C GOLD: Smuoviamo la classifica

Gli Spartani tornano alla vittoria nella giornata in cui si ospita Erba, squadra giovane e ben allenata. Con i due punti portati a casa, finalmente, smuoviamo un po’ la classifica, dopo essere rimasti cristallizzati per un lungo periodo. Non abbiamo grossi problemi nel primo periodo, nel quale Iurato comincia a muovere la retina in modo continuo. Buoni in difesa, ma poco precisi in avanti. I secondi 10 minuti mostrano una pressione a tutto campo dei comaschi con conseguente perdita di alcuni palloni. La zona avversaria non ci mette in particolare crisi, poichè le due bombe consecutive di Tonella, intervallate da quella di De Francesco,mettono a tacere gli attacchi portati nel nostro pitturato. Qualche fallo di troppo ci convince a passare a zona anche noi, dove recuperiamo alcuni palloni sulla nostra prima linea difensiva. Lo show di Iurato alla fine del quarto con due piazzati dalla linea dei 6,75 risponde ai piazzati che prendiamo di troppo. Sopra di 15 all’intervallo, ma gli avversari hanno mostrato che non possiamo dormire sonni tranquilli. Infatti, al rientro, la pressione comasca diventa sempre più soffocante ed in difesa, spesso, siamo in difficoltà sui cambi difensivi. Crippa e Spreafico per gli ospiti lanciano in scia Erba, con i biancoverdi poco lucidi in fase offensiva. Gli ospiti arrivano a toccare il –2, ma riusciamo a riprenderci verso la fine del quarto ed una tripla di Colombo, riporta il divario a + 9 all’inizio degli ultimi 10 minuti. Ancora Colombo, con un’altra tripla, apre l’ultima frazione,nella quale siamo bravi a contenere il ritorno dei giovani comaschi.

OBC 70 – Erba 56        (15/8 24/16 14/20 17/12)

De Francesco 3, Velardo 7, Tonella 13, Colombo 8, Moretti 7, Troisi ne, Iurato 26, Rao ne, Vercesi 4, Bonechi, Hamadi 2, Galati 2

C Gold: Molliamo nel finale

Gli Spartani, nella difficile trasferta di Gazzada,mettono in seria difficoltà la seconda in classifica e dopo aver condotto per la gara per 30 minuti, mollano nel finale sotto i colpi di Passerini e Matteucci. Gli operesi partono subito forte ed impongono il proprio gioco con l’ex Hamadi e Iurato. Gazzada presa in contropiede tenta il recupero, ma in difesa ergiamo un un fortino che viene penalizzato, fin troppo, dai falli fischiati a Vercesi e Moretti. Chiudiamo sopra di due possessi ed il gap arriva fino a + 10 nel corso del secondo quarto. Ma non riusciamo ad essere sempre intensi ed energici e questi cali di cui soffriamo,aiutano i varesini a prendere coraggio e recuperare. Un ottimo Dejace, entrato in corsa, suona la carica per i giallo blu che ricuciono il gap e mettono la testa avanti per la prima volta. Gazzada avanti di un possesso al rientro negli spogliatoi.Il rientro sul parquet ci è favorevole e con grande energia ed intensità, si annichilisce la squadra di casa. Hamadi e Tonella trovano facilmente la via del canestro ed una buona difesa, dove spicca un ottimo Moretti, lascia poche speranze ai varesini di entrare nel nostro pitturato. Ancora due possessi di vantaggio all’inizio degli ultimi 10 minuti. L’entrata di Passerini, in panchina per i due quarti centrali,porta nuova linfa agli attacchi avversari.Prende in mano la squadra e, complice la nostra pigrizia ad attaccare il ferro, ci supera nel punteggio a 2 minuti dal termine 70/69. Matteucci ci da il colpo di grazia dalla linea di 6,75,colpo che ci piega le gambe. Non siamo più in grado di riprenderci psicologicamente anche per il poco tempo a disposizione e lasciamo a Gazzada i due punti.Poco da rimproverare ai ragazzi che stasera hanno reagito alla brutta caduta casalinga con Cermenate nel turno precedente.La classifica è deficitaria e bisogna reagire in fretta nelle prossime tre partite che chiuderanno il girone di andata.

