PROMOZIONE CdO: MONUMENTALI!

E sono 10 su 10 con il big match della decima giornata che metteva di fronte la capolista, a Milano, contro la Canottieri. Nel corso dei primi 30 minuti paghiamo la fisicità dei milanesi e la nostra poca incisività nei due pitturati, cominciando l’ultima frazione sotto di 7. I biancoverdi non ci stanno e mai come prima, cominciano con determinazione a difendere ed attaccare. Complici una serie di falli fatti da una parte e dall’altra,il match prosegue con una serie di liberi interminabile. A pochi minuti dal termine, gli Spartani hanno compiuto la spettacolare impresa di recuperare,arrivando a 22 secondi dal termine a –1 e palla in mano.Ma nell’azione di attacco perdiamo velenosamente la palla e sul contrattacco avversario commettiamo fallo, che ci porta sotto di 3 a 8 secondi dalla fine. Sembra finita e dobbiamo portare a casa la prima sconfitta stagionale. Ma gli dei del basket hanno voluto contrapporsi al destino e passata la metà campo, un passaggio ed un tiro contestato e completamente fuori equilibrio, manda il molten alla tabella,insaccandosi nella retina. Tripudio, che ci manda all’over time. Che inizia nei migliore dei modi, complice il fatto che quel canestro preso ad 1 secondo dalla fine, ha tagliato le gambe e sgretolato le certezze dei neri della Canottieri. L’inerzia del match passa completamente nelle nostre mani e sulle ali dell’entusiasmo, andiamo a vincere un difficile match nel quale gli Spartani si sono rifiutati di perdere.

Complimenti comunque alla Canottieri per la pallacanestro espressa.

Prossimo impegno domenica 17 dicembre alle 18 in casa.

Canottieri 73  -  CdO 81       (16/17 21/18 14/9 17/24 OT 5/13)

Cazzaniga L. 30, Troisi 16, Giargiari 4, De Francesco 7, Prigent, Pennisi , Zucca 5, Magnani 9, Cazzaniga D. 2, Rao 8, Valcarenghi ne

PROMOZIONE CdO: DOMATO PENTAGONO ALL’ULTIMO QUARTO

Prova di forza degli Spartani a Gaggiano contro un Pentagono per niente remissivo nei confronti della capolista. La partita è subito insidiosa con un 4/0 preso nei secondi iniziali; poi i biancoverdi, nel corso del quarto, si sciolgono e cominciano a svolgere il loro compito, ma siamo lenti a muovere la palla,poco precisi e poco reattivi in difesa.Giocando male e con poca decisione, siamo sopra di un possesso. Ciò che è successo nei primi 10 minuti, viene amplificato nella seconda frazione, con troppi errori in fase difensiva, palle perse e scelte sbagliate in attacco. I rossi di Gaggiano ne approfittano e si portano a +5 alla fine del primo tempo e i nostri ragazzi sanno che li aspetta un riposo non troppo tranquillo. La “ lavata “ sveglia le anime spartane che con grande impegno si prodigano a non far scappare gli avversari. Ridiamo tono alla difesa ed anche in attacco comincia a vedersi quella fluidità di gioco che è mancata nel corso dei quarti precedenti. Si recupera e siamo a –2. Ma è nell’ultimo quarto dove vinciamo il match. Il nostro pitturato diventa un bunker e gli avversari girano al largo, trovando tiri fuori ritmo e dove i palloni diventano prede nelle mani dei biancoverdi che scuotono ripetutamente la retina. La nostra pressione a tutto campo, toglie respiro ed energia agli avversari che realizzano i primi due punti ( dei 3 del quarto ) a 90 secondi dal termine. Portiamo a casa i due punti che ci consentono di puntellare la prima posizione, ma allo stesso tempo, bisogna riflettere intensamente sugli errori e sull’attegiamento sbagliato con cui siamo scesi in campo nei primi 20 minuti.

