PROMOZIONE CDO: Pesante sconfitta con la capolista.

Quinta battuta d’arresto per Città di Opera che rallenta la bella corsa in questo campionato. Avversaria la sportiva Boffalorese capolista indiscussa del girone, che ci affronta come se dovesse recuperare punti e posizioni per i prossimi play-off; partono bene gli Spartani con due bei canestri che fruttano 5 punti prontamente recuperati coi canestri di un ottimo De Franco (assente all’andata) che si erge a protagonista assoluto del primo quarto della gara, coadiuvato da D’Agostino (alla fine della partita 49 i punti complessivi dei due ticinesi). Per diversi minuti teniamo botta ai nostri avversari, ma al termine del quarto siamo quasi raddoppiati nel punteggio, nonostante la buona serata di capitan Zucca nel tiro dalla distanza. Il secondo periodo non si differenzia dal precedente, sempre il n° 55 rosso a condurre la danza realizzando e mandando a canestro i compagni. Difendendo meglio di quanto fatto nel primo atto, i cittadini di Opera contengono il passivo parziale, ma è sempre pesante il distacco (ben 16 punti). Alla ripresa, dopo l’intervallo, arriva la defezione per un lieve malessere del nostro n°44 Matteo Guerrieri che penalizza ancor più la panchina di coach Gagliano, rimasto con 9 giocatori. Prende allora sottobraccio la squadra cap. Zucca, preciso anche nei tiri dalla lunetta, e aiutato da un volenteroso Cazzaniga gli Spartani vincono il quarto con due canestri di differenza. Purtroppo per Opera continua la scarsa vena di Cavagnera, anche questa sera alquanto impreciso e controllato molto bene dai difensori di casa: mancano molto i suoi canestri in contropiede! L’ultimo periodo conferma la volontà si Boffalora di non voler concedere nulla a Città di Opera, e rimarcare il primato del girone. I nostri realizzano dei bei canestri anche da lontano e questa sera sono anche molto più precisi nel realizzare i tiri liberi (12 su 15). Il risultato finale 68 a 52, non ammette discussione: i nostri giocano senza la “GARRA” messa in campo nei precedenti incontri, di certo affrontare il finale della stagione con questo atteggiamento un po’ troppo superficiale, non porterà nulla di positivo.

Sicuramente cercheranno di riguadagnare i due punti persi con la prossima gara casalinga, giovedì 21 marzo ore 21.30 Palestra Largo Nenni a Opera.

Arrivederci e FORZA SPARTANI! Sempre.

Tabellini C.d.O: De Martino 4, Serbolisca 1, Gardiola 2, Giargiari 2, Cazzaniga 9, Prigent 9, Di Fiore 2, Zucca 16, Cavagnera 6, Guerrieri.

 

Promozione CDO: Derby al cardiopalma con vittoria incredibile.

Grande derby, combattuto e incerto fino alla fine dei tempi regolamentari, deciso con uno straordinario tiro dalla distanza di Tommaso Di Fiore proprio sulla sirena dell’extra time. E’ tempo di derby, con Città di Opera già sicura di disputare i play-off e Landriano in cerca dei punti determinanti al raggiungimento degli stessi; forse questi i motivi opposti che imperano per gran parte della partita. I nostri competitori molto carichi e aggressivi, i nostri più rilassati e forse, meno concentrati: primo quarto combattuto ma con pochi canestri e molti errori, imprecisi i nostri ragazzi che soffrono la determinazione avversaria a difendere. Sugli scudi tre giocatori di Landriano, mentre i nostri si mantengono in gara con i tiri liberi. Secondo parziale sulla falsariga del precedente, con una fuga iniziale di Landriano e una lunga serie di canestri sbagliati da parte nostra: verso la fine del tempo finalmente rivediamo la grinta degli Spartani e si recupera così un punteggio che cominciava a pesare negativamente, si va al riposo lungo sul punteggio di 33 a 27 per i padroni di casa. Impressiona l’imprecisione del nostro realizzatore Cavagnera, a referto alla fine del primo tempo solo 3 punti. L’intervallo non porta grandi migliorie tra le nostre fila, continuiamo a difendere benino senza tanti falli ma in avanti si sbaglia in quantità industriale; invece i rappresentanti di Landriano sono ancora più carichi e questa smania di vittoria li porta ad una fallosità eccessiva e che purtroppo noi non sfruttiamo al massimo. E’ una partita accesa e come all’andata, ricca anche di falli tecnici e antisportivi che scaldano oltremodo gli animi dei supporters che riempiono le tribune del PalaPasolini. Il punteggio del terzo parziale premia ancora gli atleti di Vivisport e non sembra che i ragazzi di Opera possano riuscire a contenerli e colmare lo svantaggio. L’ultimo quarto è emozionante e vede la rimonta della nostra squadra che ritrova compattezza, ma migliorando la qualità d’attacco recupera e surclassa nel punteggio i grigi di Landriano: si va ai supplementari sul 68 pari. Pathos ai massimi livelli sia in campo che sulle tribune, l’extra time é una prova per chi ha più nervi e testa libera. Per Vivisport é decisivo il n° 5 Riboni che realizza tre canestri (un libero) mentre per Opera sono decisivi i tiri liberi di Giargiari e le due bombe di Zucca e Di Fiore, atomica la sua proprio sulla sirena!