Gazzada 76 – OBC 71     (14/20 25/16 11/20 26/15)

Botta 2, Velardo 9, Tonella 10, Colombo, Moretti 3, Iurato 16, Rao ne, Vercesi 5, Bonechi, Hamadi 21, Galati 6

C Gold: Cermenate pirata a Opera

Il bottino dei due punti, importanti per i biancoverdi, vanno a Cermenate che con una partita intelligente sbanca il palaNenni. Eppure gli Spartani partono subito bene e da buone azioni scaturiscono tiri ben strutturati. Prima Hamadi, poi Tonella ed infine Iurato infilano ripetutamente la retina dalla linea dei 6,75. Ma i comaschi non ci stanno e prima con Ballarate e poi con Anzivino, ricuciono lo strappo e si tengono in scia con lo strapotere sotto i canestri di Ukaegbu. +1 all’inizio della seconda frazione che vede i comaschi cambiare spesso la difesa e che diventa sempre più aggressiva. Un buon Colombo si “ inventa “ una triade di triple consecutive che osteggiano quelle di Pellizzoni e Villa per i comaschi che rimangono sempre in scia. Negli spogliatoi si va con un possesso di vantaggio, con il peggio che deve ancora venire. La pressione a tutto campo di Cermenate, il nostro affanno a trovare il canestro nei primi 4 minuti e la poca lucidità nel nostro pitturato, portano gli avversari a colpire spesso ed incontrastati, con un fraseggio di palla di discreto livello. A noi non bastano i canestri di Vercesi e di Iurato che tentano di non far rientrare i comaschi. La frittata ormai è fatta, con i blu che mettono fuori la testa per la prima volta, avanti di 3 punti. Quella che segue è una frazione dove gli Spartani tentano la rimonta che arriva verso la fine con dei piazzati di Tonella e di Iurato. Ma quando serve un po’ di lucidità per gestire alcune azioni importanti, i nostri ragazzi vengono meno e sulla prima linea di difesa perdiamo alcuni palloni su cui commettiamo fallo. I tiri dalla lunetta sono la diretta conseguenza che porta alla seconda sconfitta casalinga.

OBC 56 – Cermenate 61      (13/12 19/17 12/18 12/14)

De Francesco, Velardo 5, Tonella 8, Giargiari ne, Colombo 9, Moretti 2, Troisi ne, Iurato 12, Vercesi 9, Bonechi, Hamadi 5, Galati 6

C Gold: NON PERVENUTI…

L’infrasettimanale a Saronno non regala soddisfazioni per i nostri colori, ma ci fa ritornare con i piedi per terra dopo la bella e convincente prova di Cerro. Niente di buono da ricordare nel corso dei 40 minuti di gioco; mancanza di aggressività che porta a gravi disattenzioni difensive, con i varesini che trovano spesso tiri mai contrastati; mai intensi e poca voglia di sacrificarsi, se non il buon Velardo che ancora alla sua età lo si vede a fare sportellate sotto le plance con il gigante Politi. Nessuna energia messa in campo e totale mancanza di fiducia nell’attaccare il ferro. Rimaniamo così impallati nelle nostre posizioni esterne sperando che i nostri tiri muovano la retina. Ma non è serata e ci incaponiamo ancora di più, non riuscendo a fare quel balzo mentale per riuscire a fare quello che era stato preparato in palestra. Certo che avevamo davanti un’ottima squadra che è riuscita nel compito di non farci giocare…ma quello che preoccupa di più e che non ci abbiamo neanche provato. E non deve essere un alibi il fatto che Vercesi sia stato seduto in panchina per tutto il secondo tempo per un problema fisico. Oggi non ne abbiamo.Ora ci attende la partita casalinga contro la tosta Cermenate e sarà un impegnativo banco di prova per i nostri ragazzi che dovranno dimenticare il mercoledì a Saronno e mostrare quel giusto atteggiamento di chi ha fame.

LET’S GO SPARTANS

Saronno 80 – OBC 56       (23/13 24/12 15/17 18/14)

De Francesco 3, Velardo 13, Tonella 5, Colombo 3, Moretti 8, Troisi, Iurato 7, Vercesi 1, Bonechi 2, Hamadi 9, Galati 5

 

