Under 13 F: Ultimo atto di una stagione da ricordare

Pol. Aurora Vedano – Città di Opera 49-30    (14-6, 14-5, 13-13, 8-6)

Si conclude con un self a centrocampo l’avventura delle Spartane nel Gold, in casa della capolista Vedano Olona (una sola sconfitta in 12 incontri). Uno scatto per immortalare una grande stagione sportiva che ha visto le ragazze operesi competere e, senza mai sfigurare, con le migliori squadre di categoria della Lombardia! Partita a due volti, nella prima metà della gara le ragazze operesi sono apparse contratte, con frequenti errori in fase offensiva e tiri per lo più forzati. La difesa si è invece mostrata attenta, costringendo le avversarie a tirare spesso dalla media distanza o da fuori. Dopo il primo quarto (14-6), Vedano sembra poter controllare con facilità la gara. Anche nella seconda frazione di gioco la superiorità tecnica della capolista è evidente, un canestro delle Spartane sullo scadere, rende meno ampio il distacco. Si va all’intervallo sul 28-11, con Opera che deve recriminare però per molti contropiedi (sei) con appoggio al tabellone sbagliato.

Le Spartane rientrano dagli spogliatoi con un atteggiamento diverso, lottando su tutti i palloni e giocando con la giusta intensità. Dopo due canestri per parte, con un’energica pressione difensiva e sfruttando le ripartenze, Opera realizza un importante break di 6-0 (32-21) rientrando di fatto in partita, seppur con un notevole dispendio di energie. Un tiro ben costruito dall’angolo per il possibile -9 si infrange sul ferro, dal rimbalzo difensivo scaturisce un gioco da tre per le avversarie che spegne l’inerzia delle Spartane. Vedano, grazie anche alle belle giocate individuali dalla sua giocatrice più talentuosa, ricuce lo strappo. Il terzo quarto si chiude così sul 41-24. Nell”ultimo periodo molta imprecisione al tiro da ambo le parti, complice la stanchezza e l’inusuale forte caldo. Si realizza quindi poco (8-6 il parziale), spazio meritato per le rotazioni ampie per entrambe le squadre. Punteggio finale 49-30

Mentre Vedano affronterà nei playoff la quarta del girone 2, le Spartane torneranno a lavorare in palestra per gettare le basi ed iniziare a programmare con calma la prossima stagione.

 

Spartane U13 F, nulla da fare contro il Geas

Città di Opera  -  Geas Basket  27-65      (7-17, 1-17, 9-21, 10-10)

Le Spartane nel loro ultimo impegno casalingo di campionato ospitano nuovamente le sestesi del Geas (si è resa infatti necessaria un inversione di campo per indisponibilità del loro impianto “PalaCarzaniga”), una gara che ci ha visti in partita solo un quarto. Netta la superiorità fisica e tecnica delle avversarie, che tuttavia soffrono inizialmente la pressione difensiva delle Spartane. Avvio di gara equilibrato (6-7) sino alla metà del primo quarto, poi le geassine trovano una serie di canestri in contropiede e da sotto utilizzando bene il loro centro per il break di 0-8 che di fatto segna il primo solco tra le due squadre. Il primo quarto si chiude sotto di 10 (7-17). Nella seconda frazione di gioco il dominio delle avversarie è evidente, le ragazze operesi faticano a contenere le ripartenze, in fase offensiva molte imprecisioni al tiro creano un gap importante. Si va al riposo sul 8-34, con Opera che recrimina per percentuali infelici al liberi (2/16 all’intervallo, 5/20 a fine gara).

Al rientro dagli spogliatoi, le Spartane sembrano più reattive, gioco più fluido con tiri ben costruiti. Nonostante il largo vantaggio acquisito, le avversarie non subiscono cali di concentrazione amministrando senza difficoltà la gara. Il terzo periodo si chiude sul 17-55. Spazio alle rotazioni nell’ultimo quarto, che per la cronaca si rivela equilibrato (10-10 il parziale).