Finale 73 a 76 per Opera.

Gara al cardiopalma, tiratissima con molti falli e troppa aggressività, anche se la posta in gioco era alta per Landriano, oltre il fattore rivalità tra le due squadre. Bravi i nostri ragazzi che portano a casa un risultato molto pesante per il morale, in una partita non giocata benissimo ma la voglia di non mollare mai è uscita anche oggi.

Prossimo impegno giovedì sera 21 marzo a Boffalora contro i primi in classifica, gara importante per confrontare le forze contro la prima in classifica ma senza il peso dei punti indispensabili.

Arrivederci e sempre FORZA SPARTANI!

Tabellini: De Martino, Serbolisca n.e, Gardiola n.e, Lombardi n.e, Giargiari 15, Cazzaniga 9, Prigent 4, Botta, Di Fiore 10, Zucca 11, Cavagnera 15, Guerrieri 12.

Promozione Città di Opera: Conquistati i PLAY-OFF

Partite mai banali o noiose quando sul parquet si sfidano Opera e Broni : assistiamo sempre a gare intense e incerte fino all’ultimo secondo. I ragazzi in giallo di Opera rendono la vita dura alla squadra ospite e si rifanno della sconfitta subita al PalaVerde nella gara d’andata. I nostri avversari si presentano al PalaNenni in numero ridotto (8 atleti) e saranno limitati nei cambi, ma con il fuoriclasse Zandalasini, mentre gli Spartani lamentano l’assenza dell’ultimo momento del giovane Gardiola oltre a quelle di Di Fiore e Cazzaniga. La gara scorre veloce ed equilibrata nel punteggio, con pochi falli da entrambe le parti e molti errori di mira verso i canestri, il punteggio ne risente anche se sono molteplici i giocatori che realizzano, si chiude il primo quarto sul 12 a 15 per Broni. Anche il secondo periodo veleggia sulla scia del precedente e nessuna delle due compagini riesce a prendere campo e staccare l’avversario: si fanno notare Guerrieri tra i nostri e l’atteso e temuto Zandalasini tra gli ospiti. Il secondo atto termina in parità e Broni mantiene il piccolo vantaggio ( tre punti) acquisito nei primi dieci minuti. Il terzo tempo si apre subito con una bella tripla di Teo “Guerra” che significa parità e da ora in avanti gli Spartani obbligano gli ospiti a inseguire; trainati da capitan Zucca (3 centri) e coaudiovati da Cavagnera e Prigent i gialloblu di Opera prendono un lieve vantaggio con la voglia di conservarlo fino alla fine della partita. Grande merito della nostra difesa é stato quello di limitare il loro campione, che nel terzo periodo si deve accontentare di realizzare soltanto tre punti. L’ultimo atto di questa bella gara é naturalmente più combattuto. I ragazzi di Opera mantengono sia il risultato che il ritmo e la tensione, sbagliano poco in difesa ma un poco troppo in avanti, mancando canestri che darebbero maggior spessore al risultato. Nell’ultimo periodo dobbiamo anche annoverare due uscite per 5 falli di nostri giocatori, e accogliere il nuovo arrivato in squadra “Rud” De Martino che si presenta con 6 bei punti a referto. Vince bene Città di Opera che con 6 giornate di anticipo conquista i play-off per il secondo anno di fila. Ora le ultime sei gare serviranno per migliorare ulteriormente ed entrare in clima play-off.

