UNDER 16 FIP: Sconfitta in trasferta.

Piccolo passo indietro dei ragazzi di coach Pozzi nella trasferta in quel di Cassina de Pecchi. I ragazzi sono riusciti a restare in partita sino a metà del secondo quarto o meglio hanno provato a metterci determinazione e voglia di lottare. Successivamente c’è stato un vistoso calo dal punto di vista dell’intensità. Squadra locale schierata per l’intero match a zona che ha creato non pochi problemi alle nostre azioni offensive. Si arrivava sotto canestro con parecchia difficoltà che sommata alla giornata no di alcuni nostri elementi ha reso tutto più facile per i ragazzi di Cassina. All’intervallo lungo siamo sotto di 14 (43 – 29).

Al rientro dagli spogliatoi i nostri Spartani sembravano scarichi e con il passare dei minuti sembrava aumentare anche la sfiducia e tutto diventava più difficile. Hanno provato ad accelerare la circolazione di palla per cercare di eludere la loro retroguardia, ma anche quando si riusciva ad arrivare al ferro le percentuali di realizzazione erano molto basse.

Questa partita non deve assolutamente demoralizzare i ragazzi , anzi , deve essere da insegnamento per le prossime gare. Anche dalle sconfitte bisogna trarne giovamento.

Risultato finale: C.M. Basket Cassina 78 – ASD Città di Opera 51

Tabellino: Baroncini P. 2 , Barbieri D. , Oldani F. 6, Michelari F. 3 , Merante F. 3 , Gardiola G. 10, Broglia M. , Serbolisca D. 11, Leonetti , Ciceri M. 2 , Barghini S. , Mariani E. 14.

La prossima gara di campionato vedrà gli UNDER 16 impegnati tra le mura amiche del Nenni Domenica prossima 26 novembre inizio gara ore 11,00 Vs. Old Socks San Martino.

 

Under 18: battuti nel finale

Altro turno interno per gli Under 18 di Ricky Pozzi, che sono costretti ad affrontare in Nenni la Virtus Casteggio a ranghi ridotti, con ben 4 assenze fra squalificati ed infortunati. Avvio sostanzialmente equilibrato, con i nostri che reggono bene l’impatto contro una delle squadre più dotate fisicamente finora affrontate. A circa metà periodo siamo avanti di 2 (7-5 dopo 4’26”). Reazione degli ospiti che passano in vantaggio per la prima volta dopo 7 minuti esatti di gioco (9-12), ma pronta replica dei nostri, che negli ultimi 3 minuti piazzano un buon 8-3, chiudendo il primo quarto in testa di 2 sul 17-15.  Secondo quarto splendidamente combattuto con le due squadre che si sorpassano continuamente nel punteggio. Opera replica con una maggiore tecnica alla forza e ai centimetri degli avversari. Si arriva così sul 26-27 quando mancano 2’37” all’intervallo. Qui abbiamo il nostro miglior momento e piazziamo un ottimo 10 a 3, suggellato da una bomba dall’angolo a fil di sirena, che ci fa scappare a +6 sul 36-30. (Secondo quarto 19-15).

Inizio di terzo periodo disastroso dove per 3’ non segniamo, consentendo agli ospiti riprenderci a quota 36 pari. E’ il miglior momento di Casteggio, che dopo 5’07” di gioco allunga a + 3 sul 40-43 (con un break di 4-13). Gli Spartani non si disuniscono e, pur faticando molto in attacco (saranno solo 10 i nostri punti in questo quarto), reggono a livello difensivo, chiudendo alla sirena sotto solo di 1 sul 46-47 (terzo quarto 10-17). Nell’ultimo quarto la partita si fa spigolosa, con entrambe le formazioni che faticano a trovare il fondo della retina. Distacco invariato a 4’29” dal termine sul 51-52, con solo 5 punti siglati per parte. E’ il momento della volata, ma i nostri non ne hanno più, forse a causa della panchina forzatamente corta per la squalifica di Cazzaniga e le assenze di Di Giovanni e Rosa e con Limonta in panchina solo per onor di firma. Sembriamo stanchi e perdiamo lucidità, finendo per segnare un solo punto su tiro libero nei decisivi momenti finali. Finisce 52-64 con Casteggio che, meritatamente, proprio nel finale dilata un divario che in realtà per quasi tutta la partita non si è visto. (Ultimo quarto 6-17 che dice tutto).

