C GOLD: Partita matura degli Spartani

Il match, che sulla carta era improbabile per gli Spartani, ha richiamato una buona affluenza di pubblico che ha potuto constatare importanti passi avanti della nostra squadra sia a livello tecnico che caratteriale. Nel match contro Virtus Lumezzane, che si presenta con un roster illegale per i nostri livelli, i biancoverdi si sono dimostrati maturi e coriacei, una volta che hanno preso le distanze dai bresciani. Veramente di buon livello il nostro primo tempo dove riusciamo giocare con molta intensità e precisione in avanti, mettendo più volte in difficoltà la retroguardia avversaria. Lo stesso si dica della nostra difesa, veramente all’altezza nei primi venti minuti. + 12 al rientro negli spogliatoi che non sono molti, ma che dimostrano la voglia di non farsi travolgere dalla forte compagine bresciana. Alla ripresa del gioco, come da logica, la Virtus tenta il recupero, alzando l’intensità su entrambi i lati del campo. Questo ci porta a forzare alcune situazioni e gestire, non nel migliore dei modi, alcuni palloni. Nonostante tutto teniamo gli avversari a – 8, dopo ¾ di tempo. La forza d’urto avversaria si rafforza nell’ultimo quarto dove, dopo un inizio equilibrato, si scatenano gli avanti bresciani, arrivando ad un possesso. Ma abbiamo energia e carattere per tenere botta e perfino per allungare e portare a casa un altro pesante referto rosa.

OBC 85 – Virtus Lumezzane 77             (21/14 23/18 23/27 18/18)

Norcino 15, Fortunati 7, Guerrieri ne, Pena, Pontisso 4, Tannoia 8, Iurato 12, Cattaneo 16, Spirolazzi 12, Chiesa 2, De Conto 9

PROMOZIONE: Ritorno alla vittoria

Discreta prova dei nostri ragazzi alla ripresa del campionato dopo la sosta per le festività natalizie. Partenza con il freno tirato e molta imprecisione nel tiro per gli Spartani che cercano con troppa insistenza il tiro da lontano senza trovare la retina per buona parte del quarto, mentre i giocatori di Rivolta imbucano il nostro canestro con sicurezza e mettono in cascina punti importanti. Finalmente si svegliano i ragazzi di coach Lo Iacono e con Cazzaniga Lorenzo trovano due triple che riavvicinano Città di Opera ai fuggitivi in maglia biancoverde. Bravo Guerrieri a prendersi un fallo da tre e realizzare i tre liberi. Secondo quarto più veloce; in effetti i nostri avversari subiscono la celerità dei gialloblù operesi e vengono rimontati e superati grazie anche ad una alta percentuale nel realizzo dei tiri liberi.( speriamo che duri questa bella novità) Dopo l’intervallo l’intensità di gioco degli Spartani aumenta e costringe a commettere molti falli ai nostri avversari: giocando in modo rapido e muovendo rapidamente il pallone i nostri ragazzi tornano ad essere micidiali nei ribaltamenti e anche nelle giocate sotto canestro ottengono punti pesanti. L’ultimo quarto inizia con Città di Opera avanti di 14 punti e purtroppo influisce negativamente perché subentra un rilassamento che consente ai Rivoltani di tentare un recupero che, realmente, e’ solo un tentativo ben controllato dai Cittadini. Un po’di gloria anche per i più giovani dei nostri giocatori Allotta, tre minuti, e Chitti che realizza tre punti dalla distanza e tre liberi guadagnati per un altro tentativo da fuori. Una buona gara a dimostrare che se si corre, supportati dalla tecnica indubbia, gli Spartani possono rendere la vita dura ad ogni avversario. Prossima gara lunedì 13 gennaio: a Binasco comincerà il girone di ritorno che porterà ai play off ! La strada è ancora lunga ma sarà il primo e minimo obbiettivo di Città di Opera Promozione ! Arrivedervi a Binasco ! Forza Spartani ! Sempre.

Città di Opera. 78  -  Il Momento Rivolta. 65               (15-21//22-15//22-9//19-20)

Tabellini: GUERRIERI 12, CAZZANIGA L. 16, CHITTI 6, GIARGIARI 3, DE FRANCESCO 16, CAZZANIGA D. 10, RAO 4, DI FIORE 1, CAVAGNERA 8, PERINO 2, ALLOTTA 0.

