Open Day Stagione 2018-2019: Giornate di prova Minibasket

In primo piano

Polisportiva Città di Opera a.s.d.

Open day Minibasket Stagione 2018/2019

REFERENTI: Monica Pagni 335/5724485

OPEN DAY dal 10 al 14 Settembre (tensostruttura NENNI)

- 2013 Mercoledi 16,45-17,45

- 2011/2012: Martedì 17-18

- 2010: Giovedi 17-18

- 2009: Mercoledi 17,45-19

- 2007-2008: Lunedi 16,45-18 , giovedi 18-19, venerdi (solo 2008!) 17-18

OPEN DAY dal 17 al 21 Settembre (SE TORNA DISPONIBILE PALESTRA DI VIA DANTE)*

- 2013 Mercoledi 16,45-17,45 DANTE

- 2012: Lunedi 17-18 DANTE, venerdi 17-18 NENNI

- 2011: Martedi 17-18 NENNI, venerdi 17-18 DANTE

- 2010: Lunedi 17-18 NENNI, Giovedi 17-18 NENNI

- 2009: Lunedi 18-19 NENNI, mercoledi 18-19 NENNI, giovedi 18-19 NENNI

- 2007/2008: Martedi 18-19,15 NENNI, solo 2008 mercoledi 17-18 NENNI, venerdi 18-19,30 DANTE

- NB Eventuali cambi di orario o sede verranno comunicati sul sito www.cittadiopera.it e www.operabasketclub.it

* IN CASO CONTRARIO SARA’ REPLICATO IL PROGRAMMA DELLA SETTIMANA 10-14 SETTEMBRE.

 

PROMOZIONE CdO: SI VA A GARA 3

Il ritorno sul campo della Canottieri non permette agli Spartani di chiudere la serie. Incontriamo una squadra sicuramente più motivata e determinata e le nostre velleità si fermano sull’arco dei tre punti, con i i nostri ragazzi, che non riuscendo ad aprire il gioco, soffrono l’aggressività sul perimetro. Il gioco interno latita e i gialloblu sono quasi sempre bloccati dalla maggiore fisicità avversaria. Come la gara di andata, il primo tempo si gioca sull’orlo dell’equilibrio. Pur sotto di 2 punti, nelle prime fasi del terzo quarto, gli Spartani riescono meglio ad interpretare la gara che li vede recuperare ad andare avanti di due possessi. Però manca quella cattiveria agonistica che ci permetterebbe di dare una spallata al match e causa la nostra frenesia, cadiamo nelle “trappole“ dei milanesi, che oggi non fanno sconti. Subiamo troppo i raddoppi sul portatore lasciamo spesso doppie opportunità sotto il nostro canestro. Non cambiamo marcia nell’ultimo quarto in cui ricadiamo negli errori commessi nella frazione precedente. Anche la precisione al tiro non brilla negli Spartani che per i primi 6 minuti non vedono il canestro. I milanesi, invece, infieriscono e si portano a + 10 a 150 “ dalla fine. Sembra finita, ma l’orgoglio dei giallo blu dice no. Una serie di buone iniziative ci permette di recuperare e portarci a – 3 a 23 “, ma lo scarto rimarra’ sino alla fine e che ci porta a giocare la bella in casa nostra. Partita punto a punto, con i giallo blu penalizzati anche dalla imprecisione dalla linea della carità ( stasera 50% ), dove in partite di questo genere, ha un peso fondamentale.

Canottieri 59  -  CdO 55             (12/15 16/11 17/15 14/14)

Torresani 6, Pennisi ne, Rao 2, Cazzaniga L. 7, Troisi 9, Giargiari 4, De Francesco ne, Cazzaniga D. 10, Prigent 2, Bonechi 2, Zucca 8, Colombo 5

