WEEKEND IN “ GIALLO “ PER GLI SPARTANI

Tempo di play out per la serie D e C Gold, impegnate entrambe in trasferta, rispettivamente a Vanzago ed a Agrate. A Vanzago i ragazzi della D prendono una seria batosta da una squadra con un livello fisico importante, ma tecnicamente non troppo superiore alla nostra. Purtroppo i biancoverdi, con due importanti pedine infortunate, si sono persi appena scesi in campo ed alla fine, con percentuali dal campo ridicole, in pochi si sono salvati. Ora ci aspetta il ritorno in casa giovedi 27 alle 21,30 per poter giocarsi la sfida di rimanere nella serie a Vanzago domenica prossima.

Libertas Vanzago 70 – CDO 37         (17/3 21/17 21/13 11/4)

Cazzaniga 18, Giargiari, De Francesco, Biganzoli 5, Rossetti, Sita 4, Botta 6, Preli 2, Magnani, Scibila, Rao, Di Fiore R. 2

Ad Agrate, la nostra prima squadra non riesce mai a prendere in mano le redini del gioco,sottoposti al gioco vivace dei “ canarini “. Partita che rimane in bilico fino a 3 minuti dalla fine, quando perdiamo il gioco aggressivo degli avversari ci fa perdere lucidità e la partita. Ritorno mercoledì 26 al Palanenni ore 21.

Agrate 66 – OBC 58       (16/20 16/12 14/12 20/14)

Maffezzoli 1, Alb. Cappellari 2, Rao ne, Colombo, Piva, Iurato 16, Galati 7, Velardo 13, Vercesi 13, And. Cappellari 6, Botta ne

SERIE D: DUE PUNTI SFUMATI

Bella ed intensa partita disputata dai nostri giovani contro la forte Phoenix Voghera più strutturata , sia fisicamente che tecnicamente, che parte subito forte in virtù di uno sviluppo di buoni giochi dal post. Ma i nostri replicano e il nostro uno contro uno fa male. Chiudiamo sotto di 5, ma un nostro parziale di 6-0 di inizio seconda frazione, porta i pavesi a schierarsi a zona. Da qui comincia tutta la nostra criticità ad attaccarla. Al contrario, i nostri avversari non fanno molta fatica ad attaccare il canestro, avendo a disposizione anche doppie opportunità sotto le plance. – 14 all’inizio del terzo quarto. Ancora zona pavese ed ancora chiare difficoltà pur riuscendo a sfruttare un pò meglio i nostri giochi offensivi. Purtroppo nella nostra area, le buone mani dei pavesi lasciano il segno che portano il gap a –18 negli ultimi 10 minuti. Le difficoltà ci sono ma gli Spartani hanno un sussulto di orgoglio e con coraggio e determinazione sia in avanti che in difesa, accorciano il divario fino ad arrivare ad 1 minuto dal termine sotto di 3 con palla in mano. Purtroppo sbagliamo la la gestione del Molten che ritorna in mano avversaria ed una serie di falli sistematici portano alla vittoria i pavesi. Peccato perchè questa volta, più di altre, avevamo in pugno l’andamento del match e con una gestione di palla più accurata, tiri liberi (sotto il 50 % ) e fischi e non fischi dubbi ,si poteva portare a casa due punti, che al lato pratico non cambiava niente, ma poteva accrescere l’autostima dei ragazzi.

Città di Opera 73 – Phoenix Voghera 78        (18/23 15/24 14/18 26/13)

Cazzaniga 16, Di Fiore T. 4, Giargiari 11, De Francesco 13, Biganzoli 6, Rossetti ne, Sita 11, Botta 7, Preli 2, Scibilia, Rao, Di Fiore R. 3

