C Gold: Arrivano le riconferme

Prime riconferme in casa Opera Basket: saranno sicuramente ancora parte del roster C Gold 2019/20 Davide Spirolazzi, Nicolò Cattaneo e l’under Daniele Cazzaniga. Altre posizioni sono in fase di definizione e verranno chiarite nei prossimi giorni. Nel frattempo si lavora alacremente per rendere il più competitivo possibile il roster.

Stay tuned….

C Gold: Confermato lo staff tecnico

Confermato ad Opera lo staff tecnico, con Marco Celè a guidare il team di C Gold, coadiuvato da Gabriele Lo Iacono, alla sua terza stagione nello staff degli Spartani. E’ prevista a breve l’inserimento di una terza figura che si aggiungerà agli attuali coaches e che permetterà allo stesso gruppo tecnico di assumere anche la conduzione del gruppo che disputerà il campionato di Promozione targato Città di Opera, e che servirà da campionato di sviluppo per i ragazzi del nostro vivaio, con l’ottica di possibili inserimenti futuri anche in C Gold. A tutti i tecnici auguriamo un buon lavoro per una serena e proficua stagione.

C GOLD poule salvezza: La trasferta a Sustinente ci regala la salvezza

Era da vincere… punto e basta… ma forse non sarebbe bastato, rimettendoci in gioco nell’ultima giornata del girone. Ma a fine partita, negli spogliatoi, è esploso un boato fragoroso… Cantù aveva perso a Cremona sancendo la nostra matematica salvezza senza passare dai play out. La lunga trasferta in pullman forse ha cementato maggiormente il legame tra i ragazzi chiamati ad un grande sforzo in un campo davvero difficile e contro una signora squadra.

Dopo un primo tempo in cui i mantovani hanno trovato tutto facile, segnando 43 punti, complice una difesa biancoverde rivedibile, al rientro dagli spogliatoi i ragazzi di Celè trasformano la propria area in un fortino inespugnabile. Si parte con il recupero nel terzo quarto, fino ha creare un break nell’ultimo quarto con il quale, poi,riusciamo a gestire il match e non far più rientrare i padroni di casa. La pressione in difesa è stata l’arma vincente con la quale abbiamo chiuso gli spazi al lungo Tomic e sul perimetro siamo riusciti spesso a recuperare palloni che hanno aperto le nostre transizioni. Ma anche le nostre rotazioni più lunghe ci hanno permesso di essere più lucidi e più freschi, soprattutto negli ultimi minuti del match e portare a casa il tanto sofferto e sospirato referto rosa. Ora l’ultimo sforzo della stagione con il match casalingo di sabato 25 alle 21, in cui affronteremo i bergamaschi di Blu Orobica. Ci aspettiamo un numeroso pubblico per festeggiare insieme i biancoverdi.

Sustinente 73 – OBC 80         (25/21 18/16 17/21 13/22)

De Francesco ne, Cazzaniga L.3, Fontana, Cattaneo 11, Cazzaniga D. ne, Werlich 8, Nicoletti 4, Iurato 13, Vercesi 9, Spirolazzi 12, Chiesa 13, Pastori 7

C Gold Poule salvezza: Sprecata un’occasione

Incassare 2 punti nella partita casalinga con Lissone poteva rappresentare una sorta di quasi salvezza per i nostri colori; si inciampa, invece, nel match dove la precisione da tre viene a mancare e non sono sfruttate le tante doppie opportunità che la difesa ospite ci concede soprattutto nel primo tempo. Ma sbagliamo anche facili appoggi che avrebbero potuto creare una sorte di “ cuscinetto “ che ci sarebbe servito per gestire in quasi serenità il finale del match. Ci giochiamo invece la vittoria nell’ultimo quarto, dopo che in 30 minuti il risultato è impattato dai brianzoli. Ma l’inerzia del match è nelle mani di Lissone che non ci lascia scampo e ci condanna a giocare la stagione nelle prossime due partite, nelle quali il referto rosa è d’obbligo.

