutto il campo. Si fatica a credere che abbiamo solo 13 anni. La partita si conclude 94 a 51 concludendo di fatto il nostro campionato. Di solito il coronamento di un’ottima stagione dovrebbe terminare con una vittoria, invece questa volta si è concluso con un’opportunità. Il poter giocare contro una squadra del valore della Blu Orobica è stata senz’altro un’esperienza che rimarrà impressa nei nostri ragazzi e che gli darà la consapevolezza di poter raggiungere traguardi sempre più ambiziosi.

Grazie Spartani.

C GOLD Poule salvezza: Biancoverdi corsari a Cremona

Grazie ad un primo tempo degno di nota, fatto di concretezza e tanta intensità, gli Spartani incasellano la seconda vittoria consecutiva ed in virtù della sconfitta di Cislago, consolidano il quinto posto lasciando a 4 lunghezze il terzetto Cantù/ Cislago/ Sustinente. Prova convincente per tutti i primi venti minuti di gioco con gli operesi che sviluppano ficcanti azioni, portando scompiglio nelle fila cremonesi. La squadra è in gas ed il pallone gira velocemente, permettendo lo sviluppo di interessanti spaziature che creano situazioni dove troviamo spesso l’uomo libero sotto canestro. Con i padroni di casa frastornati si rientra negli spogliatoi sopra di 18, con l’intento di non calare la guardia, in vista della ripresa del gioco. Solo nel terzo quarto, Cremona tenta il recupero presentandosi più aggressiva ed insieme alla nostra lucidità che cala, accorcia portandosi a – 13, dopo 30 minuti. I cremonesi provano a ricucire lo strappo, ma per metà dell’ ultima frazione, il gap rimane invariato. Poi alcune nostre forzature ed una serie di liberi con percentuali rivedibili, portano gli avversari a recuperare e a 2 minuti e 30 sono solo a due possessi. Botta e risposta nei seguenti 120 secondi, arrivando a + 7 a 30 secondi dal termine. Spirolazzi ancora in lunetta e 0 su 2. Sul ribaltamento di fronte una bomba a 13 secondi , porta i padroni di casa a – 4. Con il tempo rimasto continua la saga dei falli tattici. Tocca a Cattaneo 1 su 2. + 5 e dopo il time out dei bianchi cremonesi, Iurato esce dal campo commettendo il suo quinto fallo contestando un tiro dai 6,25. 3 su 3 e +2 a 5 secondi dalla sirena. Rimessa nostra e fallo su Werlich. 1 su 2 e sul rimbalzo il tiro della disperazione dei padroni di casa che si infrange sul tabellone.

Sanse Basket 69 – OBC 72    (13/22 13/22 21/16 22/10)

De Francesco, Cazzaniga L. 3, Fontana, Cattaneo 10, Werlich 10, Nicoletti 2, Iurato 10, Vercesi 2, Spirolazzi 21, Chiesa 6, Pastori 8

Play-Off Promozione: Buona la prima

Domenica sera 28 aprile, cominciano gli attesissimi play-off e gli Spartani ci sono ! Bella e intensa gara contro i biancorossi di Binzago, che si presentano al PalaDante con un numeroso e caloroso pubblico: una folta rappresentanza della curva scesa a Opera con bandieroni, trombe e megafoni e un incitamento continuo e soprattutto correttissimo sia verso i giocatori e gli arbitri che nei confronti della nostra “torcida””. Mai un coro fuori posto: bravissimi ! Risponde alla grande la curva giallo-blu con i proverbiali tamburi e tanto calore. Osservando i quintetti in campo per l’abbrivio della partita, si intuisce che sarà una gara tirata e combattuta, com’é giusto per un turno di play-off: i nostri avversari hanno giocatori meno giovani dei nostri rappresentanti ma fisicamente più dotati, dovremo giocare al meglio e cercare di sbagliare il meno possibile. Il primo periodo sviluppa con un gioco veloce e gli Spartani sorprendono spesso i brianzoli con anticipi repentini e contropiedi rapidi; purtroppo la precisione nel tiro non é all’altezza delle azioni e il punteggio non lievita come sperato. Pecchiamo come d’abitudine nei rimbalzi, offensivi e difensivi, e sotto canestro paghiamo la fisicità dei difensori avversi. Tanti i nostri tiri dalla distanza, tutti infranti dal ferro nemico ma proprio sulla sirena entra il primo canestro da tre punti per merito di Daniele Cazzaniga. Curiosamente i canestri che chiudono i primi dieci minuti sono da tre, per entrambe le compagini. Il secondo quarto é molto veloce e vede la rimonta con sorpasso dei giocatori in maglia biancorossa, superiori sotto canestro e sempre in anticipo nei rimbalzi. Si batte con il solito ardore ma attento a non esagerare i contatti il nuovo capitane degli Spartani, Matteo Giargiari, onorando così la fascia passatagli da Charly Zucca. Ti aspettiamo, Capitano! Il primo tempo finisce con due nostre bombe da lontano e nuovamente l’ultimo canestro sulla sirena grazie al gran tiro di Tommy Di Fiore. L’intervallo è necessario per entrambi i teams perché il ritmo é stato alto per tutti i venti minuti e si spera che non pesi troppo nel proseguo della gara. Si riprende con grande verve e le squadre offrono uno spettacolo avvincente, nessuna delle due dimostra un netto predominio e la possibilità di creare quello strappo necessario a distanziare l’avversario. Si battono bene i giovani di Città di Opera, e mettono pressione al reparto difensivo di Binzago; il terzo periodo é quello più ricco di punti (19-19) e noi finalmente ritroviamo la precisione di “Guerra” nei tiri anche da fuori. Siamo ancora e sempre in partita. Ultimo atto incredibile, perché i nostri competitori pagano la velocità del nostro gioco e dimostrano di aver esaurito le forze spese nel rincorrere i nostri veloci contropiede. I nostri ragazzi mantengono il trend di realizzazioni e riescono a controllare e annullare gli avanti avversari lasciando loro soltanto 9 punti a referto. La sirena finale vede Città di Opera rimontare e chiudere con ben sette lunghezze di vantaggio la squadra di Binzago e questo é certamente un ottimo viatico per la gara di ritorno, fissata per mercoledì 1° maggio.