SERIE D: INTENSAMENTE OPERA

Vismara rende visita ad Opera, nella 9 giornata di ritorno, e rimane nella memoria la partita di andata persa di soli due punti, dopo che il pallone su un nostro tiro, a decimi di secondi dalla fine, tocca il ferro, rifiutando di entrare. Sulla carta sarebbe una partita molto difficile da portare a casa, visto il roster avversario ed Opera non al completo. Ma con una match fatto di grinta ed intensità, i biancoverdi,dopo un primo quarto un pò altalenante, disegnano una seconda frazione quasi perfetta. Un’ottima circolazione di palla ci permette di creare buoni tiri con alte percentuali realizzative e soprattutto nella nostra metà campo, mostriamo quell’intensità difensiva che ci permette di chiudere il primo tempo sopra di 15,dopo che avevamo toccato i + 20. Si rientra dagli spogliatoi con la stessa cattiveria agonistica e cambiamo difesa dopo una tripla avversaria. Il ritmo imposto dagli Spartani è molto alto e ciò consente di correre e concludere sempre con degli ottimi tiri. Ancora una volta il fortino difensivo messo per contrastare gli esterni milanesi, visto il loro quasi inesistente gioco interno, regge bene. + 21 dopo 30 minuti. Ancora a zona i biancoverdi per gli ultimi 10 minuti; il Vismara mostra una difesa alta che ci manda un pò in confusione, regalando qualche palla persa di troppo agli avversari, che riescono ad ridurre lo strappo. Ma gli Spartani sono con la testa sul match e riescono a respingere il vano assalto finale dei milanesi.

Città di Opera 69 Vismara 56     (19/15 23/12 16/10 11/19)

Cazzaniga 17, Di Fiore T. 7, Giargiari, De Francesco 13, Biganzoli 13, Rossetti, Sita 5, Botta 4, Magnani 5, Scibilia, Rao 5, Di Fiore R.

 

SERIE D: SPAVENTIAMO LA CAPOLISTA

Gli Spartani con il roster non al completo, sfiorano il colpaccio e spaventano la capolista Cava Manara. Dopo un primo quarto di sofferenza da parte dei nostri ragazzi,con molti problemi a limitare i lunghi pavesi, nella frazione successiva Opera mette in campo una buona intensità con la quale creiamo crepe nella difesa pavese. Tanto è vero che per fermare le nostre incursioni, Cava è obbligata a schierarsi a zona per lunghi tratti. Buoni anche nel nostro pitturato, dove la nostra aggressività limita il gioco avversario. Sotto di 7 al riposo lungo, ma con ottime sensazioni soprattutto dal punto di vista di intensità mentale. Il terzo quarto è la fotocopia del precedente; non molliamo mentalmente e con una difesa a tutto campo riusciamo a mettere in difficoltà i loro portatori di palla che spesso, con buoni recuperi e veloci transizioni che vengono convertiti.Teniamo ancora bene in difesa contro i lunghi pavesi che vengono sempre raddoppiati e limitati negli appoggi. Riusciamo a limare il gap e portarci solo a – 5 negli ultimi dieci minuti. L’inizio è ancora ottimo dove ancora una volta riusciamo ad accorciare e tenere sotto pressione gli avversari. Purtroppo le nostre rotazioni limitate pagano dazio, in termini di centimetri e di lucidità. Cava vince soffrendo contro i nostri ottimi ragazzi che stasera hanno sfoderato un’intensa partita senza essere già battuti. C’è da essere moderatamente soddisfatti e moderatamente positivi per il cammino ancora da venire.

Città Di Opera 61 Cava Manara 69       (11/19 15/14 18/16 17/20)

Cazzaniga 13, Di Fiore 10, De Francesco, Torresani, Biganzoli 17, Rossetti ne, Sita 6, Botta 8, Preli, Scibilia ne, Rao, De Simone 7

Under 13 FIP: Si chiude l’anno in bellezza contro Landriano

Vittoria nella partita conclusiva del girone di qualificazione Under 13: bel match dei nostri piccoli Spartani contro i ragazzi del Landriano. Opera è riuscita a indirizzare subito la partita con il primo quarto terminato 21-11 e decisivo per la vittoria finale insieme al secondo che si è concluso 13-2. Il distacco cumulato nel primo tempo si spiega con un atteggiamento aggressivo dei nostri ragazzi che hanno chiuso tutti gli spazi agli avversari e recuperato palla lontano dal proprio canestro e ripartendo in contropiede con grande efficacia. Buona la reazione del Landriano al rientro della pausa che massimizzando gli sforzi riesce a strappare un buon parziale di terzo periodo lasciando sul campo solo due punti (12 a 10). Un risultato non preoccupante che ma che segna un periodo di rilassamento dei nostri ragazzi che persevera anche nell’inizio del quarto successivo e che ci vede giocare a vuoto per gran parte del periodo. Ripresa del ritmo negli ultimi due minuti e vantaggio meritato con un parziale di 18 a 14.