OBC 68 – Lissone 74      (16/14 23/22 12/15 17 /23)

Cazzaniga L. 3, Fontana, Cattaneo 11, Cazzaniga D. ne, Werlich 12 , Nicoletti 4, Iurato 10, Rao, Vercesi 6, Spirolazzi 15, Chiesa 2, Pastori 5

C GOLD Poule salvezza: Biancoverdi corsari a Cremona

Grazie ad un primo tempo degno di nota, fatto di concretezza e tanta intensità, gli Spartani incasellano la seconda vittoria consecutiva ed in virtù della sconfitta di Cislago, consolidano il quinto posto lasciando a 4 lunghezze il terzetto Cantù/ Cislago/ Sustinente. Prova convincente per tutti i primi venti minuti di gioco con gli operesi che sviluppano ficcanti azioni, portando scompiglio nelle fila cremonesi. La squadra è in gas ed il pallone gira velocemente, permettendo lo sviluppo di interessanti spaziature che creano situazioni dove troviamo spesso l’uomo libero sotto canestro. Con i padroni di casa frastornati si rientra negli spogliatoi sopra di 18, con l’intento di non calare la guardia, in vista della ripresa del gioco. Solo nel terzo quarto, Cremona tenta il recupero presentandosi più aggressiva ed insieme alla nostra lucidità che cala, accorcia portandosi a – 13, dopo 30 minuti. I cremonesi provano a ricucire lo strappo, ma per metà dell’ ultima frazione, il gap rimane invariato. Poi alcune nostre forzature ed una serie di liberi con percentuali rivedibili, portano gli avversari a recuperare e a 2 minuti e 30 sono solo a due possessi. Botta e risposta nei seguenti 120 secondi, arrivando a + 7 a 30 secondi dal termine. Spirolazzi ancora in lunetta e 0 su 2. Sul ribaltamento di fronte una bomba a 13 secondi , porta i padroni di casa a – 4. Con il tempo rimasto continua la saga dei falli tattici. Tocca a Cattaneo 1 su 2. + 5 e dopo il time out dei bianchi cremonesi, Iurato esce dal campo commettendo il suo quinto fallo contestando un tiro dai 6,25. 3 su 3 e +2 a 5 secondi dalla sirena. Rimessa nostra e fallo su Werlich. 1 su 2 e sul rimbalzo il tiro della disperazione dei padroni di casa che si infrange sul tabellone.

Sanse Basket 69 – OBC 72    (13/22 13/22 21/16 22/10)

De Francesco, Cazzaniga L. 3, Fontana, Cattaneo 10, Werlich 10, Nicoletti 2, Iurato 10, Vercesi 2, Spirolazzi 21, Chiesa 6, Pastori 8

C GOLD poule salvezza: Si torna a vincere

Dopo due sconfitte brucianti, per la poca concretezza con cui gli Spartani sono scesi in campo, nella gara casalinga contro Cernusco si torna a sorridere intascando il referto rosa. I bufali di Cernusco però, nonostante fossero già salvi, non si sono presentati privi di motivazioni, ma i due punti erano di vitale importanza per la nostra classifica. E visti i risultati delle dirette concorrenti, mai come in questa giornata si sono trasformati in oro, grazie ad un ottimo ultimo quarto giocato con il coltello tra i denti e mostrando la fisicità che ci è mancata nelle ultime due partite. Si inizia con motivazioni a mille, ma il primo tempo è stato sempre nelle mani degli ospiti, con i biancoverdi sempre a rincorrere, anche se il gap non è mai stato troppo profondo. Siamo sotto di 5 punti dopo i venti minuti, ma al rientro in campo gli Spartani cambiano marcia, mostrando più consapevolezza e più cattiveria, soprattutto nella nostra area. Si lasciano gli ospiti con solo 9 punti realizzati e portando il divario a solo un possesso. Il match lo vinciamo nell’ ultimo quarto con una grande prova difensiva che crea spesso buoni presupposti di gioco offensivo. Si arriva a 2 e 30 dal termine sopra di 7. Ma il vantaggio dura poco con Guffanti che fa la voce grossa nella nostra area, impattando il risultato a 57 pari; ma nell’azione successiva, Spirolazzi realizza portandoci avanti di 2. Time out per gli ospiti quando manca una manciata di secondi al termine. Alla ripresa del gioco, Chiesa stoppa il facile appoggio di Beretta, mandando il pubblico in delirio; poi un paio di nostri falli tattici per fermare le azioni avversarie fino ad arrivare a 8 secondi con palla in mano nostra sulla rimessa. Iurato si fa consegnare la palla e riceve un fallo tattico che lo manda in lunetta. 1 su 2 che porta il vantaggio a + 3 e time out ancora per Cernusco. Rimessa ospite nella nostra metà campo con 4 secondi da giocare che sembrano un’ eternità, ma il nostro quintetto non lascia respirare gli avanti ospiti che non riescono a ricevere la palla. Scadono così i 5 secondi con il molten che torna nelle nostre mani fino alla sirena finale.