Adesso andremo in trasferta lunedì 20 a Stradella, al palazzo dello sport di via Repubblica, 50. Palla a due alle ore 21:00. Forza Spartani.

Opera 52 – Casteggio 64        

Medaglia 7, Baroncini, Ferrari 7, Serbolisca 6, Oldani 3, Gardiola 4, Pennisi 16, Lampugnani, Mariani 5, Limonta, Villa 2, Leggio 2. 

 

Under 18: Bella vittoria annullata a tavolino

Partita casalinga per gli Under 18 di Ricky Pozzi, che ospitano la temibile Basketown Milano, che si trova al secondo posto in classifica. I nostri Spartani vogliono riscattarsi dalla sconfitta in trasferta maturata nel finale a Landriano. Avvio deciso degli ospiti che nei primi 4’ e mezzo di partita allungano senza soluzione di continuità: +4 dopo 2’16”, + 5 dopo 3’13” ed infine +7 sul 4-11 dopo 4’32”. Gli Spartani però reggono botta e non si disorientano. Aumentano la pressione difensiva e giocano con più fluidità in attacco ed in meno di 3 minuti ribaltano la situazione: una bomba da 3 di Cazzaniga sigla il sorpasso sul 13-11 a 2’35” dal termine del primo quarto. Gli Under 18 non si fermano e scappano a +5 sul 16-11 a 1’46”: parziale di 12 a 0 ed inerzia ora tutta dalla nostra. Il periodo si chiude 21-16, con gli Spartani che conservano il +5 conquistato. L’inerzia non cambia nemmeno dopo il primo mini intervallo, con gli Spartani padroni del campo che allungano ancora: +9 dopo 3’12” sul 27-18. Basketown reagisce e recupera qualche punto, senza però mai riuscire ad agganciarci. Si va all’intervallo con i nostri ancora avanti di 4 sul 36-32, a sancire un secondo quarto sostanzialmente equilibrato (parziale 15-16)

Dopo l’intervallo Basketown prova ad avvicinarsi al pitturato con i suoi lunghi, mettendoci in difficoltà: ci aggancia e ci sorpassa dopo 2’50” sul 38-39, allungando ancora dopo circa un minuto fino al +4 sul 39-43 dopo 3’52”. Gli Spartani ancora una volta si dimostrano tali e lottano senza mollare mai: in 3’12” piazzano un contro break di 8 a 0 ed sono di nuovo in testa di 4 sul 47-43 a 2’56” all’ultimo intervallo. Finale in volata che ci vede ancora avanti di 2 sul 49-47 (parziale 13-15). L’ultimo quarto è molto combattuto e la partita ora è molto bella, con le due squadre che replicano punto su punto: 49 pari a 7’57” al termine, di nuovo 51 pari a 6’17”, di nuovo Spartani avanti di un solo punto sul 54-53 quando al cronometro manca un periodico 3’33”! Troviamo 25” di magia con una palla rubata e un canestro dal perimetro che ci permettono di allungare fino ad un importante +5 sul 58-53 quando manca 3’08”. Gli ospiti replicano con un canestro ed accorciano sul 58-55 a 2’20”, ma sarà il loro ultimo punto. Gli Spartani sono concentrati e determinati e chiudono autorevolmente 61-55 (ultimo quarto 14-8).

Purtroppo qualche giorno dopo, il Giudice Federale punisce una nostra cattiva interpretazione del regolamento per aver schierato in campo il nostro Danny Boy Cazzaniga, che per noi aveva già scontato la sua squalifica contro Landriano, mentre la Federazione ha ritenuto che con Landriano avrebbe potuto giocare ed avrebbe invece dovuto scontare la squalifica proprio contro Basketown. Questo comporta la sconfitta a tavolino 0-20 contro Basketown e anche la beffa di non poter schierare Cazzaniga nemmeno nella prossima partita contro Casteggio (e così fanno 3 assenze per 1 giornata di squalifica…)

Perdiamo così 2 importanti punti in classifica, ma ci resta la soddisfazione della bella prova sul campo dei nostri ragazzi contro una delle migliori squadre del girone. Ora ci tocca la Virtus Casteggio, che affronteremo a ranghi ridotti fra squalificati ed infortunati il 13 novembre in Nenni. Forza Spartani!

 Opera 63 – Basketown 55          

Rosa 4, Medaglia 4, Ferrari 5, Serbolisca 9, Cazzaniga 19, Gardiola, Pennisi 8, Lampugnani, Mariani 5, Limonta 9, Villa, Leggio. 