Una buona settimana di allenamenti in preparazione della gara maggiormente sentita di tutto il campionato: domenica 10 marzo tutti a Landriano per il Derby. Vi aspettiamo !

FORZA SPARTANI !!! Sempre e comunque.

Tabellini: De Martino 6, Serbolisca , Lombardi , Giargiari 2, Prigent 20, Botta 5, Zucca 14, Cavagnera 10, Mariani n.e., Ferrari n.e., Guerrieri 12

 

PROMOZIONE CDO: Vittoria sudata ma meritata ai supplementari

Gara molto combattuta e terminata al primo supplementare, con i nostri ragazzi vittoriosi e decisi a non mollare la seconda posizione in classifica. Pronti via e subito noi avanti con un bel canestro di “Guerra” e un libero di Tommy Di Fiore, pareggiati dal primo dei sei canestri da tre punti che i nostri avversari anche questa sera riescono a mettere a segno. Altalena di azioni e canestri con i giovani Spartani che schizzano veloci e per questo a volte sbagliano la realizzazione, mentre i nostri avversari mostrano un gioco più compassato e precisione nel tiro. Il primo quarto si chiude con i ragazzi di Opera avanti di 4 punti e un bottino di ben cinque tiri liberi a segno su 7 tentativi. Dopo la prima pausa corta, si riprende con quella che sta diventando una sgradevole abitudine, si lascia il gioco in mano ai Magentini che ringraziano, rimontano e si allontanano un po’ troppo: suonano la sveglia Matteo Giargiari con un bel canestro dalla distanza e capitan Zucca che con sei centri (3 liberi) risulta il miglior realizzatore del periodo. Però il secondo atto è per gli ospiti, anche se scarsi nei tiri dalla lunetta ma pericolosi e precisi da fuori area. L’intervallo è passato dai nostri avversari sul parquet, mentre i nostri rappresentanti vanno nello spogliatoio a rapporto con il coach Gagliano per riorganizzare il gioco e soprattutto la fase difensiva. Il terzo atto di questa gara intensa è sempre equilibrato ma i nostri decisamente migliorano in difesa e non subiscono più i tiri da fuori come accaduto nel primo tempo, nel contempo sono troppo imprecisi sotto canestro e per questo non si riesce a creare il break necessario ad indirizzare a nostro favore la gara. La terza sirena ci vede avanti di un solo punto. L’ultimo periodo è ancora più combattuto, senza avvertire la stanchezza e vede sugli scudi due giocatori: il nostro capitano con quattro canestri e il loro n.1 Masocco con ben 6 centri (11 punti). Il punteggio finale premia Magenta, e ci porta alla disputa dei tempi supplementari della stagione, sul punteggio di 61 pari. Spartani decisi in campo a non perdere la partita e nel contempo consolidare il secondo posto in classifica, trascinati da Matteo Giargiari (freddo nei tiri liberi) e Ricky Cavagnera (alquanto impreciso in precedenza) i nostri ragazzi lasciano un solo canestro ai forti avversari mentre realizzano 8 punti che valgono la vittoria.

Finale a Opera, 69 a 63 per i padroni di casa.

Questa sera Matteo Giargiari MVP della gara, preciso nelle realizzazioni e pulito in difesa, senza commettere falli. Il calendario ci è amico e la prossima gara, ancora casalinga, sarà fra dieci giorni contro i pavesi di Broni. Vi aspettiamo numerosi. Forza SPARTANI !

Tabellini: Serbolisca, Gardiola 3, Di Giovanni ne, Lombardi, Giargiari 18, Prigent 1, Di Fiore 5, Zucca 21, Cavagnera 16, Mariani, Guerrieri 5.

 

Promozione CDO: Vittoria sudata, quasi insperata.