OBC 60 – Cernusco 57           (14/15 18/22 11/9 17/11)

Cazzaniga L. 1, Fontana, Cattaneo 11, Werlich 8, Nicoletti, Iurato 11, Rao, Vercesi 3, Spirolazzi 16, Chiesa 8, Pastori 2

Under 13 Fip Gold: Aspettando gli spareggi

Ultima di campionato (aspettando gli spareggi) per la nostra Under 13. Si gioca in casa di Corsico, una squadra temibile sia dal punto di vista fisico che tecnico. Opera vince la prima palla a due ma perde il possesso e gli avversari ne approfittano subito per segnare i primi due punti con un’azione personale. I nostri replicano giocando collettivamente ma è chiaro fin da subito che alcuni giocatori della squadra di casa sono particolarmente in giornata., il primo periodo si conclude 14 a 23 nonostante la buona difesa di Opera. Si rientra in campo e il tipo di gioco cambia solo parzialmente, gli errori sono molteplici da entrambe le parti, Corsico però sfrutta bene la sua maggiore fisicità concludendo il primo tempo 25 a 33. Nel secondo tempo Corsico continua a dimostrarsi più precisa nelle realizzazioni, sia nel perimetro che sui tiri liberi, Opera invece non trova mai i giusti spazi in attacco e guadagna pochissimi punti rispetto ai tiri effettuati. L’ultimo periodo comincia sul 33 a 48 per il Corsico. Opera riesce a riportarsi a -7 soprattutto grazie a un grande lavoro difensivo. La superiorità sui rimbalzi è netta da parte di Opera su entrambi i lati del campo, purtroppo la finalizzazione offensiva non lo è. Gli errori a cronometro fermo e la poca pericolosità sui tiri dalla distanza penalizzano il grande lavoro difensivo. Corsico va a vincere 65 a 48 con merito ma i nostri spartani devono essere consci del fatto di potere e dover dare di più.

C GOLD-Poule salvezza: Vittoria di carattere

Match contro Sustinente da vivere fino all’ultimo respiro in virtù del fatto che era una sfida salvezza, visti gli stessi punti in classifica e perché per 38 minuti gli Spartani hanno dovuto rincorrere gli ospiti, in vantaggio durante la partita anche di 10 punti a metà del terzo quarto. Partita sempre in salita che i biancoverdi risolvono negli ultimi secondi del match con grande grinta e determinazione, dopo che solo nell’ultima frazione di gioco, siamo riusciti a ricucire del tutto il gap. E partiamo proprio a 2 minuti dal termine, quando riusciamo a sorpassare i mantovani di 1 punto. C’è grande equilibrio in questi momenti, rotto solo da una serie di liberi che però non creano vantaggio per nessuna squadra. La palla scotta nelle mani e la precisione ne risente. A 33 secondi dal termine, sotto di 1, a Cattaneo viene fischiato un fallo, nel tentativo di fermare Buzzi dalla linea dei tre punti. 1 su 3, portano Sustinente a + 2. Sul capovolgimento di fronte, l’assist di Cattaneo per l’appoggio di Iurato, lasciato solo in area, impatta il risultato. Mancano 25 secondi e time out per gli ospiti. Cerniz su pressione di Nicoletti perde palla mettendo il piede sulla linea. Restano 7 secondi e palla in mano nostra con Pastori, che guardando il tabellone e totalmente libero, dai 6,25 trafigge la retina. + 3 . I 2,8 secondi che rimangono vedono i nostri ragazzi mettere pressione nella nostra area per evitare il tiro del pareggio. Ne scaturisce un tiro da due che tocca solo il ferro e la sirena sancisce la nostra vittoria.