Under 13 Femminile: si vince in trasferta

Una buona prestazione sul campo  di Vittuone segna il ritorno alla vittoria per le Spartane . Sin dal riscaldamento iniziale le Operesi appaiono determinate e vogliose di riscattare l’opaca partita di settimana scorsa. Primo quarto davvero da incorniciare, grande intensità difensiva ed una pressione a tutto campo non consentono alle avversarie di entrare in partita, superando a stento la metà campo. Le Spartane trovano così una serie di canestri facili in contropiede, tirando con ottime percentuali. Il primo periodo si chiude con un eclatante 22-2. Molto più equilibrato il secondo quarto, imprecisioni al tiro e disattenzioni difensive consentono alle padrone di casa di ritrovare quella fiducia smarrita nella prima frazione di gioco  e  di prendersi numerosi tiri. Molta confusione in campo, da una parte e dall’altra. Necessario un time out per interrompere un calo di  concentrazione, causato forse proprio dall’ampio vantaggio  maturato. Si va all’intervallo  sul 34-8 .

Vittuone prova nella ripresa ad anteporre una difesa aggressiva che sembra funzionare per i primi minuti,  mettendo un po’ in difficoltà le operesi che forzano delle conclusioni, sbagliando anche tiri facili. Le Spartane, sempre incitate dalle compagne in panchina,  ritrovano serenità e convinzione. Una bella azione corale fissa il punteggio del terzo quarto sul 44-11. Nell’ultimo periodo Opera utilizza le rotazioni sistematiche con quintetti anche inediti. Le Spartane ottengono un meritatissimo successo, 64-18 il risultato finale.

Prossimo appuntamento, per confermare quanto di buono visto oggi, domenica 26/11 (ore 11) tra le mure amiche del PalaDante contro G.S.San Martino

Baskettiamo Vittuone – Città di Opera 18-64      (2-22, 6-12, 3-10, 7-20)

Promozione: Ancora imbattuti.

Bella e convincente prova dei ragazzi di Città di Opera contro l’agguerrita compagine milanese della Tumminelli Romana cui concedevamo un vantaggio in chilogrammi e in centimetri abbastanza considerevole. Ma questo non ha spaventato di certo gli operesi che hanno fatto di tutto e di più per colmare il gap fisico.
Nonostante questo, la partenza degli ospiti in casacca blu ci ha messo in grave difficoltà.
Non riuscivamo ad orchestrare azioni degne di questo nome, surclassati dalla difesa ospite  molto fisica e ben messa in campo a cui aggiungevamo una lunga serie di conclusioni sbagliate dalla lunga ma soprattutto da sotto.
Puntuale arrivava il timeout di Coach Gagliano per cercare di svegliare gli Spartani apparsi disorientati. Quantomeno la nostra difesa serrava le fila e così riuscivamo a mantenere un distacco che poteva sicuramente essere più ampio. Il punteggio basso ne è la riprova: 6 a 13. Secondo quarto che fa subito ben sperare perché cominciamo a “vedere“ il canestro e a rosicchiare punti su punti arrivando all’intervallo lungo sotto di soli tre (24 a 27). Ancora bravi ragazzi di casa che nel terzo periodo intensificano gli sforzi continuando a recuperare nel punteggio arrivando ad impattare il risultato (37 a 37).

La frazione finale è stata un festival di emozioni con le due squadre che davano vita ad un’alternanza di punteggio a dimostrazione di un equilibrio che dava l’impressione di poter essere rotto solo da episodi. Infatti gli ultimi due minuti sono stati contrassegnati da molti errori di misura nei passaggi su ambedue i fronti.
Negli ultimi secondi perdevamo una palla sanguinosa che consentiva ai nostri avversari di provare a vincere. Per nostra fortuna la palla che usciva,dopo un contrasto, dal nostro pitturato e finiva nelle mani del loro giocatore migliore per un tiro a fil di sirena, si schiantava sul primo ferro per la gioia di tutto il Palanenni decretando la nostra vittoria per un solo punto (53 52).

Complimenti a tutti protagonisti in campo se non per l’aspetto tecnico, visti  i suddetti errori, per aver dato vita ad un incontro molto intenso e incerto fino all’ultimo.