Tenaci in difesa e organizzati in attacco, gli Spartani hanno espresso un buon gioco per tutta la partita facendoci divertire ed emozionare. Girone di qualificazione difficilissimo che si conclude positivamente e che di vede posizionati saldamente al centro classifica nonostante i mostri sacri affrontati in questi mesi.

Aspettiamo adesso di capire chi ci aspetta nel proseguo del nostro cammino sicuri di aver fatto bene fino ad adesso e certi di meritare di più.

Bravi Spartani e Buon Natale!

 

Under 13 FIP: A un passo dalla vittoria.

Sesta di campionato dura per i nostri ragazzi: nel tendone freddo e umido di Binasco, al limite della praticabilità, si è svolta una delle partite più difficili del campionato per gli Under 13. La squadra avversaria è di quelle vere, agile ed energica, determinata a fare il risultato e a sfruttare il turno casalingo. Il primo tempo è subito ad appannaggio dei padroni di casa che giocano con disinvoltura un basket di sostanza e di forza muscolare. I nostri ragazzi, che certamente non si distinguono per possanza fisica, non entrano in partita e i il primo quintetto subisce il gioco avversario senza opporre le giuste contromisure tecniche. Qualche errore di troppo in difesa e la poca lucidità in attacco contribuiscono a realizzare uno dei più brutti parziali del campionato: 14 a 6. La reazione arriva nel secondo periodo: la capacità realizzativa non migliora ma il gioco si vede e in difesa arginiamo la potenza dell’attacco avversario con marcature da manuale. Ritornano velocità, agilità e tecnica: le caratteristiche migliori della squadra. Una bella reazione che ci permette di chiudere il primo tempo in leggero vantaggio (24 a 26) . Dopo la pausa la stanchezza si fa sentire e, dopo un terzio periodo di sostanziale parità (14-13), il Binasco inclemente prende il largo con un buon quarto periodo positivo (16-10), finale 54 a 49 per Binasco.

Nel complesso partita ostica ma divertente con gli Spartani un po’ sottotono a causa di un po’ di stanchezza e di qualche infortunio ancora non del tutto risolto.

Forza ragazzi, la passione è per sempre!

 

SERIE D: REFERTO GIALLO A VOGHERA

Nella serata nebbiosa a Voghera, gli Spartani contro Phoenix, portano a casa l’ennesimo risultato negativo che ci fa chiudere l’anno con sole tre partite vinte. Che fosse una trasferta difficile lo conferma il primo quarto dove gli esterni pavesi ci mettono subito in grave difficoltà con due bombe ed una serie di piazzati senza essere contrastati. Partiamo subito in salita e con 10 punti da riprendere, ma il momento di sbandamento che abbiamo avuto nella prima frazione è soltanto un ricordo,poichè i ragazzi sfoggiano, nei secondi 10 minuti, un ottimo basket, pur con i grigi non sempre lucidi nelle decisioni. Si è tornato a giocare di squadra, con buona esecuzione dei giochi sia nell’attacco individuale che contro la zona. I biancoverdi sono a – 3 al rientro negli spogliatoi. Buone le sensazioni, ma ancora una volta, al rientro sul campo, paghiamo con l’inesperienza la gestione di certe fasi del match, in cui, staccando la spina, ognuno va per conto proprio. Il risultato è che queste scollature, non aiutate dalle buone percentuali ed ancora da fischi del tutto inappropriati, portano ad incrementare il vantaggio pavese. Va meglio nell’ultimo quarto, dove si rivedono certe situazioni che avevano caratterizzato la nostra seconda frazione di gioco. Ancora troppo poco, comunque, per giocare al livello con certe squadre. Si ritornerà in campo a Gennaio, contro Tromello, con l’ultima di andata, sperando che i prossimi giorni di feste possano portare quella tranquillità mentale che serve ai nostri ragazzi.