Un passo indietro rispetto alla gara di qualche giorno fa con la capolista Vedano, una sconfitta netta che tuttavia non scalfisce la valutazione positiva dell’esperienza in gold, che darà modo alle ragazze in futuro di crescere avendo ben in mente qual è il livello dell’asticella da alzare.

Ultimo impegno ufficiale sabato 21/4 a Vedano Olona per provare ad impensierire la forte formazione varesina .

 

Under 13 F : Spartane, una buona prova contro la capolista ma non basta !

Città di Opera – Pol.Aurora Vedano 35-56     (10-24, 10-10, 5-13, 10-9)

Le Spartane, nella penultima gara casalinga, ospitano al PalaNenni la capolista Vedano (una sola sconfitta in nove gare disputate) per una partita che sulla carta appare proibitiva. Alla fine pronostico rispettato, ma le Spartane (oggi guidate magistralmente da coach Torresani causa un concomitante ed importante impegno sportivo del capo allenatore Pedrinelli) non sfigurano affatto, tenendo testa per almeno due quarti alle forti avversarie. Vedano rompe l’equilibrio iniziale verso la metà del primo quarto, con il primo allungo (4-12) ottenuto con un gioco veloce e tre tiri da fuori. Opera prova a reagire, costruendo belle azioni ma concretizzando poco. Nel primo quarto le ospiti sembrano poter controllare agevolmente la gara, chiudendo il periodo sul 10-24. Altro atteggiamento delle Spartane nel secondo quarto, grande pressione difensiva, in particolare sulla loro giocatrice più talentuosa (autrice alla fine di ben 26 punti).Break iniziale di Opera (4-0), ricucito non senza fatica da Vedano dopo due minuti. La partita è divertente, si assiste a delle belle giocate da ambo le parti. Frazione di gioco equilibrata (10-10) con Opera che recrimina per i molti errori dalla lunetta. Si va al riposo sul +14 (20-34) per gli ospiti.

Al rientro dagli spogliatoi, complice qualche disattenzione difensiva di Opera, Vedano parte subito forte. Dalle ripartenze, ed ancora una volta da conclusioni da fuori, scaturisce dopo solo due minuti il break di 7-0 (20-41), interrotto da un bel canestro in contropiede. Le Spartane, non riuscendo a penetrare la difesa avversaria, sono costrette a prendersi tiri forzati i cui rimbalzi sono spesso conquistati dalle avversarie che in contropiede risultano implacabili. Sul finire del tempo un gioco da tre delle ragazze operesi chiude il periodo sul 25-47. Nonostante il risultato compromesso, le Spartane ritrovano nell’ultimo quarto la stessa intensità vista a metà gara giocando alla pari e strappando applausi del pubblico. Per la cronaca Opera si aggiudica il periodo per 10-9.

Nel complesso una buona prova disputata contro la formazione che ci ha maggiormente impressionato e che, a nostro avviso, farà molta strada nella competizione. (Le prime quattro classificate dei due gironi si contenderanno il titolo regionale di categoria ai playoff).

Il campionato volge al termine, ultimi due impegni con Geas mercoledì 11/4 ed il 21/4 ultima trasferta a Vedano.

 

 

Under 13 F: Spartane, black out nel terzo quarto

Azzanese – Citta di Opera 57-37       (16-10, 12-13, 24-6, 5-8)

Le Spartane escono sconfitte dal parquet di Azzano San Paolo contro le seconde in classifica, vendendo però cara la pelle. Primi due quarti caratterizzati da continui capovolgimenti di fronte. Buon avvio di gara per le operesi che alla metà dell primo quarto si trovano avanti per 2-6, prima di subire la pressione delle avversarie ed il loro break di 10-0 che ribalta il punteggio sul 12-6. Le Spartane riescono a ricompattarsi ed a giocare alla pari gli ultimi due minuti. Il periodo si chiude con le padrone di casa avanti 16-10. Grande intensità delle Spartane nella seconda frazione di gioco, che mette in seria difficoltà le avversarie per almeno sei minuti. Importante break di Opera (2-8) per la momentanea parità (18-18) ottenuto sfruttando il contropiede e con due tiri dalla media distanza che costringe Azzanese al time out. Dopo il minuto di sospensione, le bergamasche spingono sull’acceleratore, e le loro ripartenze si rivelano spesso efficaci. Nasce così il break di 4-0 per il sorpasso interno.