CDO 53 – TUMMINELLI ROMANA 52

Cazzaniga L. 8, Troisi 8, Giargiari, De Francesco 16, Torresani, Pennisi ne, Zucca 2, Magnani 2, Cazzaniga D. 5, Rao 12, Valcarenghi ne

Promozione: Si continua a vincere…

Continua la striscia positiva dei nostri ragazzi della Promo guidati da Coach Gagliano, che si impongono sugli ospiti di Stoica. La partita, come già successo in altre occasioni, ci vede partire di slancio e ci consente di creare un margine di vantaggio grazie ad una varietà di soluzioni, palle sotto sempre ribadite a canestro, tiri dalla media distanza e penetrazioni efficaci, che ci aiutano a creare lo strappo del primo periodo. (24 a 14) Nella seconda frazione cominciamo a soffrire la zona dei milanesi, quasi forzata vista la scarsa rotazione cui possono attingere e andiamo anche in difficoltà sulle palle servite ai lunghi sotto il nostro canestro. Fortunatamente qualche imprecisione degli ospiti ci consente di strappare un buon numero di rimbalzi che trasformiamo in veloci ripartenze. Al riposo il divario aumenta (46 a 31).

Dopo l’intervallo lungo il match si uniforma su di un piano di sostanziale parità. Questo perché oltre ad un calo offensivo dei nostri spartani dovuto sempre alla difficoltà di attaccare la zona di Stoica, i bianchi ospiti migliorano le loro percentuali Infilando anche diversi tiri dall’arco. I parziali del terzo (12 a 13) e dell’ultimo quarto (18 al 19) confermano la suddetta situazione di equilibrio. Il finale ci lascia comunque un buon vantaggio e ci permette di mantenere la casella delle partite perse ancora a zero.

CDO 76 – STOICA MILANO 63     (24/14 22/17 12/13 18/19)

Troisi 21, Giargiari 9, De Francesco 9, Ferrari, Botta 14, Pennisi, Zucca 3, Magnani 8, Di Fiore 4, Cazzaniga D., Rao 8, Valcarenghi.

 

UNDER 16 FIP: Sconfitta casalinga

Gara difficile quella disputata dai ragazzi under 16 di Opera contro la prima in classifica. Non impeccabili ad inizio gara , dopo pochi minuti, in un batter d’occhio ci troviamo sotto di 16. Coach Pozzi deve chiamare time – out per cercare di mettere ordine e di spronare la squadra. Al rientro in campo i ragazzi riescono a sbloccarsi e cominciano a reagire. Con caparbietà riescono a rimettersi in sesto e a giocarsela alla pari. Primo quarto che si chiude sotto di 9 (12 – 21). Secondo quarto che procede come gli ultimi minuti del primo con i nostri bravi a tenere testa alla comunque forte squadra avversaria. Si va negli spogliatoi sotto di 13 (23 – 36). Da questo momento sino al termine della gara gli Spartani hanno espresso una discreta pallacanestro mettendoci più aggressività in fase difensiva e maggiore convinzione in quella offensiva. Purtroppo il gap iniziale concesso agli avversari si è rivelato troppo difficile da recuperare ed è stato quello che poi ha determinato l’esito della gara. Si può forse recriminare per i troppi canestri sbagliati soprattutto ad inizio gara e per le diverse occasioni non realizzate anche complice la cattiva sorte.

Buona comunque la reazione dei nostri ragazzi anche se bisogna riconoscere il merito dei nostri avversari.

Risultato finale: ASD Città di Opera 44 – KOR San Giuliano 56

Tabellino: Baroncini P. 4 , Barbieri D. , Oldani F. 2, Michelari F., Radice A., Gardiola G.5 Broglia M. , Serbolisca D. 7, Leonetti 2, Ciceri M. , Mongiusti M. , Mariani E. 24.

La prossima gara di campionato vedrà gli UNDER 16 impegnati nella trasferta di Cassina de Pecchi programmata per sabato prossimo 18 novembre inizio gara ore 18,30 Vs. C.M. Basket Cassina 84.

 

Under 13 Maschile: Vittoria sofferta contro Pentagono.

Partita dai due volti quella dei nostri under 13, un primo tempo sotto tono, con tanti errori difensivi e poca lucidità in attacco, mentre nel secondo tempo una maggior attenzione alla circolazione di palla e ad un buona difesa, permettono agli Spartani di portare a casa il quarto referto rosa consecutivo, battendo Il Pentagono per 57 a 45.