PROMOZIONE CdO: VITTORIA IN VOLATA

Mai come nel primo match di finale, gli Spartani si sono rifiutati di perdere, davanti ad un pala Dante stracolmo ed avvolto da un atmosfera inebriante. Match complicato per i nostri ragazzi per diverse ragioni, ma soprattutto, a livello emotivo, la banda di coach Gagliano non trova sulla panchina il loro condottiero, causa un problema fisico. L’affidatario, coach Pedro, che non ha bisogno di presentazioni, certo non fa rimpiangere a livello di motivazioni, sempre pronto a caricare i giallo blu come molle. Ma il match vive di un sostanziale equilibrio per i primi due quarti, nei quali si sbaglia tanto da entrambe le parti e con nessuna delle compagini che riesce ad avere la meglio. Con – 2 da recuperare, gli Spartani escono meglio dallo spogliatoio, capaci, con un difesa più attenta ed aggressiva e con buone iniziative davanti, ad arrivare a + 6. L’allungo però è bloccato da il ritorno dei milanesi e da qualche disattenzione di troppo nel nostro pitturato. Si inizia l’ultimo quarto sopra di 2, nel quale gli Spartani non mostrano sicuramente un buon basket. Molto confusionari e poco lucidi nelle scelte e Canottieri che a testa bassa prende un discreto margine. Mancano 3 minuti dal termine e siamo sotto con il punteggio, 50 a 56. Gli Spartani buttano il cuore oltre l’ostacolo e stringono le maglie difensive. Si recuperano buoni palloni che ci portano i liberi dalla lunetta ed con uno, dei pochi, 1 contro 1, si pareggia ad un minuto dalla termine. Gli ultimi 60 secondi sono interminabili, con molti rovesci di fronte, da una parte e dall’altra, che non hanno successo. Su un’azione di rimessa, a 5 secondi dalla fine andiamo in lunetta che ci porta 2 punti ed il sorpasso. Time out per Canottieri e si riprende nel nostro campo. L’ azione che porta al tiro del pareggio vede il Molten prendere il secondo ferro e la lotta per prendere il rimbalzo, ci premia. Tripudio in campo e sugli spalti, giocando un brutto match ma vissuto in apnea per 40 minuti. Ora il ritorno a Milano, dove bisognerà osare di più, ma soprattutto giocare il nostro basket.

CdO 58  -  Canottieri 56          (10/10 15/17 17/13 16/16)

Torresani, Rao 4, Cazzaniga L. 1, Troisi 2, Giargiari, De Francesco 14, Cazzaniga D. 9, Prigent, Botta 6, Bonechi ne, Zucca 3, Colombo 19

PROMOZIONE CdO: CHIUSO IL CONTO A PARABIAGO E SI VOLA IN FINALE

Bella cornice di pubblico a Parabiago con molti sostenitori al seguito degli Spartani per la seconda semifinale. I giallo blu provano a chiudere la serie giocando i primi 30 minuti in maniera lucida, concreta e determinata su entrambi lati del campo. I padroni di casa cominciano a subire sin dalle prime battute, con i nostri molto aggressivi sulla linea dell’arco e nel pitturato ed anche quando Parabiago mischia le carte, durante l’incontro, mandando sul parquet quintetti “ piccoli “, gli Spartani trovano spesso buone soluzioni che incrementano il gap, fino a toccare + 17 alla fine del terzo quarto. Il divario creato scarica mentalmente i nostri ragazzi che vedono i rossi avversari alzare i giri con una difesa più aggressiva. Subiamo un po’ troppo la loro intensità e non troviamo più quella fluidità che aveva caratterizzato il nostro gioco nei primi tre quarti. Il tempo sul tabellone scorre ed il traguardo di staccare il biglietto per la finale diventa sempre più prossimo. Si vede e si sente che i ragazzi stanno vivendo questa emozione. L’agitazione e la poca lucidità permettono al Parabiago di accorciare, ma sempre in controllo fino al suono liberatorio della sirena con tripudio sugli spalti e sul parquet. Onore ai nostri ragazzi che hanno raggiunto l’importante traguardo della finale che si svolgerà al meglio dei tre turni contro la Canottieri, già battuta per due volte nel corso della regular season. Ma la finale è un’altra cosa dove tutto si azzera e si riparte da capo.