C GOLD: L’anno nuovo porta una vittoria

Nella sera dell’Epifania, gli Spartani si regalano una bella ed importante vittoria contro una delle rivali per un posto nei play off. La serata, però, è cominciata male con i padroni di casa della Bocconi che con Di Rauso e Santolomazza,fanno il diavolo a quattro nella nostra area. Pur essendo poco intensi in avanti e poco spumeggianti in difesa, riusciamo a non far scappare gli avversari. Ci sono 5 punti da recuperare ed alzando l’ asticella nel nostro pitturato, con qualche buon pallone recuperato, le nostre transizioni ci portano ad impattare il punteggio alla fine del primo tempo, ma con i nostri che hanno giocato troppo da soli. Il terzo quarto vede le formazioni più intense in difesa, cosicchè la precisione da ambo le parti viene a mancare. Equilibrio assoluto. L’ultima frazione ci vede subito in sofferenza dove nei primi quattro minuti, non vedendo mai la retina muoversi, prediamo un break di 12 a 0. Con qualche scossone di coach Celè e con qualche rimescolamento di carte, i nostri ragazzi hanno un sussulto d’orgoglio, arrivando a -1 a 30 secondi dal termine. Palla in mano ai milanesi, Spirolazzi che stoppa Di Rauso e Iurato riconquista il pallone. Fallo tattico e 1 su 2. Perfetta parità al temine del tempo regolare. Si va all’overtime con la palla che pesa un macigno e tante forzature da entrambe le parti. Ma gli Spartani gestiscono meglio le ultime fasi dell’incontro e portano a casa il referto rosa.

BOCCONI 75 – OBC 78        (24/19 21/26 12/12 14/14 OT 4/7)

Norcino 21, Fortunati ne, Cazzaniga D. ne, Guerrieri ne, Pena, Pontisso 4, Tannoia 2, Iurato 19, Cattaneo 6, Spirolazzi 20, Chiesa 2, De Conto 4

C GOLD: Un regalo sotto l’albero

Per Natale gli Spartani trovano un pacchetto da scartare e dentro il pacco un bel rinforzo che andrà a colmare la casella lasciata vuota dall’inopinata precedente uscita di scena di un altro giocatore. Entra a far parte della truppa biancoverde Stefano Pontisso, guardia-ala Friulana del’93, già vista negli scorsi campionati quando ha indossato le casacche di Mortara e Vigevano. Giocatore eclettico, in grado di giostrare in più ruoli e dotato di un’ottima visione di gioco, grazie alle sue doti tecniche e umane è il giocatore giusto per rendere la nostra squadra sempre più competitiva. Vi aspettiamo alla partita di Domenica vs Pallacanestro Milano per dargli il nostro più caloroso benvenuto.

C GOLD: Cernusco stoppa la striscia positiva

Che fosse un match di un livello di difficoltà elevato lo si sapeva, ma che risultasse difficile e complicato riuscire ad arginare la manovra avversaria per tutto il primo tempo, non era stato messo in preventivo. Ma quello che fa più pensare è come gli Spartani siano scesi in campo in stato di supponenza e presunzione incapaci di contrastare le veloci ripartenze dei bufali di Cernusco che per tutti i primi venti minuti hanno fatto ciò che volevano nei due lati del campo. Abbiamo incassato 42 punti nei primi due quarti e siamo riusciti a farne solo 21. Bravi i nostri avversari a trovare i nostri punti deboli, ma ci abbiamo messo del nostro con poca voglia di lottare nel nostro pitturato. Cenni di risveglio nel corso della terza frazione e forse quello meglio interpretato dai nostri, ma ancora troppo poco per sopperire al gap che è stato creato nel primo tempo. Forse l’ultimo quarto è quello che meglio racchiude il senso di questo match, con gli Spartani che giocano a viso aperto e che provano a rientrare, arrivando a – 10, ma l’inerzia del match è nelle mani dei padroni di casa che controllano e vincono meritatamente.

Cernusco 96  -  OBC 82                    (21/11 21/10 22/28 32/33)

Norcino 11, Fortunati 8, Cazzaniga D. ne, Pena 2, Tannoia 19, Iurato 12, Cattaneo 4, Spirolazzi 12, Chiesa 5, De Conto 9