La partita ha ritmi piuttosto veloci, le Spartane comunque tengono bene il campo, e non sembrano intimorite dal netto divario in classifica.

Il periodo resta ad appannaggio delle Spartane, si va negli spogliatoi sul punteggio di 28-23 per le padrone di casa. Il terzo quarto purtroppo registra il crollo emotivo e fisico delle operesi, un vero black out che dura un intero periodo di gioco dove le Spartane subiscono la maggior tenuta atletica delle avversarie, e commettono una serie di svarioni difensivi che consentono alla formazione bergamasca di dilagare. (52-29 il punteggio al termine del terzo periodo). Nonostante la gara sia ormai compromessa, le ragazze operesi ritrovano nell’ultimo periodo la dovuta concentrazione e lo stesso atteggiamento che le ha viste protagoniste nel primo tempo.

Per la cronaca, le Spartane si aggiudicano l’ultima frazione di gioco, realizzando anche una tripla.

Prossimo appuntamento, dopo la sosta pasquale, domenica 8 aprile al PalaDante contro l’imbattuta capolista Pallacanestro Aurora Vedano.

 

Under 13 F – Spartane, gara da dimenticare.

Città di Opera- Bk S.Ambrogio Mariano 33-46            (1-10, 9-5, 8-17, 15-14)

Nel recupero della 3a giornata di andata, disputatosi al PalaDante, le Spartane escono malamente sconfitte proprio con lo stesso avversario cui solo qualche giorno prima avevano sfiorato la vittoria in trasferta. Le padrone di casa sono apparse sin dall’inizio contratte, nervose ed inconcludenti sotto canestro. Primo quarto da dimenticare (1-5 alla metà del tempo), ed 1-10 al termine del primo periodo con percentuali al tiro davvero disastrose (0-13 da due dopo la prima frazione di gioco). Ottimo avvio invece di secondo periodo per le Spartane, finalmente reattive e più aggressive in difesa. Nasce così il break di 6-0 (7-10, dopo quattro minuti) ottenuto sfruttando le ripartenze, che riporta in carreggiata le operesi. Un tiro da fuori area ben costruito regala agli ospiti i primi due punti del quarto. Fase della partita caratterizzata da frequenti imprecisioni reciproche, solo negli ultimi due minuti finali entrambe le squadre trovano il canestro. Si va al riposo sul punteggio di 10-15.

Al ritorno dagli spogliatoi Opera trova due punti con un comodo appoggio al tabellone, cui gli avversari rispondono con un break di 8-2 (12-23) per un importante allungo dei brianzoli. Gli avversari esercitano un asfissiante pressing sulle rimesse, costringendoci di fatto a passaggi frettolosi da cui ripartono contropiedi che sistematicamente ci puniscono. Le Spartane sembrano ripiombate nella fase di black out di inizio partita, Mariano sempre poter controllare la gara con facilità ed il punteggio di chiusura terzo quarto (+ 14 18-32) premia meritatamente i nostri avversari. Nell’ultimo periodo Opera entra in campo con un atteggiamento diverso, un break inizale di 4-0 illude le Spartane che una rimonta sia possibile. Un’azione in contropiede degli avversari interrompe l’inerzia dei padroni di casa. L’ultima frazione di gioco è di fatto vivace, si assiste a tratti a qualche bella giocata da ambo le parti. Per la cronaca, di misura, Opera si aggiudica il parziale non cancellando certamente una prestazione sottotono.

Prossimo appuntamento sabato 24/3 in trasferta contro l’Azzanese, dove le nostre Spartane sono chiamate ad una prova di orgoglio seppur con un avversario proibitivo.