Pentagono 44  -  CdO 58         (13/16 17/9 11/14 3/19)

Cazzaniga L. 9, Troisi 10, Giargiari 2, De Francesco 19, Pennisi 2, Zucca 6, Magnani 1, Cazzaniga D. 3, Rao 6, Valcarenghi

PROMOZIONE CdO … E SONO 8 SU 8

Match di alta classifica per gli Spartani che contro Binasco si regalano una bella vittoria, surclassando tecnicamente e tatticamente, alla lunga, gli ospiti. Partita, quindi, non semplice con le schermaglie che iniziano subito nella prima parte di gioco, dove nessuna delle due compagini sembra prevalere in modo assoluto. Nel secondo quarto i biancoverdi riescono a blindare la propria difesa, lasciando poco o niente agli avversari. Ma attacchiamo con frenesia e con poca lucidità, complice la loro difesa brava a chiudersi, riempiendo il pitturato. Il punteggio con cui si va negli spogliatoi è molto basso e pur essendo sopra di 11, coach Gagliano predica pazienza e decisione. Ma al rientro sul parquet siamo subito in difficoltà, prendendo un parziale di 6/0 che avvicina in modo pericoloso i rossi della Virtus. La reazione degli Spartani non si fa attendere dopo il time out obbligato. Si riprende a macinare gioco e tenere bene in difesa allungando fino a a + 14. Nell’ultima parte, la zona avversaria non ci crea particolari problemi. I nostri esterni hanno la mano calda ed anche lo sviluppo dei giochi per i nostri interni fa muovere la retina ripetutamente, con il Binasco che non ha più la forza di reagire. Quindi una bella prova di maturità dei nostri ragazzi che hanno saputo reagire con orgoglio e decisione nei momenti bui contro una squadra quadrata, compatta e ben organizzata, con alcuni singoli di spessore.

CdO 66  -  Virtus Binasco 44       (17/13 11/4 17/14 21/13)

Cazzaniga L. 14, Troisi 7, Giargiari 2, De Francesco 15, Botta 7, Pennisi 2, Zucca 4, Magnani, Di Fiore, Cazzaniga D. 2, Rao 10, Valcarenghi 3

 

PROMOZIONE CdO: SEMPRE IN STRISCIA

Nel recupero della seconda giornata contro l’Osber, gli Spartani hanno un avvio lento e soporifero, adeguandosi al ritmo degli ospiti. L’approccio poco idoneo dei ragazzi, la svogliatezza ad applicare i giochi e la poca voglia di sacrificarci in difesa, complicano non poco l’andamento del primo quarto, che vede gli avversari chiudere sopra di 5. Brutto anche il secondo quarto nel quale, pur risalendo la china, fatichiamo ad attaccare il ferro. Nello spogliatoio, avanti di 2, coach Gagliano da una bella lavata di testa alla squadra, rea di essere scesa in campo con un atteggiamento sbagliato. La reazione dei biancoverdi non si fa attendere. La squadra aumenta il numero dei giri, mostrando, prima, una buona pressione difensiva che porta a diverse transizione in contropiede e di conseguenza, imponendo il nostro ritmo, i giochi offensivi ne risentono in modo positivo.Si scava cosi un gap di 15 punti che porta a giocare l’ultima frazione in totale tranquillità.

CdO 67 – Osber 46      (14/19 16/9 20/7 17/11)

Cazzaniga L. 4, Troisi 13, Giargiari 14, De Francesco 20, Pennisi, Zucca, Magnani, Di Fiore 10, Cazzaniga D. 2, Rao 4, Valcarenghi

 

Promozione: Ancora imbattuti.

Bella e convincente prova dei ragazzi di Città di Opera contro l’agguerrita compagine milanese della Tumminelli Romana cui concedevamo un vantaggio in chilogrammi e in centimetri abbastanza considerevole. Ma questo non ha spaventato di certo gli operesi che hanno fatto di tutto e di più per colmare il gap fisico.
Nonostante questo, la partenza degli ospiti in casacca blu ci ha messo in grave difficoltà.
Non riuscivamo ad orchestrare azioni degne di questo nome, surclassati dalla difesa ospite  molto fisica e ben messa in campo a cui aggiungevamo una lunga serie di conclusioni sbagliate dalla lunga ma soprattutto da sotto.
Puntuale arrivava il timeout di Coach Gagliano per cercare di svegliare gli Spartani apparsi disorientati. Quantomeno la nostra difesa serrava le fila e così riuscivamo a mantenere un distacco che poteva sicuramente essere più ampio. Il punteggio basso ne è la riprova: 6 a 13. Secondo quarto che fa subito ben sperare perché cominciamo a “vedere“ il canestro e a rosicchiare punti su punti arrivando all’intervallo lungo sotto di soli tre (24 a 27). Ancora bravi ragazzi di casa che nel terzo periodo intensificano gli sforzi continuando a recuperare nel punteggio arrivando ad impattare il risultato (37 a 37).