C GOLD: Due punti al cardiopalma

Settima vittoria consecutiva degli Spartani conquistata sul filo dell’ultima sirena a fronte di un match che non ha disatteso le aspettative. Social Osa si è dimostrata una signora formazione con un mix di interpreti veramente all’altezza che ha saputo metterci alle corde per lunghi periodi del match, per loro bravura e per nostre lacune. La partita si è messa subito sui giusti binari con i nostri che prendono un piccolo vantaggio, ma quando i milanesi abbassano il quintetto, cominciamo a soffrire. Con un vantaggio di un solo possesso si chiude il primo quarto e il successivo si apre con un Michelori davvero incontenibile sotto le plance. Lasciamo tante doppie opportunità e facciamo fatica a trovare la chiave per contrastare i cinque “ nani “ avversari. Gli ospiti si tengono agganciati a – 1 al rientro negli spogliatoi. Non si cambia passo al rientro, dove l’equilibrio regna sovrano. Tante forzature e diverse palle mal giocate finite nelle mani avversarie, indicano una staticità del nostro gioco in avanti. Fortunatamente gli avversari non ne approfittano, e riusciamo a contenerli. Il periodo si chiude in perfetta parità con i nostri ancora avanti di 1. Nessuna nuova all’inizio dell’ultima frazione, con gli Spartani che mostrano poco equilibrio difensivo e la palla che non circola in avanti. Così, come presumibile, i milanesi mettono la freccia e a metà quarto sono avanti di 7. Il divario rimane fino a 150 secondi dalla fine, quando nei nostri ragazzi si accende la luce rimasta spenta per un lungo periodo e dimezzano lo svantaggio. Un botta e risposta dalla lunga distanza ci porta a – 3 a 2 minuti dal termine. Ancora equilibrio che spezziamo a 35 secondi dalla sirena. -1 e due liberi sbagliati dai nostri avversari. Sul capovolgimento di fronte, De Conto ribadisce a canestro un ottimo rimbalzo offensivo che ci porta a +1 con 20 secondi rimasti da giocare. Mettiamo pressione sulla loro rimessa e recuperiamo palla e nell’azione successiva Spirolazzi si procura un fallo che viene tramutato in 2 su 2 dalla lunetta. + 3 e a 10 secondi dal termine, tocca a Biasich andare sulla linea dei liberi. + 1 . Palla in mano a Norcino ed inevitabile fallo tattico. 1 su 2 e + 2 a 7 secondi. Il tiro della disperazione dalla lunga di Biasich è ben contrastato al limite del fallo e con il tempo ormai finito, gli Spartani portano a casa un successo quasi insperato per come si erano messe le cose nell’ultimo quarto. Bravi i nostri a crederci fino alla fine e buttare il cuore oltre l’ostacolo.

OBC 77  -  Social Osa 75                   (24/21 12/14 20/20 21/20)

Norcino 21, Fortunati 5, Chitti ne, Cazzaniga D. ne, Pena, Tannoia 7, Iurato 10, Cattaneo 3, Spirolazzi 16, Chiesa 9, De Conto 6

C GOLD: Sempre in gas

Le “gite“ nel bresciano portano bene agli Spartani che portano a casa altri due punti in una trasferta alquanto difficile. L’insidiosa partita contro Prevalle è come una sfida a scacchi, con i coach intenti a spostare pedine sui giocatori più pericolosi delle due formazioni. Ed infatti il primo tempo, pur pagando più del dovuto le parecchie doppie opportunità lasciate ai padroni di casa, risulta del tutto equilibrato, con i biancoverdi che si lasciano preferire in fase offensiva. Con il punteggio di 39 pari, il ritorno sul parquet non è alquanto propizio per i nostri colori che pagano la poca precisione al tiro. Qualche accenno di nervosismo sorge negli Spartani che, a causa anche dell’intensità dei padroni di casa, forzano tanto e sviluppano male i giochi in avanti. Andiamo sotto di 7 all’inizio dell’ultima frazione, ma un veloce break di 7 a 2 per noi, ci riporta subito a contatto con i bresciani. Gli Spartani sfoggiano un’ottima difesa e nell’altra metà campo rompono gli indugi violando a ripetizione la retina. L’inerzia del match è ormai dalla nostra parte e Norcino e Iurato puntellano il risultato nel finire dell’incontro.

PREVALLE 75  -  OBC 84        (22/19 17/20 22/15 14/30)

Norcino 16, Fortunati, Cazzaniga D. ne, Pena 3, Tannoia 13, Iurato 25, Cattaneo 5, Spirolazzi 11, Chiesa 9, De Conto 2

UNDER 13 FIP: Sconfitta contro Canottieri

Sesta ed ultima giornata del torneo di qualificazione U13 FIP che vede i nostri giovani Spartani impegnati al PalaNenni contro i pari età della Canottieri Milano. I primi 2 quarti i ragazzi di Città di Opera tengono bene in difesa contro una squadra ben organizzata e intensa . In attacco, nonostante la differenza fisica a favore dei milanesi, gli Spartani giocano con sicurezza e precisione, chiudendo il secondo quarto con Canottieri avanti di poche lunghezze 29-36. Purtroppo anche questa volta paghiamo un terzo quarto sottotono sia in attacco che in difesa, il tutto si traduce in un parziale di 9 a 21 per Canottieri che segna irremovibilmente il mach in favore dei milanesi. Nell’ultimo quarto gli Spartani ritornano bene nella partita e chiudono il quarti aggiudicandoselo per 19-15. La partita vede vincitori i milanesi per 57 a 72. Appuntamento a Gennaio 2020 con la seconda fase del campionato.