Roosters Parabiago 52  -  CdO 61         (14/21 12/16 6/12 20/12)

Torresani 2, Rao 2, Cazzaniga L. 14, Troisi 8, Giargiari ne, De Francesco 2, Cazzaniga D.3, Prigent ne, Bonechi, Di Fiore 7, Zucca 5, Colombo 18

PROMOZIONE CdO: GLI SPARTANI NON SBAGLIANO NELLA PRIMA SEMIFINALE

In un palaDante sempre euforico e scoppiettante, gli Spartani sono impegnati nella prima semifinale che vede scendere ad Opera, i Rooster Parabiago, squadra tosta che ha eliminato in due partite Leone XIII. Con un match in più nelle gambe, i giallo blu provano a tenere inviolata la “ bombonera “, ma il primo quarto e’ del tutto in equilibrio. Gli Spartani alzano il ritmo nei secondi 10 minuti e con una difesa molto aggressiva e lo sviluppo di buoni giochi che permettono spaziature importanti nella metà campo avversaria, creano un primo importante gap, dando una prima spallata al match. Al rientro dagli spogliatoi non cambia lo spartito, con i nostri ancora una volta impegnati a limitare i lunghi del Parabiago nel nostro pitturato. Ma le nostre veloci ripartenze e la nostra dinamicità impongono seri problemi nell’area avversaria, aumentando in modo considerevole il divario nel punteggio, che arriva a toccare i + 20. Con i nostri in totale controllo nell’ultimo quarto, i rossi avversari aumentano i giri e complice anche qualche nostro svarione, riducono il gap. In una serata dove i tiri dall’arco e i liberi nella retina sono stati un miraggio, la partita è sempre stata in mano ai giallo blu, consci di una tecnica e tattica che stasera ha messo a dura prova, soprattutto nei periodi centrali, gli ospiti.

Mercoledì 16/5 alle ore 21 si replica a Parabiago, con gli Spartani che hanno il dovere di provare a chiudere la serie ed aprire le porte alla finale.

CdO 61  -  Rooster Parabiago 49             (12/10 17/8 15/9 17/22)

 Torresani 3, Rao, Cazzaniga L. 6, Troisi 6, Giargiari, De Francesco 13, Cazzaniga D. 17, Prigent, Botta 3, Bonechi ne, Di Fiore 8, Colombo 5

PROMOZIONE CdO: NESSUNO SCAMPO PER MARCALLO NELLA TERZA GARA

Con la “bella“ del primo turno dei playoff, gli Spartani tornano a giocare nella “bombonera“ e di fronte ad un un PalaDante stracolmo, chiassoso ed emozionante come ai vecchi tempi, i giallo blu cancellano dal campo la buona volontà di Marcallo. Supportati dalla nostra favolosa curva composta da ragazzi, genitori, ragazzini del nostro settore giovanile e minibasket, gli esperti gladiatori pagano dazio contro una compagine più tosta, più determinata, più tecnica. Purtroppo, l’esperienza, spesso non può nulla contro l’atleticità, la cattiveria agonistica e la “presunzione“ di una giovane squadra con la fame negli occhi. Gli Spartani hanno giocato come se fosse una finale, per niente inteneriti dal profondo gap che hanno scavato nel corso dei primi 30 minuti di gioco, perché i nostri giovani sono allenati così, senza mai mollare e con lo stimolo di migliorarsi sempre per raggiungere traguardi importanti. E proprio per rispetto dell’avversario e del pubblico presente, i giovani operesi hanno giocato al massimo anche nell’ultimo quarto, anche quando potevano tirare i remi in barca, perché le partite di basket durano 40 minuti. Onore, ma molto onore, ai nostri avversari, scesi in campo giocando a viso aperto senza mai tirarsi indietro fino alla fine. Ora si vola alle semifinali ed il prossimo avversario sarà Parabiago. Andiamo avanti come abbiamo sempre fatto, allenandoci duramente in settimana ed il sabato o la domenica che sia a testa bassa andiamo a lottare su ogni pallone.