La frazione finale è stata un festival di emozioni con le due squadre che davano vita ad un’alternanza di punteggio a dimostrazione di un equilibrio che dava l’impressione di poter essere rotto solo da episodi. Infatti gli ultimi due minuti sono stati contrassegnati da molti errori di misura nei passaggi su ambedue i fronti.
Negli ultimi secondi perdevamo una palla sanguinosa che consentiva ai nostri avversari di provare a vincere. Per nostra fortuna la palla che usciva,dopo un contrasto, dal nostro pitturato e finiva nelle mani del loro giocatore migliore per un tiro a fil di sirena, si schiantava sul primo ferro per la gioia di tutto il Palanenni decretando la nostra vittoria per un solo punto (53 52).

Complimenti a tutti protagonisti in campo se non per l’aspetto tecnico, visti  i suddetti errori, per aver dato vita ad un incontro molto intenso e incerto fino all’ultimo.

CDO 53 – TUMMINELLI ROMANA 52

Cazzaniga L. 8, Troisi 8, Giargiari, De Francesco 16, Torresani, Pennisi ne, Zucca 2, Magnani 2, Cazzaniga D. 5, Rao 12, Valcarenghi ne

Promozione: Si continua a vincere…

Continua la striscia positiva dei nostri ragazzi della Promo guidati da Coach Gagliano, che si impongono sugli ospiti di Stoica. La partita, come già successo in altre occasioni, ci vede partire di slancio e ci consente di creare un margine di vantaggio grazie ad una varietà di soluzioni, palle sotto sempre ribadite a canestro, tiri dalla media distanza e penetrazioni efficaci, che ci aiutano a creare lo strappo del primo periodo. (24 a 14) Nella seconda frazione cominciamo a soffrire la zona dei milanesi, quasi forzata vista la scarsa rotazione cui possono attingere e andiamo anche in difficoltà sulle palle servite ai lunghi sotto il nostro canestro. Fortunatamente qualche imprecisione degli ospiti ci consente di strappare un buon numero di rimbalzi che trasformiamo in veloci ripartenze. Al riposo il divario aumenta (46 a 31).

Dopo l’intervallo lungo il match si uniforma su di un piano di sostanziale parità. Questo perché oltre ad un calo offensivo dei nostri spartani dovuto sempre alla difficoltà di attaccare la zona di Stoica, i bianchi ospiti migliorano le loro percentuali Infilando anche diversi tiri dall’arco. I parziali del terzo (12 a 13) e dell’ultimo quarto (18 al 19) confermano la suddetta situazione di equilibrio. Il finale ci lascia comunque un buon vantaggio e ci permette di mantenere la casella delle partite perse ancora a zero.

CDO 76 – STOICA MILANO 63     (24/14 22/17 12/13 18/19)

Troisi 21, Giargiari 9, De Francesco 9, Ferrari, Botta 14, Pennisi, Zucca 3, Magnani 8, Di Fiore 4, Cazzaniga D., Rao 8, Valcarenghi.

 

PROMOZIONE CdO: Preziosa vittoria

E’ durata solo il primo quarto l’intensità e il buon gioco espresso dagli Spartani per tentare di chiudere il match già nel primo tempo. Sul campo del San Benedetto, i ragazzi partono subito a tutto gas, imponendo il loro gioco e lasciando poco agli avversari. La luce si affievolisce nella seconda frazione, dove i nostri non vedono più il ferro, fortunatamente condiviso con gli avversari. Si ritorna negli spogliatoi sopra di appena 16 punti e con il rammarico di non aver chiuso la partita nel corso dei primi venti. Perchè il rientro sul parquet e per i prossimi venti finali, per i biancoverdi, è quasi un incubo, con la luce che si spegne totalmente nell’affrontare la zona dei milanesi. Perdiamo lucidità e la freddezza per insinuarci nelle loro maglie,rifugiandoci in tiri che stasera non entrano. E non bastano neanche i diversi liberi dalla lunetta con cui potremo raggiungere una soglia di tranquillità,poichè ne entrano solo 12 su 25. E con queste premesse, con la poca lucidità e forse con il timore di farci sfuggire il match che avevamo in mano, i milanesi risalgono la china fino al -2, grazie anche ad una nostra difesa un po’ troppo statica. Fortunatamente, riusciamo con qualche buona azione a ribattere ai canestri dei milanesi e portare a casa due punti d’oro, fin troppo sudati.