 

Under 13 F – Spartane, vittoria sfiorata in trasferta

Bkt S.Ambrogio Mariano Comense – Città di Opera 43-38     (13-13, 11-8, 13-8, 6-9)

Le Spartane, nella trasferta infrasettimanale di Mariano Comense, al termine di una partita punto a punto sfiorano la vittoria cedendo solo nel finale. Buon avvio di gare delle Operesi, subito in vantaggio (0-3) con la trasformazione di un libero e di un canestro in contropiede, cui gli avversari rispondono prontamente con un gioco da tre (canestro e libero aggiuntivo). Primo quarto sempre in perfetto equilibrio (13-13) ) con due mini break per parte ed imprecisioni al tiro di ambe le squadre. Sale l’intensità di gioco nella seconda frazione, Mariano prova a scappare con un break iniziale di 6-0 (19-13), frutto di due disattenzioni difensive e di un comodo tiro concesso.

Le Spartane rientrano in campo, dopo l’inevitabile time out, con maggior ordine nella costruzione del gioco e piùr aggressività in difesa. Nasce cosi il parziale di 8-0 che regala il sorpasso momentaneo (19-21). Gli avversari interrompono il break con un bel tiro da fuori e negli ultimi secondi, un’ingenuità difensiva su errore a rimbalzo, ci costa tre punti pesanti. Si va all’intervallo con il punteggio di 24-21. Nel terzo quarto le ragazze operesi soffrono la pressione dei padroni di casa, la loro maggior fisicità ci porta spesso a forzare conclusioni ed a sbagliare facili appoggi. Si chiude la frazione di gioco sul 37-29. Nell’ultimo periodo le Spartane, sempre incitate dalla panchina, antepongono in tutte le azioni quell’energia ed attenzioni viste nella prima fase del campionato (girone di qualificazione). La partita è molto intensa, con contatti duri al limite del regolamento. Due contropiedi, frutto di palle recuperate, ci regala due canestri importanti per il -4 (39-35) a tre minuti dal termine. A meno di due minuti dalla sirena, Opera impatta per il 39-39. Le azioni finali sono caotiche, le squadre ormai provate sono imprecise al tiro. Mariano realizza il canestro del +2, un tiro ben costruito delle Spartane si infrange sul ferro. Dalla lunetta i punti decisivi che regala la vittoria ai brianzoli .

Buona prova per le Spartane, resta il rammarico per le numerose imprecisioni al tiro e sopratutto per i sei rimbalzi in meno che alla fine risulteranno determinanti.

Prossimo impegno domenica 18/3, nel recupero di campionato (PalaDante), che vedrà le operesi nuovamente impegnate con Mariano Comense per la rivincita.

Under 13 F – Spartane Ko, Bfm spietate

BFM Basket Unica Milano  – Città di Opera 63-30          (20-12, 10-5, 19-8, 14-5)

Le Spartane escono sconfitte dalla proibitiva trasferta della Forza e Coraggio contro la Bfm, disputando (nonostante un punteggio finale eccessivamente severo) una gara più ordinata rispetto alla prestazione incolore di settimana scorsa a Bollate. La partita inizia con ripetuti errori da ambo le parti sotto canestro, sono le Spartane a sbloccare il risultato con un tiro piazzato frontale. Prima metà di quarto equilibrata (4-4 dopo quattro minuti), con numerosi errori delle Spartane che sbagliano facili conclusioni. Le Poiane appaiono più determinate, con un pressing quasi asfissiante e sempre presenti a rimbalzo (alla fine risulterà netta la supremazia delle padrone di casa, con ben 17 rimbalzi catturati in più). Dalle ripartenze nasce il primo break di 8-0 per Bfm (12-4), cui le Spartane riescono a rispondere con un mini parziale di 4-0 (12-8) dimostrando di voler rimanere in partita. Con il trascorrere dei minuti emerge però la maggior fisicità degli avversari che trovano canestri con tiri da fuori, penetrazioni e riuscendo a batterci nel 1vs1 sul secondo passo . Il primo quarto si chiude sul 20-12. Anche nel secondo periodo le Spartane soffrono la maggior aggressività degli avversari che risultano spietate in fase offensiva, approfittando degli errori delle operesi e sfruttando magistralmente le ripartenze. Si va all’intervallo con le Spartane sotto di 13 (30-17).