C GOLD: REFERTO ROSA A CERRO MAGGIORE

Trasferta a Cerro Maggiore per gli Spartani con l’intento di prendersi i due punti in palio. Recuperati quasi tutti gli infortunati, con fuori solo Hamadi, uno Iurato in gran spolvero imprime subito il suo timbro per la partenza sprint dei nostri. Bene Vercesi e Galati che un con un parziale di 2/10, portano Cerro al primo time out, che rientra in campo con più energia, ma ancora Iurato e Tonella dalla linea, chiudono il quarto con + 4 per noi. L’inizio della seconda frazione vede una tripla dell’under Bonechi ed è caratterizzata da una impenetrabile difesa biancoverde con un Moretti superlativo ,con la quale apriamo le prime falle nel gioco avversario. I nostri giochi in avanti creano buone spaziature che portano un ritrovato Galati a prendere in mano la squadra e chiudere avanti di 15 il primo tempo. Alcune dimenticanze su alcuni cambi in zona difensiva creano due siluri di De Tomasi e Beretta agli inizi della ripresa. Ma la replica di Vercesi ed ancora il positivo Galati non permettono a Cerro di rientrare. Ancora molto bene Moretti nel nostro pitturato a fermare chiunque attraversi la sua zona. Abbiamo 14 punti da gestire e Cerro si presenta con una 3/2 nel tentativo di limitare i nostri accessi nel loro pitturato. Ma oggi i biancoverdi sono in palla ed hanno il giusto atteggiamento di chi vuole portare a casa due punti importanti. De Francesco sigilla la sua partita con una tripla che fa male a livello morale e chiude di fatto il match. Cerro non ha più forza per ribadire alle nostre ripartenze che portano spesso a veloci transazioni e i tre punti finali di Botta, allungano il punteggio che non è mai stato in bilico.

Cerro 48 – OBC 70    (17/21 7/18 13/12 11/19)

Botta 3, De Francesco 3, Velardo 9, Tonella 8, Colombo 2, Moretti, Iurato 14, Vercesi 11, Bonechi 5, Galati 15

C GOLD: VIGEVANO CI E’ SUPERIORE

Match sulla carta scontato, ma non per questo gli Spartani sono scesi sul parquet di Milano 3 con la rassegnazione dell’agnello che va verso la bocca del lupo. Anche con un referto in cui mancavano al appello Colombo, Velardo e Iurato, i biancoverdi hanno mostrato carattere ed un ottimo atteggiamento nei confronti della corazzata ducale, la quale ha faticato tutto il primo quarto a trovare il ferro. Solo – 4 dopo i primi dieci minuti. Mostriamo la zona nella seconda frazione ed a circa metà tempo siamo a – 3, riuscendo ad imbrigliare il gioco offensivo del Vigevano, che fatica a trovare il ferro. Buone le prestazioni degli under De Francesco e Botta che tengono bene il campo contro giocatori come Grugnetti e Boffini. Purtroppo nel corso del quarto, Moretti esce per una distorsione alla caviglia. La fortuna, ancora una volta, non è dalla nostra parte, anche se siamo sempre sotto di 4 all’intervallo lungo. Con rotazioni ridotte al minimo, si riprende il gioco mostrando diverse difese per mettere in difficoltà gli avversari. Purtroppo non siamo sempre lucidi ed alcune palle sbagliate portano a creare veloci transizioni ducali che ci tramortiscono. Ma non siamo più lucidi neanche in avanti, dove manchiamo di gioco interno, causa anche una difesa avversaria energica. Il gap si va allungando ed ora è + 10 per i giallo blu. Niente da fare nell’ultimo quarto dove Grugnetti e Benzoni con una serie di triple chiudono il match.

OBC 46 – Vigevano 67       (7/11 15/15 13/19 11/22)

Botta, De Francesco 5, Tonella 6, Di Fiore, Moretti 5, Troisi, Vercesi 12, Bonechi 3, Hamadi 11, Galati 4