CdO 93  -  Player Marcallo 66        (29/18 – 23 /18 – 25/8 – 16/19)

Torresani 11, Rao 5, Cazzaniga L. 21, Troisi 3, Giargiari 2, De Francesco 15, Cazzaniga D. 5, Prigent, Botta 3, Bonechi, Di Fiore 11, Colombo 17

PROMOZIONE CdO: SI VA ALLA “ BELLA “

Ritorno del primo turno dei playoff in quel di Marcallo per gli Spartani che dopo un 6- 0 iniziale, ritrovano ritmo e fiducia, giocando per 35 minuti in modo ordinato e lucido, soprattutto in fase difensiva. Il rocambolesco succede negli ultimi 5 minuti, con i giallo blu sopra di 14. Alcune rotazioni difensive che non funzionano ed alcune doppie opportunità lasciate ai padroni di casa, mettono Marcallo in condizione di accorciare. I nostri tentativi di tenere il match non vanno a buon fine, con Marcallo che intasa la propria area. A – 3 minuti sono a due possessi. Sbagliamo 4 liberi consecutivi e a 27 secondi ci superano ed arrivano a + 2. Un nostro fallo porta i bianco blu alla lunetta, sbagliati entrambi. Ma sul rimbalzo commettiamo di nuovo fallo. Questa volta paghiamo dazio. +4 per Marcallo. Su un nostro attacco uno dei nostri viene falciato da una gomitata omicida ( senza che vi sia stato fischiato un fallo ) ed il gioco viene interrotto per l’arrivo dell’ ambulanza. Dopo circa 25 minuti si riprende a giocare, quando mancano 16 secondi al termine. La ripartenza ci porta una tripla ed a 3 secondi siamo sotto di 1. Fallo sistematico con i due liberi dei padroni di casa che non vedono la retina. Rimessa con palla che arriva subito nella metà campo avversaria provando il tiro della vittoria che non va e ci si mangia le mani con il passaggio del turno che avevamo già in tasca. Ma dobbiamo fare i conti con noi stessi, con i nostri che chiudono la serata con appena sopra il 50% dalla lunetta ed in questa partite non possiamo permettercelo. C’è stato un calo di tensione e di lucidità quando gli animi sugli spalti si sono surriscaldati al limite, causa 2/3 falli al limite della legalità dei marcallesi, lasciati correre dai grigi. Ora ci tocca la bella, in un match da dentro o fuori. Si ritorna a giocare nella “ bombonera”, il Paladante che per molti anni è stata la nostra casa. Tutti presenti e tutti a fare un tifo chiassoso per accompagnare i nostri ragazzi nel proseguo dell’avventura.

Player Marcallo 66  -  CdO 65           (13/13 9/15 15/21 29/16)

Torresani 3, Rao 6, Cazzaniga L. 5,Troisi 3, Giargiari, De Francesco 6, Cazzaniga D. 5, Prigent, Bonechi 2, Di Fiore 2, Zucca 5, Colombo 28

Open Day Stagione 2018-2019: Giornate di prova Minibasket

Polisportiva Città di Opera a.s.d.

Open day Minibasket Stagione 2018/2019

da lunedì 7/5 a venerdì 25/5.

Referente: Monica Pagni 335/5724485

Gruppi:

2012: MERCOLEDÌ 16.15-17.15 palestra Largo Nenni;

2011: LUNEDÌ e GIOVEDÌ 17.00-18.00 palestra Largo Nenni;

2010: MARTEDÌ 17.00-18.00 palestra Largo Nenni e VENERDÌ 17.00-18.00 palestra via Dante;

2009: LUNEDÌ 18.00-19.15 palestra Largo Nenni, MERCOLEDÌ 17.15-18.15 palestra Largo Nenni e GIOVEDÌ 18.00-19.00 palestra Largo Nenni;

2008: MERCOLEDÌ 18.15-19.15 palestra Largo Nenni e VENERDÌ 18.00-19.00 palestra via Dante.

2007: MERCOLEDÌ 18.15-19.15 palestra via Dante e VENERDÌ 18.00-19.15 palestra Largo Nenni.