Il terzo quarto si apre con un parziale di 8-1 per il + 20 delle milanesi (38-18) che, probabilmente, pone fine alle esilii speranze di rimonta delle Spartane. Sulle ali dell’entusiasmo e della maggior velocità espressa, Bfm controlla agevolmente la partita e chiude il periodo sul 49-25. Opera prova a giocare senza guardare il tabellone per i restanti minuti, ma forse subentra nelle ragazze un comprensibile sconforto, viste anche le scarse percentuali al tiro (le più basse registrate in questa fase gold): 14% ( 8/55)

Nota positiva, maggior precisione dalla lunetta rispetto alla media stagionale.

Le Spartane proveranno a riscattarsi nel doppio appuntamento ravvicinato vs Mariano Comense, a partire dalla trasferta infrasettimanale di mercoledì e dal ritorno di domenica 18/3 al PalaDante.

Forza Spartane !

Under 13 F – Spartane, sconfitta a Bollate

Ardor Bollate – Città di Opera 46-27         (16-10, 9-2; 15-8, 6-7)

Inizia con una sconfitta il girone di ritorno per le Spartane, impegnate in trasferta sul campo dell’Ardor Bollate. La squadra operese è apparsa sin da subito contratta, disputando una gara al di sotto delle proprie potenzialità e mostrando un’involuzione nel gioco rispetto ai suoi abituali standard. La partita si apre con gli arancioni di casa subito avanti 8-0, che trovano facili canestri con comodi tiri e penetrazioni poco contrastate dalla difesa. Troviamo i primi punti sfruttando un contropiede e realizzando un libero. Necessario un time out dopo un successivo break di 4-0 di Bollate (12-3) per mettere ordine nel gioco delle Spartane. Il primo quarto si chiude sul 16-10, con una maggior precisione in fase offensiva denotata dopo il minuto di sospensione. Nel secondo periodo le avversarie esercitano un efficace pressing, costringendoci a commettere frequentemente infrazione di 8 secondi. Un solo canestro per le Spartane nel periodo, frutto di imprecisioni da sotto e di una energica pressione difensiva degli avversari, si va quindi all’intervallo sotto di 13 (25-12).

Al rientro dagli spogliatoi Bollate ha la giusta cattiveria agonistica per chiudere la partita, sfruttando l’incertezza offensiva delle Spartane che faticano a trovare le conclusioni a canestro. Nasce cosi il break decisivo di 8-0 (33-12) che conferisce ulteriore sicurezza agli avversari, cui le operesi riescono a rispondere con due palle rubate trasformate in canestro per il 34-16 a due minuti dalla fine del periodo. Il terzo quarto si chiude sul punteggio di 40-20. Opera prova a reagire nell’ultimo quarto, trovando due canestri consecutivi in contropiede. Troppo tardi però per raddrizzare una partita non disputata con la consueta intensità. Per la cronaca le Spartane si aggiudicano il parziale (6-7) .

Servirà ben altro atteggiamento nel prossimo appuntamento che vedrà le Spartane far visita alla BFM domenica 11/3 nello storico impianto della Forza e Coraggio .

JOIN THE GAME

Domenica 25 febbraio si è svolta in tutta Italia la fase provinciale del Torneo Nazionale 3 vs 3 denominato Join the game, manifestazione riservata alle squadre U13 e U14 femminili e maschili (squadre composte da 4 giocatori con cambi liberi “in corsa”e comunque senza fermare il tempo).

Grande impresa delle nostre Spartane che con entrambi i roster (Spartan’s Girls ed Opera’s Girls) hanno vinto i loro rispettivi gironi approdando cosi alla fase regionale in programma a Milano il prossimo 25 marzo.

 

Under 13 F: Spartane sconfitte dal Geas

Under 13 F Gold: Città di Opera-Geas Sesto S.G.  30-56       (7-17, 6-10, 9-16, 8-13)

Nel posticipo infrasettimanale della 6a giornata della fase Gold, le Spartane cedono al PalaDante dinanzi alla superiorità fisica ed atletica del Geas Sesto San Giovanni. Le ragazze di coach Pedrinelli sono apparse sin dalle battute iniziali intimorite dal blasone delle avversarie e l’atteggiamento rinunciatario visto in campo (sopratutto nei primi due quarti) ha di fatto condizionato l’esito della gara. La partita si apre subito con un parziale di 6-0 per le sestesi, interrotto da un tiro libero. Opera fatica nella costruzione del gioco, favorendo così le ripartenze delle geassine, che sotto canestro risultano implacabili non concedono sconti. Le Spartane tuttavia, nonostante importanti errori da sotto e molte imprecisioni dalla lunetta, all’intervallo sono ancora in partita (13-27).