C GOLD: NIENTE RIMONTA A NERVIANO

Nerviano lascia tracce amare nei biancoverdi, che escono dal campo di via Roma pur consapevoli di aver dato tutto per 40 minuti con rotazioni ridotte al lumicino, beffati dal gioco duro e sporco degli avversari troppo spesso tutelato dai grigi. Con queste premesse, gli Spartani, nel primo quarto, sono troppo in balia degli esterni avversari che a turno muovono la nostra retina. Velardo, Iurato e Tonella fanno quello che possono per far rimanere in scia Opera, ma senza grandi successi. Con – 8 all’inizio del secondo quarto, i biancoverdi provano subito a ricucire lo strappo con Iurato ed Hamadi, ma le nostre rotazioni difensive non hanno un gran impatto sul parquet. Qualche dimenticanza sotto il nostro canestro, alcune doppie opportunità lasciate e la precisione al tiro degli avversari, vengono bilanciate dai canestri di  Vercesi e Iurato. Il nostro secondo play, Cazzaniga, in un missmatch contro Priuli, esce dal campo con un’escoriazione in testa ed un ginocchio malconcio. La beffa è di un fallo fischiato al nostro under e tecnico alla panchina per rimostranze poco ortodosse verso l’arbitro. – 6 al rientro negli spogliatoi, gli animi surriscaldati degli Spartani vengono subito placati da coach Telesi.
La nostra zona, nel terzo quarto, non provoca grossi problemi alla Nervianese che trova spesso la retina, complice una difesa troppo statica. Ma ribattiamo colpo su colpo con Tonella e Vercesi, andando ad impattare il risultato, ma Frontini e Corno con due bombe, riportano a 2 possessi il gap. Buon quarto per il nostro under De Francesco, bravo a tenere a bada il play Gatto. Con ancora 6 punti da recuperare, la stanchezza per le scarse rotazioni, comincia a farsi sentire.Alcuni palloni non gestiti al meglio, fischi opinabili e difesa, spesso, in balia di Frontini, scatenato in questo quarto, non permettono il recupero, anche se Tonella è l’ultimo ad arrendersi. Finisce sotto di 8 un match che al completo ( fuori ancora Galati ), potevamo giocarcelo. E’ un periodo difficile per i tanti problemi fisici che attanagliano la squadra. Ma forse, ora più che mai, c’e’ bisogno di far quadrato e non mollare niente.
Nervianese 74    OBC 66           (21/13  16/18   19/19   18/16)
De Francesco, Velardo 11, Cazzaniga, Tonella 15, Colombo 2, Moretti 3, Iurato 14, Vercesi 15, Bonechi, Hamadi 6

C GOLD: SECONDA VITTORIA CASALINGA

Partita casalinga infrasettimanale per gli Spartani che scendono in campo contro Cislago degli ex Di Gianvittorio ed Andrea Cappellari.

Nello scivoloso palaNenni,con assente ancora Galati, i biancoverdi partono subito a tutto gas riuscendo al meglio a sviluppare il gioco che ci porta a condurre di +10 dopo i primi dieci minuti, con i punti di Velardo, Vercesi e Iurato. Gli avversari mostrano la zona nel secondo quarto e cominciano le prime difficoltà ad arrivare al ferro. Non difendiamo più intensamente come la prima parte di gioco, perdiamo qualche brutto pallone e Grampa trova spesso buoni canestri che annullano il gap che avevamo. Con +1 si va al riposo lungo con la necessità di cambiare subito marcia. Infatti partiamo bene con un sempre verde Velardo cercato spesso nel pitturato, ma nel corso della frazione, i nostri attacchi diventano troppo statici e alcuni forzati portano a veloci transizioni avversarie. Un time out è necessario per parlarci su. Alcuni aggiustamenti tattici ci portano ad essere più aggressivi in difesa e a muovere di più la palla in attacco. I canestri di Tonella, Vercesi ed Hamadi ci fanno chiudere la frazione avanti di due possessi. Non bene l’ultima parte di gioco per i biancoverdi, ancora troppo sofferenti in avanti; Cislago prende energia e verso la fine del quarto mette la testa avanti sempre con il solito Grampa. Ci pensa Tonella con una tripla a riportare avanti gli Spartani.Il fischio ( molto opinabile ) , a 2,20 dalla fine, per un antisportivo a Iurato, dopo una tripla di Di Gianvittorio, porta scompiglio tra i nostri. 1 su 2 per i giallo viola ed il punteggio viene subito impattato da Velardo. Un antisportivo a Cattaneo porta Iurato in lunetta; 1 su 2 e 55/54 a 1,45. La nostra difesa stringe le maglie,buoni sono i palloni recuperati e sulle nostre ripartenze vengono fatti falli sistematici. Velardo, prima e Vercesi dopo, allungano il punteggio. Ancora Vercesi mette la firma e chiude il match.

Partita non spettacolare per entrambe le formazioni, ma la necessità dei due punti era troppo importante, in un momento della stagione, dove bisogna fare i conti con alcuni giocatori non al meglio fisicamente. Dobbiamo trovare più continuità per il nostro gioco ed il lavoro in palestra ci dovrà aiutare.