Ado San Benedetto 43 – CDO 46      (6/20 5/7 17/11 15/8)

Troisi 17, Giargiari 8, De Francesco 4, Ferrari, Pennisi, Zucca 3, Magnani 12, Di Fiore 2, Cazzaniga D., Rao, Valcarenghi

PROMOZIONE: Città di Opera… Terza vittoria consecutiva

Meritata e sudata vittoria per i biancoverdi, capaci di soffrire e bravi a non farsi intimidire dalla maggiore esperienza dei milanesi del Leone XIII.I ragazzi scendono in campo un pò contratti e privi di quel brio che li caratterizza e per tutti i primi 10 minuti non trovano il bandolo del gioco facendosi travolgere dal ritmo imposto dagli avversari. Un primo quarto caratterizzato da un gioco blando, dove entrambe le formazioni trovano raramente la via del canestro, si chiude il quarto sotto di 3. Nel secondo quarto siamo più convinti, con gli Spartani che alternano le difese. La zona prima e poi a uomo, manda in tilt il gioco dei milanesi, in difficoltà anche a difendere contro i nostri precisi e ficcanti attacchi. Diamo una prima spallata al match, con i nostri esterni finalmente in palla. Con due possessi di vantaggio si ritorna sul parquet, dopo che coach Gagliano ha catechizzato i suoi nei dieci minuti di riposo. Ancora buone cose da parte dei nostri ragazzi capaci di creare un gap di 19 punti e dare una seconda spallata all’incontro, che si riduce con l’accenno della zona avversaria. I nostri esterni fanno male dalla linea dei 6,75 con quattro triple ed in difesa e l’ottimo lavoro svolto dai nostri lunghi, non permette ai leoniani, di avvicinarsi troppo al canestro. Peccato per alcuni palloni gestiti con poca lucidità, quando gli avversari mostrano una 3/2 , con la quale recuperano qualche punto.Si chiude il tempo con un buon + 15, ma nell’ultima frazione la loro zona, molto aggressiva sui nostri esterni, ci crea parecchie difficoltà. Manchiamo di calma e lucidità per riuscire a far girare la palla e la fretta ci porta a gestire e perdere diversi palloni che portano gli avversari a soli 6 punti da recuperare. Da qui in poi la partita va su binari molto spigolosi, ma i nostri ragazzi sono molto bravi a non farsi travolgere mentalmente dal momento e continuano a macinare gioco, riuscendo ad incrementare il punteggio, uscendo dal momento buio con una serie di azioni che portano gli Spartani alla lunetta. Una nostra bomba allo scadere, sancisce la nostra vittoria.

CdO 69 – Leone XII 57      (7/10 22/13 23/14 17/20)

Troisi 7, Varesi, Giargiari 8, De Francesco 27, Ferrari ne, Botta 9, Pennisi 2, Zucca 2, Magnani 2, Di Fiore 7, Cazzaniga D. 5, Valcarenghi

PROMOZIONE Città di Opera: ESPUGNATO IL CAMPO DELL’AURORA

Bella prova dei nostri ragazzi sul difficile campo dell’Aurora, squadra che sulla carta, potrebbe piazzarsi nelle parti alte della classifica. Con alcuni titolari fuori per infortunio, i ragazzi sono scesi in campo con il giusto atteggiamento di chi vuole lasciare il campo con la convinzione di avere dato il tutto per tutto. Partono bene i biancoverdi che prendono subito il largo,creando buone spaziature in avanti e mostrando una energica difesa. Rossoblu spaventati dalla partenza lampo dei nostri ragazzi che chiudono con + 6 la prima frazione. Secondo quarto sulla falsa riga del primo, con i milanesi che ora si appoggiano molto sul loro lungo che crea qualche problema nella nostra area. Ma rispondiamo colpo su colpo, con i nostri esterni che capitalizzano i buoni giochi offensivi. Il gap si allunga, al rientro negli spogliatoi, di +11.