Tutti a Cesano Maderno per sostenere e sospingere i nostri ragazzi ! Sempre Forza Spartani!

El Brellin Città di Opera 69     POB Binzago 62       (17-12//14-22//19-19//19-9)

De Martino 2,Serbolisca n.e., Gardiola, Lombardi 6, Giargiari 6, Cazzaniga 14, Prigent 7, Botta 2, Di Fiore 5, Cavagnera 9, Mariani 2, Guerrieri 16.

 

C GOLD poule salvezza: Si torna a vincere

Dopo due sconfitte brucianti, per la poca concretezza con cui gli Spartani sono scesi in campo, nella gara casalinga contro Cernusco si torna a sorridere intascando il referto rosa. I bufali di Cernusco però, nonostante fossero già salvi, non si sono presentati privi di motivazioni, ma i due punti erano di vitale importanza per la nostra classifica. E visti i risultati delle dirette concorrenti, mai come in questa giornata si sono trasformati in oro, grazie ad un ottimo ultimo quarto giocato con il coltello tra i denti e mostrando la fisicità che ci è mancata nelle ultime due partite. Si inizia con motivazioni a mille, ma il primo tempo è stato sempre nelle mani degli ospiti, con i biancoverdi sempre a rincorrere, anche se il gap non è mai stato troppo profondo. Siamo sotto di 5 punti dopo i venti minuti, ma al rientro in campo gli Spartani cambiano marcia, mostrando più consapevolezza e più cattiveria, soprattutto nella nostra area. Si lasciano gli ospiti con solo 9 punti realizzati e portando il divario a solo un possesso. Il match lo vinciamo nell’ ultimo quarto con una grande prova difensiva che crea spesso buoni presupposti di gioco offensivo. Si arriva a 2 e 30 dal termine sopra di 7. Ma il vantaggio dura poco con Guffanti che fa la voce grossa nella nostra area, impattando il risultato a 57 pari; ma nell’azione successiva, Spirolazzi realizza portandoci avanti di 2. Time out per gli ospiti quando manca una manciata di secondi al termine. Alla ripresa del gioco, Chiesa stoppa il facile appoggio di Beretta, mandando il pubblico in delirio; poi un paio di nostri falli tattici per fermare le azioni avversarie fino ad arrivare a 8 secondi con palla in mano nostra sulla rimessa. Iurato si fa consegnare la palla e riceve un fallo tattico che lo manda in lunetta. 1 su 2 che porta il vantaggio a + 3 e time out ancora per Cernusco. Rimessa ospite nella nostra metà campo con 4 secondi da giocare che sembrano un’ eternità, ma il nostro quintetto non lascia respirare gli avanti ospiti che non riescono a ricevere la palla. Scadono così i 5 secondi con il molten che torna nelle nostre mani fino alla sirena finale.

OBC 60 – Cernusco 57           (14/15 18/22 11/9 17/11)

Cazzaniga L. 1, Fontana, Cattaneo 11, Werlich 8, Nicoletti, Iurato 11, Rao, Vercesi 3, Spirolazzi 16, Chiesa 8, Pastori 2

Under 13:Siamo nelle prime 32 squadre in Lombardia!