C Gold: Due punti di sostanza

Trasferta a Brescia per gli Spartani impegnati contro la formazione locale, che rispetto ciò che dice la classifica, si presenta difficile e complessa.Infatti l’andamento del primo tempo conferma il quanto, con i nostri, in formazione ridotta, che trovano molte difficoltà ad arginare le avanzate bresciane. I giochi in avanti funzionano, ma nella nostra metà campo, spesso siamo troppo timidi e poco intensi. La sensazione di quando si rientra negli spogliatoi avanti di 1 è comunque positiva, come se da un momento all’altro possiamo dare lo strappo. Ciò che succede nel terzo quarto nel quale alziamo l’intensità su entrambi i lati del campo. Buoni recuperi e letali transizioni ci permettono di allungare e creare un gap di 10 punti all’ inizio dell’ ultimo periodo. Buona la prestazione corale dei biancoverdi che iniziamo bene, ma con le rotazione ridotte e la tenacia dei padroni di casa, la stanchezza comincia a farsi sentire. E così alcune forzature ci condannano, con i locali che accorciano pericolosamente. A 150 secondi dal termine siamo a + 6 che diventano solo + 5 a 90 secondi, ma nel finale ci pensa il nostro peperino Tannoia a prendere per mano la squadra e condurla sino alla sirena finale. Quindi due punti importantissimi, ottenuti su un campo difficile e dove credo che i bresciani potranno dire la propria. Match non bello dal punto di vista estetico, ma gli Spartani giocano una partita di sostanza dando la sensazione di essere sempre stata nelle nostre mani.

NBB Brescia 77  -  OBC 82                     (22/23. 23/23. 11/20. 20/16)

Norcino 2, Fortunati 10, Cazzaniga D. ne, Guerrieri, Pena 3, Tannoia 15, Iurato 11, Spirolazzi 23, Chiesa 4, De Conto 14

C GOLD: Quarta vittoria consecutiva

Di fronte ad un nutrito pubblico, gli Spartani incontrano la forte formazione di Iseo, squadra esperta e smaliziata. Match molto difficile dal punto di vista fisico e tecnico, ma assolutamente da provare a giocare e vincere, poiché ci consentirebbe di allungare la striscia vincente ed allontanarsi, ancora di più, dai bassifondi di classifica. L’inizio è tutto di marca operese con Iseo incapace di reagire ai nostri attacchi. Poi con il valzer delle rotazioni, i bresciani non ci fanno scappar via e chiudiamo il quarto con due possessi di vantaggio. Il secondo quarto vede Iseo alzare l’intensità in difesa ed insieme ad alcuni fischi troppo fiscali che ci penalizzano, gli ospiti tentano il recupero; ma rispondiamo con una buona difesa che tiene le ondate avversarie e seppur con gran fatica, negli spogliatoi si va con + 5. Il rientro non ci vede partire con il giusto passo e in men che non si dica Iseo impatta. La reazione degli Spartani non si fa attendere, e troviamo la via della retina più volte, infilando una serie canestri che ci portano sopra di 10. A questo punto i biancoverdi, complice anche una spinta maggiore dei bresciani, hanno una sorta di rilassamento che ci porta a non trovare più la via del canestro. Iseo accorcia e si porta a -1. L’ultima frazione è tutta da vivere, con i nostri che se la giocano punto a punto, ma una serie di forzature e palle perse, portano i bresciani a prendere un pericoloso vantaggio di + 5 a 100 secondi dal termine. Il recupero avviene con una serie di iniziative che ci portano in lunetta più volte, arrivando a – 2 a 37 secondi dalla sirena. Infine una bomba di capitan Iurato ci porta a condurre di 1. Mancano una manciata di secondi e dall’altra parte, Caramatti, dall’interno della nostra area, scocca il tiro del sorpasso, ma il pallone va sul primo ferro. Alle mani scivolose degli Spartani, il rimbalzo sfugge e siamo costretti a dare la rimessa dal fondo ai nostri avversari. Otto secondi in apnea con bagarre finale nel nostro pitturato. Teniamo bene difensivamente e portiamo a casa il quarto referto rosa consecutivo.

OBC 79 – Basket Iseo 78           (23/19 20/19 19/23 17/17)

Norcino 5, Fortunati 4, Cazzaniga D. ne, Guerrieri ne, Pena 2, Tannoia 10, Iurato 26, Cattaneo 11, Spirolazzi 17, Chiesa, De Conto 4