La terza frazione è caratterizzata da momenti di poca lucidità nel nostro pitturato, dove commettiamo diversi falli. Gli avversari vanno avanti a forza di liberi e così proviamo la zona per limitare le loro incursioni. I risultati sono incoraggianti, con poche possibilità lasciate agli avversari. Ancora discretamente bene in avanti, dove i nostri creano situazioni pericolose. Si allunga, così, a + 15, ma pesano i falli di cui alcuni dei nostri sono gravati.Non lasciamo la zona nell’ultimo quarto, ma non passano che 2 minuti e mezzo che si alza il segnale rosso dei bonus. Alcune indecisioni ed alcune doppie opportunità lasciate,portano subito gli avversari in lunetta.Centelliniamo i giocatori a rischio con le rotazioni dalla panchina che rispondono energicamente alla pressione a tutto campo dei milanesi, costretti dal gap che sta diventando importante e difficile oramai da recuperare. Si rimane sempre con la testa sul match e portiamo a casa il referto rosa,mostrando carattere e forza anche nei momenti più difficili del match.

Ottima risposta di tutta la panchina, chiamata ad ampie rotazioni, con i nostri 2000/01 autori di un buon match e di grande personalità.

Aurora 61 – Città di Opera 80      (12/18 16/21 14/18 19/23)

Troisi 21, Varesi, Giargiari 5, De Francesco 25, Torresani ne,Ferrari, Botta 7, Pennisi 2, Magnani 9, Di Fiore 3, Cazzaniga D. 8, Valcarenghi

PROMOZIONE Città di Opera: TANTO CARATTERE PER UNA BELLA VITTORIA

Vittoria sudata e meritata per i nostri ragazzi,nella prima di campionato contro la Sanmaurense. Con rotazioni limitate e presentando due ragazzi del 2000 a referto, gli operesi ci hanno creduto fino alla fine,mostrando intelligenza, quando la partita si è messa su binari troppo maschi e sporchi, senza cadere in provocazioni e carattere, quando gli avversari ci hanno ripreso verso la fine del match.

Partita dura e maschia, con i pavesi più prestanti fisicamente, ma i nostri, nel palaNenni ben gremito, partono subito forte e vanno subito in striscia. Il time out avversario porta un pò più di fiducia nei pavesi che ricuciono lo strappo. Nel secondo quarto, sopra di + 3, si segna poco da una parte e dall’altra, con le difese meglio degli attacchi. Sempre + 3 all’intervallo lungo e al rientro sul parquet, i pavesi sono più lucidi ed aggressivi e con buoni giochi per i lunghi, usufruiscono di una serie di tiri liberi. Il risultato è punto a punto durante questi 10 minuti, nel quale paghiamo la nostra poca precisione al ferro. Abbiamo solo un punto di vantaggio e nell’ultima frazione e gli avversari mettono subito la testa avanti.Ma il carattere spartano viene fuori in questi momenti di difficoltà ed i ragazzi di coach Gagliano, dopo un time out, si ricompattano e stringono le maglie nel pitturato. Una serie di buone iniziative sotto la plance avversaria, portano i biancoverdi a creare un buon gap, ma non ancora fuori portata avversaria. I pavesi cominciano a pressare tutto campo e a giocare sporco e duro, innervositi da una nostra buona difesa che placa le velleità avversarie. Tutto ciò si traduce in una serie di liberi che praticamente chiudono il match.

Si porta a casa una bella ed importante vittoria merito di un atteggiamento positivo di tutta la squadra che accrescerà autostima nei ragazzi. C’è ancora tanto da lavorare in palestra, ma lo spirito giusto c‘e’ .

CdO 57 -  Sanmaurense 49 :      (19/16 9/9 15/17 14/7)

Cazzaniga L. 22, Troisi 10, Giargiari 4, De Francesco 6, Torresani 1, Botta 7, Pennini, Magnani 4, Cazzaniga D., Rao 3