Phoenix Voghera – 73 Città di Opera 58      (20/10 14/21 21/13 18/14)

Cazzaniga, Troisi, Di Fiore, Giargiari 1, De Francesco 8, Biganzoli 22, Rossetti ne, Botta 9, Preli, Magnani 10, Rao 4, De Simone 4

 

Serie D – Derby a Milano3, finisce all’overtime

Anticipo infrasettimanale della 4° giornata di andata, con Milano 3 che ci fa visita. La sfida tra i giovani atleti provenienti dalle giovanili, inizia con un primo quarto del tutto equilibrato. Subiamo un break di 8 – 0 nella seconda frazione, dove gli Spartani trovano difficoltà a canestro, impattando contro una difesa basigliese molto aggressiva che crea diverse palle perse.

Siamo sotto di 4 al rientro negli spogliatoi. Un po’di “ shampoo “ da parte di coach Cerri è necessario per riordinare le idee che vengono subito trasmesse in campo dai nostri, poichè con un’ottima difesa e buone transizioni, ricuciamo lo strappo e ci portiamo avanti di 6 dopo 30 minuti di gioco. Nell’ultimo quarto, purtroppo, perdiamo i nostri due lunghi facendoci sopraffare dal nervosismo. La frenesia nello sviluppo dei nostri giochi e le idee un pò offuscate, permettono a Milano 3 di correre ed impattare il punteggio al termine dei tempi regolamentari.

L’ over time non ci regala gioie. I basigliesi, sull’onda dell’entusiasmo,piazzano subito 2 bombe dall’arco che ci tagliano le gambe, con i nostri attacchi che rimangono sterili, individuali e fuori ritmo. Perdiamo il primo derby per il fatto che siamo ancora impacciati mentalmente, in un campionato dove le energie mentali sono risorse che dobbiamo avere per tutti i 40 minuti. Abbiamo ancora tanto da lavorare da questo lato.

Città di Opera 62 – Mi 3 66

Parziali: 18/17 9/14 19/9 7/13 OT 9/13

Tabellino:

Cazzaniga 4, Troisi 6, Di Fiore 2, Giargiari 5, De Francesco 12, Torresani, Biganzoli 9, Botta 5, Preli, Magnani 6, Rao 2, De Simone 11

U18 – Sconfitti in trasferta

Giornata 1: CAT Vigevano 61 – Città di Opera 53

Prima giornata in trasferta per gli U18, che escono sconfitti dal campo della CAT Vigevano deponendo le armi solo nei minuti finali. Una buona prestazione comunque dei nostri ragazzi, tornati quest’anno alla guida di coach Pedrinelli con l’assistenza di coach Aldegheri, che hanno combattuto contro avversari apparsi più attrezzati fisicamente, senza per questo intimidirsi e senza rinunciare alla loro aggressività, e riuscendo a mantenere basso il punteggio, che era uno degli obiettivi della vigilia.

Avvio abbastanza equilibrato, con Vigevano che allunga leggermente dopo 3’30” di gioco portandosi avanti di 5 punti sul 9 a 4. Pronta reazione degli Spartani, che dopo il primo timeout aumentano la pressione in difesa, innescano qualche buon contropiede e ottengono un ottimo break di 1 a 9, portandosi in vantaggio. Questa volta è quindi Vigevano che è costretta a spendere un timeout a 2’00” esatti dal termine del quarto, sotto 10 a 13. Anche il timeout di Vigevano ha effetti positivi, questa volta purtroppo a favore dei nostri avversari che con un 6 a 0 chiudono il quarto avanti di 3 sul 16 a 13.

Ripresa delle ostilità con gli Spartani ancora concentrati sul pezzo: 50” di gioco, 4 a 0 per noi e siamo di nuovo avanti 16 a 17: molto bene. Da questo momento fino alla sirena dell’intervallo sarà uno scontro equilibrato, con le due squadre che si sorpassano almeno un paio di volte, e gli Spartani intensi ed attenti in difesa a raddoppiare i forti lunghi avversari ogni volta che è possibile. Alla sirena siamo infatti in perfetta parità (29-29), con gli Spartani che vincono il periodo 13 a 16: una perfetta fotocopia “reverse” del primo quarto!