 

PROMOZIONE CdO: PORTATA A CASA LA PRIMA DEI PLAY OFF

In un Palanenni pieno all’inverosimile, gli Spartani portano a casa il primo referto rosa della prima gara del primo turno dei play off. Marcallo si presenta rimaneggiata, ma è una squadra esperta e coriacea. I giallo blu soffrono di una partenza contratta e fino a metà quarto, entrambe le formazioni non vedono la retina. Solo 4 – 0 per gli Spartani nei primi 5 minuti e solo una volta che la tensione si scioglie, riescono ad interpretare il match portandolo sui giusti binari. La difesa è ottima con gli avversari che faticano ad arrivare al ferro. Subito un + 11 dopo i primi 10 minuti, ma dobbiamo fare i conti con il ritorno degli ospiti. Ad inizio ripresa non siamo più incisivi nell’attaccare il ferro e ci adeguiamo al ritmo avversario. Tanti tiri dagli esterni che non portano benefici causa la poca precisione ed anche la tensione in fase difensiva cala. I “ gladiatori “ marcallesi rimangono in scia con iniziative poco contestate. Fortunatamente cambia qualcosa in avanti e le nostre mani cominciano a trovare la via del canestro. Quarto che si chiude in quasi perfetta parità. La tensione ci assale al rientro dagli spogliatoi, con Marcallo che si porta a – 4, con i giallo blu in difficolta nell’area avversaria. Ma basta qualche pallone recuperato e transizioni veloci, che gli Spartani riprendono vigore ed allungano, portandosi a + 14 dopo i primi 30 minuti. Gli spalti del Nenni si animano e danno ai nostri ragazzi la carica giusta per dare il colpo di grazia agli avversari che non hanno più energie per controbattere le iniziative Spartane. Si vince di 20 un match difficile, con un bravo ai nostri giovani che nei momenti difficili hanno mantenuto alta la concentrazione ed hanno saputo reagire nel migliore dei modi. Onore anche a Marcallo che nonostante un roster ristretto, ha giocato un match all’altezza rendendo la vita difficile ai nostri. Il ritorno a Marcallo è mercoledì 2 maggio ore 21,30, in un campo piccolo e pieno di insidie. I ragazzi dovranno essere bravi a non farsi sorprendere dall’esperienza degli avversari, tentando di chiudere il primo turno con una partita di spessore.

CdO 67  -  Players Marcallo 47          (14/3 19/20 18/14 16/10)

Torresani 4, Rao, Cazzaniga L. 16,Troisi 3, Giargiari, De Francesco 13, Cazzaniga D. 6, Prigent 5, Bonechi, Di Fiore 3, Zucca 9, Colombo 8

UNDER 16 FIP: SCONFITTA ALL’OVERTIME

Termina purtroppo con una sconfitta ai supplementari l’avventura dei nostri under 16 nel loro girone silver. Partenza ad alto livello per i ragazzi di Opera che riuscivano ad imporre il loro gioco ed arrivare al ferro con estrema bravura e facilità. Sembrava tutto facile nei primi minuti di gara , riusciva tutto alla nostra squadra e sembrava una gara di facile portata. Poi la partita ha preso una piega diversa, molto “agonistica” , i nostri avversari hanno cominciato a reagire e a pressarci a tutto campo lasciando meno spazi ai nostri giocatori, costringendoci a tiri non facili. Si arriva sotto di un punto all’intervallo lungo (38-37);

Al rientro dagli spogliatoi la gara continuava ad essere molto intensa e nervosa , con contatti chiamiamoli “al limite” . Purtroppo nella fase cruciale del match , perdiamo l’apporto del nostro capitano , che ha dovuto lasciare anzitempo il campo. I ragazzi hanno comunque tenuto testa arrivando alla pari a fine match (69 – 69). Si va ai tempi supplementari , dove gli Spartani perdevano un po’ di lucidità , concedendo troppo ai ragazzi di Milano e terminando l’incontro sotto di 7 (79 – 72).

Risultato finale : Pallacanestro Milano 79 – ASD Città di Opera 72

Tabellino: Baroncini P. , Barbieri D. , Oldani F. 6, Michelari F. 10 , Gardiola G. 10, Barghini S. , Broglia M. 14, Serbolisca D. 10 , Ciceri M. 4, Mariani E. 18, Mongiusti M.

Si chiude quindi il girone di campionato per gli under 16 di coach Pozzi con un buon secondo piazzamento , perdendo solo 2 volte nelle complessive 14 partite.

Bravi ragazzi!!