Al Pala Dante di Opera si gioca lo spareggio per la nostra Under 13 contro la formazione del Daverio Rams. Il primo periodo si gioca punto a punto. I giocatori da ambo le parti cercano di capire gli avversari visto che è la prima volta che si fronteggiano e si comincia il secondo quarto sul punteggio di 11 a 13 per la squadra ospite. Opera però si fa forte del fattore campo e prende fiducia. Gli errori iniziali sotto canestro diventano punti e si chiude il primo tempo sul 35 a 24. Si ricomincia e Opera non perde il ritmo. Cerca giocate lunghe e contropiedi per continuare il suo allungo e termina il terzo quarto 53 a 34. I Rams sono una squadra ben costruita, solidi soprattutto da un punto di vista difensivo e con una grande determinazione in ogni fase del gioco. I nostri però sono cresciuti molto dall’inizio della stagione e nell’ultimo periodo di gioco sfruttano le potenzialità dei passaggi per velocizzare gli scambi e disorientare gli avversari. Tattica che risulta vincente. Alla sirena finale il tabellone segna 73 a 48 per la squadra di casa.

Bravi Spartani, il prossimo impegno sarà sabato 4 maggio alle ore 18.30 presso la palestra Pesenti in via Ozanam, Bergamo! Forza Spartani!

Under 13 Fip Gold: Aspettando gli spareggi

Ultima di campionato (aspettando gli spareggi) per la nostra Under 13. Si gioca in casa di Corsico, una squadra temibile sia dal punto di vista fisico che tecnico. Opera vince la prima palla a due ma perde il possesso e gli avversari ne approfittano subito per segnare i primi due punti con un’azione personale. I nostri replicano giocando collettivamente ma è chiaro fin da subito che alcuni giocatori della squadra di casa sono particolarmente in giornata., il primo periodo si conclude 14 a 23 nonostante la buona difesa di Opera. Si rientra in campo e il tipo di gioco cambia solo parzialmente, gli errori sono molteplici da entrambe le parti, Corsico però sfrutta bene la sua maggiore fisicità concludendo il primo tempo 25 a 33. Nel secondo tempo Corsico continua a dimostrarsi più precisa nelle realizzazioni, sia nel perimetro che sui tiri liberi, Opera invece non trova mai i giusti spazi in attacco e guadagna pochissimi punti rispetto ai tiri effettuati. L’ultimo periodo comincia sul 33 a 48 per il Corsico. Opera riesce a riportarsi a -7 soprattutto grazie a un grande lavoro difensivo. La superiorità sui rimbalzi è netta da parte di Opera su entrambi i lati del campo, purtroppo la finalizzazione offensiva non lo è. Gli errori a cronometro fermo e la poca pericolosità sui tiri dalla distanza penalizzano il grande lavoro difensivo. Corsico va a vincere 65 a 48 con merito ma i nostri spartani devono essere consci del fatto di potere e dover dare di più.

Under 14 Fip: Ultima di campionato con sconfitta

Si è giocato sabato 13 aprile l’ultimo match di questa stagione per l’Under 14 di Città di Opera. Alle 15 i nostri ragazzi sono scesi in campo a Corsico contro la squadra locale in un match difficile, soprattutto dal punto di vista delle motivazioni. Corsico infatti era in lotta per conquistare il primato nel girone mentre gli Spartani, almeno dal punto di vista della classifica, non avevano più nulla da chiedere. Partono bene i gialloblu operesi con una buona difesa e discrete soluzioni in attacco in un match che comunque si rivelerà avaro di canestri. Il primo quarto si chiude in fatti sul 10 pari. Nel secondo periodo Corsico chiude la difesa ed Opera fatica a trovare buone soluzioni, inoltre i nostri si caricano di falli complice un arbitraggio corretto ma severo. Si va all’intervallo sul 29-23 per Corsico. Nella ripresa bella reazione per CDO che impatta e riapre il match. A questo punto 3 minuti di buio! Cala la notte e subiamo un 10-0 con due triple consecutive che ci rispedisce fino a meno 13. Nell’ultimo quarto, pur recuperando dal massimo svantaggio, non riusciamo a ribaltare l’inerzia del match che finisce sul 56-46 per Corsico che, complice la sconfitta di Vigevano, aggancia il primo posto in classifica. Discreta prova per i nostri portacolori. Preoccupanti però i cali di concentrazione che, nelle ultime partite (vedi Casarile settimana scorsa), hanno influito negativamente sul risultato finale vanificando il discreto gioco espresso solo per parte dell’incontro.