OBC 67 – Sustinente 64              (16/21 16/12 10/16 25/15)

De Francesco ne, Cazzaniga L. 2, Fontana, Cattaneo 14, Cazzaniga D. ne, Werlich 8, Nicoletti 2, Iurato 14, Vercesi 3, Spirolazzi 13, Chiesa, Pastori 11

C Gold Poule Salvezza: Spartani corsari a Lissone

Con un ottimo primo tempo, nel quale costruiamo un buon vantaggio e con un secondo tempo di sofferenza, ma sempre con la testa sul campo, gli Spartani espugnano il difficile campo di Lissone in un match che sulla carta risultava proibitivo per i nostri colori. Invece riusciamo, per tutto il primo quarto, a correre ed essere fluidi, prendendo spesso di sorpresa i nostri avversari. Con un bottino di +10, gli Spartani scendono sul campo, nella seconda frazione, con la stessa voglia e determinazione, ma devono fare i conti con i brianzoli, che si schierano in modo più accorto. Gli attacchi hanno spesso la meglio sulle difese da ambo le parti e con 4 possessi in nostro favore, si rientra negli spogliatoi. Il secondo quarto ci vede alquanto frizzanti e con un ottimo Cattaneo, teniamo il ritorno di Lissone. Si tocca i + 20 di vantaggio con continue triple che muovono la retina avversaria. Nell’ultima parte i padroni di casa spingono sul gas e complici alcune nostre lacune difensive, si riavvicinano in modo preoccupante. Ci pensa Pastori a tagliare le gambe ai nostri avversari infilando dalla linea dei 6,25, riuscendo così a gestire gli ultimi istanti del match ed incassare due punti insperati.

Lissone 69 – OBC 76         (12/22 20/22 17/16 20/16)

De Francesco ne, Cazzaniga L. 3, Fontana, Cattaneo 27, Cazzaniga D. ne, Werlich 6, Nicoletti 3, Iurato 16, Rao ne, Spirolazzi 9, Chiesa, Pastori 12

Under 13 Fip Gold: Referto giallo contro Lodi.

Sconfitta in casa di Lodi per i nostri spartani. La squadra di casa aumenta la fisicità di cui aveva già dato dimostrazione nella partita di andata. Interpreta fin da subito il gioco chiudendo gli spazi e dominando sotto canestro. Questo permette a Lodi di terminare il primo periodo 18 a 22. Sul secondo le cose non cambiano e i nostri spartani hanno sempre problemi nelle penetrazioni, la palla non gira e la maggior parte delle volte ci si schianta contro la difesa avversaria. Il primo tempo si conclude sul 16 a 38. Anche nel secondo tempo le variazioni sono minime. Opera continua a essere chiusa non riuscendo a sfruttare gli spazi, soprattutto nel perimetro. Il terzo periodo termina 21 a 55 e i nostri non riescono a cambiare l’interpretazione del gioco. Il quarto è la fotocopia dei precedenti e si termina sul 65 a 34. Il Lodi si dimostra una squadra forte sotto tutti i punti di vista mentre i ragazzi in blu oggi denotano qualche difficoltà di troppo.