OBC 61 – Cislago 54      (20/10 11/20 16/11 14/13)

Botta, Velardo 16, Cazzaniga, Tonella 9, Colombo 6, Moretti 4, Iurato 7, Rao ne, Vercesi 15, Bonechi, Hamadi 4

C GOLD: IL PRIMO DERBY VA A MILANO 3

Spartani che non passano sul campo di Milano 3,per il primo derby stagionale. La squadra si presenta con alcuni giocatori ( Vercesi, Velardo, Hamadi) non al meglio  e Galati in tribuna per una contrattura, e la partita si indirizza subito sui binari basigliesi. I nostri ragazzi sono in difficoltà pur reggendo bene gli urti avversari. 18/13 alla fine dl primo quarto, nel quale da una parte spiccano Tandoi e Iacono e dall’altra Velardo e Iurato. Partono bene gli Spartani nei secondi dieci minuti e con un parziale di 2/10,portano la testa avanti al 15’. Milano 3 fatica al canestro con tiri imprecisi e spesso forzati da una buona difesa biancoveede. Il time out casalingo sblocca i padroni di casa che negli ultimi 5’,infilano otto punti consecutivi. 29/23 per i padroni casa, al rientro negli spogliatoi. Nel terzo quarto i basigliesi alzano la pressione e buttiamo al vento alcuni palloni che vengono tramutati in canestri. I ragazzi di coach Telesi fanno fatica a tenere l’uno contro uno , con Giocondo ed Iacono che scavano un buon gap. Il passaggio a zona, è la diretta conseguenza, ma il tempo finisce con un – 13 da recuperare. Ultima frazione in discesa per i nostri avversari. La nostra zona non riesce a contenere uno scatenato Giocondo che dalla linea dei 6,75m, scuote più volte la retina. Però ribadiamo punto su punto con Hamadi e Velardo. Ma ormai non c’è più tempo. Milano 3 vince meritatamente il primo derby stagionale, grazie ad un impianto di gioco ormai collaudato . I biancoverdi, al contrario, sono in una fase di work in progress…

MILANO3 75 -  OBC 61     (18/13 11/10 23/16 23/22)

Botta ne, De Francesco, Velardo 16, Cazzaniga, Tonella 8, Colombo 6, Moretti 4, Iurato 11, Rao, Vercesi 3, Bonechi, Hamadi 13

C GOLD: Referto rosa alla prima di campionato

Si riapre il campionato per la nostra prima squadra con l’incontro casalingo contro Valceresio. Dopo meno di un mese di allenamenti e con in campo 4 nuovi arrivati, gli Spartani partono subito forte e fin con troppa facilità , sospinti da Tonella e Velardo, trovano vie per il canestro. Nel secondo quarto la difesa ospite si compatta e la luce si spegne per gli Spartani che con poca lucidità tentano la via del ferro, soprattutto con tiri da fuori. Livio e Clerici per gli ospiti, riagganciano il risultato alla fine del primo tempo. Solo +1 per gli operesi. Stessa musica ed anche peggio nel terzo quarto, nel quale Clerici e Lepri si ergono protagonisti, facendo sprofondare gli Spartani ad un pericoloso – 7 nel corso del match. Poche e confuse idee in avanti per i nostri, che si tengono agganciati al match, grazie alle buone giocate di Vercesi. Sotto di 4 e sospinti da un buon pubblico, gli Spartani azzannano l’ultima parte di gara. Con ottimo piglio ed un’arcigna difesa, si riportano avanti subito con Vercesi. Iurato e Colombo con due bombe, mettono la squadra in gas e da qui in poi il match è in discesa. Moretti fa un ottimo lavoro sporco nel nostro pitturato contro i lunghi avversari e guidati, a turno, dalle buone mani di Tonella e Hamadi,si porta a casa una vittoria che per metà dell’incontro è stata in bilico. Non si poteva pretendere di più dopo venti giorni di allenamento ed un carico di lavoro importante dal punto di vista atletico. Buona la mentalità che i ragazzi hanno sfoggiato nell’ultimo quarto, dove hanno annichilito le velleità avversarie. Prossimo incontro, sabato a Milano 3 ore 18,30 , per il primo derby stagionale.

OBC 61    VALCERESIO 46  :      (17/11 10/15 9/14 25/6)

Botta ne, Velardo 11, Tonella 7, Di Fiore ne, Colombo 8, Moretti 1, Iurato 11, Rao, Vercesi 12, Bonechi 1, Hamadi 10, Galati