Nei primi due minuti del primo quarto i giallo-blu di coach Gagliano cominciano bene, giocando una pallacanestro veloce e attenta proprio per contrastare le fisicità degli avversari. Purtroppo la musica cambia e i ragazzi del Pentagono sono bravi a mettere in difficoltà i nostri, con continui rimbalzi e una difesa più attenta. La musica non cambia anche per il secondo quarto, con i ragazzi di Città di Opera incapaci a non trovare con continuità la via del canestro. Si va al riposo in sostanziale equilibrio.

Nel secondo tempo i nostri “spartani” affrontano la partita con più attenzione cercando di porre rimedio a quelle cose che nel primo tempo non sono andate. Infatti già dalla fine del terzo quarto i ragazzi giocano molto bene piazzando un break che risulterà decisivo per il risultato finale.

Bravi ragazzi, ora bisogna andare avanti e continuare a crescere!

SPARTANI!! Auh!

Prossimo impegno venerdì 24 novembre sul campo del San Pio X

 

Under 13F: al PalaDante passa Crema

Basket Team Crema s’impone alla distanza contro le Spartane, espugnando così il PalaDante. Partita dai due volti, caratterizzato da un sostanziale equilibrio nei primi due tempi, per poi assistere ad un netto crollo delle operesi al rientro dall’intervallo. L’incontro si apre con un canestro delle Spartane in contropiede, cui le avversarie rispondono immediatamente. Le squadre sembrano soffrire le rispettive marcature, concedendo entrambe canestri facili da sotto. Il primo periodo si chiude in parità (11-11) con una leggera supremazia a rimbalzi da parte delle padrone di casa.Secondo quarto più prolifico per le Spartane, un break di 5-0 segna un illusorio allungo sul punteggio di 23-16. Tuttavia banali errori difensivi, ed un canestro sul filo della sirena, fissano il punteggio sul 25-20.

Alla ripresa le ragazze di coach Pedrinelli rimangono inspiegabilmente con la testa negli spogliatoi, consentendo alle avversarie di penetrare agevolmente la difesa e di prendersi tiri comodi. Primo importante break di 7-1 determina anche il sorpasso (26-27). Le ragazze cremasche, dotate di maggior esperienza, acquistano sicurezza e con un gioco corale trovano facili canestri. Il terzo quarto si chiude sul 42-29 per le nostre avversarie. Un mini break di 3-0 (32-44) sembra poter dare nuova vitalità alle Spartane, ma ormai le energie scarseggiano e le cremasche conquistano una meritata vittoria.

Le operesi proveranno a riscattarsi, domenica 19/11 sul campo di Vittuone .

Forza Spartane !

Città di Opera – Basket Team Crema 32-52    (11-11, 14-9, 4-22, 3-10)

PROMOZIONE CdO: Preziosa vittoria

E’ durata solo il primo quarto l’intensità e il buon gioco espresso dagli Spartani per tentare di chiudere il match già nel primo tempo. Sul campo del San Benedetto, i ragazzi partono subito a tutto gas, imponendo il loro gioco e lasciando poco agli avversari. La luce si affievolisce nella seconda frazione, dove i nostri non vedono più il ferro, fortunatamente condiviso con gli avversari. Si ritorna negli spogliatoi sopra di appena 16 punti e con il rammarico di non aver chiuso la partita nel corso dei primi venti. Perchè il rientro sul parquet e per i prossimi venti finali, per i biancoverdi, è quasi un incubo, con la luce che si spegne totalmente nell’affrontare la zona dei milanesi. Perdiamo lucidità e la freddezza per insinuarci nelle loro maglie,rifugiandoci in tiri che stasera non entrano. E non bastano neanche i diversi liberi dalla lunetta con cui potremo raggiungere una soglia di tranquillità,poichè ne entrano solo 12 su 25. E con queste premesse, con la poca lucidità e forse con il timore di farci sfuggire il match che avevamo in mano, i milanesi risalgono la china fino al -2, grazie anche ad una nostra difesa un po’ troppo statica. Fortunatamente, riusciamo con qualche buona azione a ribattere ai canestri dei milanesi e portare a casa due punti d’oro, fin troppo sudati.

Ado San Benedetto 43 – CDO 46      (6/20 5/7 17/11 15/8)

Troisi 17, Giargiari 8, De Francesco 4, Ferrari, Pennisi, Zucca 3, Magnani 12, Di Fiore 2, Cazzaniga D., Rao, Valcarenghi