All’inizio del terzo quarto, Vigevano ottiene un piccolo vantaggio, portandosi a +4 dopo 2’52” di gioco sul 36-32. Sembra un vantaggio non preoccupante, visto il grande equilibrio, ma risulterà invece determinante, perché i gialloblu non riusciranno mai a rientrare completamente. La penultima sirena arriva infatti con una situazione sostanzialmente invariata, sul 46-43 e +3 per i padroni di casa (quarto 17-14).

L’ultimo periodo è molto intenso, con gli Spartani che provano a ridurre il mini break di Vigevano e i padroni di casa che invece ribattono punto su punto. Dopo 3 minuti siamo 52-48, dopo 4’12” ancora +4 per Vigevano sul 54-50. Tutto resta uguale fino a 2’23” al termine, con lo stesso “maledetto” +4 che non riusciamo a ricucire (56-52). Negli ultimissimi minuti gli Spartani provano il tutto per tutto, ma qualche soluzione un po’ affrettata in attacco e un po’ di stanchezza consentono ai padroni di casa di controllare e punire i nostri errori in attacco con qualche facile contropiede. Finisce così 61 a 53, ma la partita è stata molto più equilibrata di quanto non dica il punteggio finale.

Una buona prova dei nostri ragazzi, che hanno giocato praticamente con tutti 2000 (solo 2 i ’99 convocati da coach Pedrinelli e addirittura un 2001). I ragazzi hanno cercato di applicare al meglio le richieste della nostra panchina e hanno giocato con attenzione ed volontà. Vigevano ha comunque meritato, evidenziando più lucidità e fisicità nei decisivi minuti finali.

Ora avremo tempo di allenarci e cercare di mettere a fuoco i nostri obiettivi per la prossima partita, che sarà giovedì 3 novembre in casa contro Dresano (tensostruttura Nenni) con palla a due alle 19:45.

Nel mezzo esordiremo anche nel torneo U18 UISP (domenica 23 alle 18:00 in Nenni contro Schuster), ma questa è un’altra avventura. Forza Spartani!

C Gold – Espugnata Cislago

Sul difficile campo di Cislago, gli Spartani sono messi a dura prova, fin dalla prima palla a due,dagli ostici esterni giallo viola per tutto il primo quarto da un buon Cattaneo. Meglio la seconda frazione dove prendiamo le misure e Velardo , Galati e Colombo ci tengono a galla, pur con qualche palla persa e attacchi frenetici a canestro. – 1 al rientro negli spogliatoi.

Con un mini break di 6- 0 ed una attenta difesa, portiamo la testa avanti. Un buon Vercesi limita Cattaneo e lasciamo solo tiri forzati ai loro esterni. I palloni messi a terra sui rimbalzi creano, spesso, favorevoli ribaltamenti di fronte, dove un effervescente Galati, porta scompiglio nella difesa cislaghese. +4 negli ultimi dieci minuti, nei quali non caliamo di intensità in difesa ed in zona di attacco troviamo con facilità canestri spesso accompagnati da falli. Tocchiamo i + 10 negli ultimi minuti, ma le bombe di Parietti e di Vanzulli sono ben ripagate dai buoni giochi in attacco, dove si erge un sempre presente Andrea Cappellari.

Buona la partita dei biancoverdi che, pur con qualche difficoltà iniziale, fanno leva su una buona ripartizione di punti. Partita vinta in difesa dove la nostra intensità ha avuto la meglio sui pericolosi esterni avversari. Settimana prossima ancora trasferta, a Malnate, per incontrare Valceresio e mantenere la striscia positiva.

Cislago 66 – OBC 73

Parziali: 21/17 13/16 12/17 20/23

Tabellino:

Alberto Cappellari 8, Rao n.e, Colombo 7, Roppo 4, Sita 3, Galati 15, Gurioli 3, Velardo 13, Vercesi 6, Andrea Cappellari 14, De Francesco n.e, Daverio