Nel terzo quarto il copione non cambia ed il Geas inizia subito con un break di 4-0 che conferisce alle nostre avversarie ulteriore sicurezza. A metà periodo la partita è di fatto compromessa, ma le Spartane sembrano ritrovare entusiasmo e concentrazione, facendo vedere a sprazzi, della discreta pallacanestro ed anteponendo una maggiore intensità difensiva. Decisamente più equilibrato l’ultimo periodo, punto a punto (8-9) fino a un minuto dal termine, quando concediamo due canestri consecutivi scaturiti da una penetrazione e da un tiro da fuori.

Pronostico alla fine rispettato per le rossonere, ma resta il rammarico per non aver affrontato la gara con il solito piglio che contraddistingue le Spartane.

Il campionato si ferma (prossimo appuntamento a Bollate il 3/3) per lasciare spazio domenica 25/2 al torneo JOIN THE GAME (3 vs 3) che vedrà le nostre Spartane impegnate nella sede prescelta di Macherio (MB) con due squadre (Spartan’s Girl e Opera’s Girls)

UNDER 13 F: SPARTANE SCONFITTE DA UNA FORTISSIMA AZZANESE

Le Spartane, scese in campo ancora con una formazione incompleta, cedono al PalaNenni contro i pari età dell’Azzanese basket ma lottando con grande personalità per almeno due quarti. Pronostico alla fine rispettato per le ragazze bergamasche, che non solo erano imbattute ma vantavano nelle nove gare sinora disputate (fase qualificazione e classificazione) una ragguardevole media di quasi 80 punti a partita.

La gara è sin dalle battute iniziali molto fisica ed intensa, partita in sostanziale equilibrio per i primi sei minuti, dove una difesa attenta riesce a contenere le loro incursioni offensive. Sul finire del periodo però, primo importante break degli ospiti (4-13) che costringe coach Pedrinelli a chiamare minuto. La squadra rientra dal time out con una maggior concentrazione, realizzando un bel canestro in sospensione ed un libero che fissa il primo quarto sul punteggio di 7-15 per gli ospiti. E’ nel secondo periodo che le Spartane danno il meglio di sé, mostrando grande “cattiveria” agonistica e “buttandosi” su tutti palloni, il tutto però con un notevole dispendio di energia. A tre minuti dalla fine del secondo quarto un canestro dall’angolo ci avvicina a -4 (17-21). Da due palle perse in attacco scaturiscono due contropiedi per il contro break di 0-5. Si va così al riposo sul 17-26.Nel terzo periodo Opera riesce a rimanere in partita per i primi tre minuti, rispondendo prontamente ai due canestri degli avversari (21-31), ma la differenza tecnica tra le due formazioni emerge in modo dirompente. Infatti una grande pressione difensiva, con talvolta raddoppi di marcatura sulla portatrice di palla, consentono all’Azzanese di costruire ripartenze efficaci e di prendersi spesso facili tiri con il quale viene costruito il pesante break di 0-11 che chiude il quarto sul punteggio di 21-42. La partita di fatto termina qui, con le Spartane che nell’ultimo periodo litigano continuamente con il canestro.

Resta il rammarico per un punteggio finale sin troppo severo, ma la consapevolezza (per stessa ammissione dell’allenatrice ospite) di ” esser stata la prima squadra a metterle in difficoltà”. Le Spartane approfitteranno del turno di riposo del campionato, per preparare al meglio in palestra la sfida con il GEAS del prossimo 19 febbraio (ore 19,30) al PalaDante.

Città di Opera  -  Azzanese  22-49      (7-15, 10-11, 4-16, 1-7)