Trasferta ostica in quel di Rho, vittoria conquistata con molta sofferenza e al termine del terzo periodo addirittura insperata. Cominciano bene i nostri ragazzi e fino al 7° minuto la gara è altalenante nel punteggio e nelle azioni di attacco e contrattacco; il break lo crea Daniele Cazzaniga con un canestro da tre punti seguito da due belle realizzazioni di Botta e capitan Zucca. La gara sembra incanalata su binari a noi consoni, ma la realtà non è come sembrava. Nel secondo quarto non riusciamo a infilare un pallone nel cesto per quasi sette minuti, sbagliando molto di nostro ma anche sfortunati oltre misura, mentre i nostri avversari ci sommergono con un bombardamento di canestri da tre punti terrificante (5 in dieci minuti): ci salviamo con gli unici tre canestri (due da fuori) nei minuti finali e riusciamo a contenere la rimonta dei padroni di casa. Il riposo lungo ci vede sotto di 5 punti ma con un parziale nel secondo periodo piuttosto pesante, sarà obbligatorio riprendere la concentrazione e ricompattare le fila della difesa e pressare i nostri avversari, che si dimostrano molto precisi con i tiri dalla distanza e anche corretti, infatti gli arbitri fischiano pochi falli e nessun tiro libero è assegnato alle due squadre nei secondi 10’. Il terzo atto non comincia come avremmo voluto, anzi i ragazzi di Rho copiano la prestazione del secondo periodo e continuano a realizzare con facilità a noi sconosciuta; la fatica comincia a farsi avanti ed entrambe le compagini usano il fallo per fermare gli attacchi avversari, nei tiri dalla lunetta siamo più precisi dei nostri contendenti, anche se ne sbagliamo quasi la metà e questo ci mantiene a galla nel punteggio. Gli ultimi due minuti i nostri ragazzi riescono finalmente a mettere in pratica quanto richiesto da coach Gagliano e quasi spinti fisicamente dal vice allenatore Matteo Rossi, difendono accanitamente e senza tanti falli già dalla metà campo, obbligando i Rhodensi a sbagliare moltissimo. Nel quarto periodo succede quello che nessuno di noi avrebbe potuto immaginare, ma solo voluto. I nostri ragazzi inchiodano nella loro metà campo i giocatori di Rho e comincia una epica rimonta con canestri da sotto e tanti liberi realizzati, ma soprattutto facendo segnare un solo canestro agli avversari negli ultimi 10 minuti. A tre minuti dalla sirena avviene il sorpasso e comincia la volata finale che porterà altri due punti d’oro per la classifica e forse, molto di più per il morale dei giocatori. Punteggio finale 53 a 62. Dopo questa trasferta avremo dieci giorni senza gare ufficiali, e questo lasso di tempo servirà per ritrovare la piena forma fisica e mentale e sicuramente a curare il nostro lato debole: la precisione nei tiri liberi!

Prossimo appuntamento giovedì 21 febbraio contro Magenta nel nostro PalaNenni. Forza SPARTANI!

Tabellini: Serbolisca, Gardiola, Lombardi, Giargiari 8, Cazzaniga 6, Botta 5, Di Fiore 6, Zucca 12, Cavagnera 25, Mariani.

 

Promozione CDO: Terza vittoria di fila.

Quarta giornata del girone di ritorno, giochiamo in casa e facciamo valere il fattore campo, ma pensando di aver chiuso la partita ci complichiamo la vita con distrazioni e disattenzioni che ormai dovremmo non commettere più. Cominciano bene i nostri portacolori e con rapidi ribaltamenti si portano sul 10-0 in tre minuti. I volonterosi ragazzi di Cornaredo non si demoralizzato e riescono ad accorciare con una bella tripla e due canestri da sotto. Brillante il nostro avvio di gara quanto moscio il finale del quarto: nessun tiro libero a nostro favore, mentre gli avversari ne sbagliano 4 su 4. Il secondo atto è decisamente più vivace ed entrambe le compagini sbagliano meno passaggi e soprattutto canestri: gara veloce e molto corretta. Dopo l’intervallo gli Spartani riprendono le cattive abitudini, che spesso ci accompagnano, ed entrano in partita molli e disattenti. Ne approfittano i rossi di Cornaredo, che vincono il terzo periodo con un canestro in più. L’inizio del quarto e ultimo atto vede la rappresentativa di Opera avanti di 16 punti e i nostri atleti a gestire un po’ meglio le situazioni di gara, però sotto canestro l’imprecisione è un po’ troppa e i nostri realizzatori non finalizzano tutto quanto il team crea. La dimostrazione è evidente nei tiri liberi, solo 5 punti su 20 a disposizione; mentre gli avversari, disastrosi nei precedenti periodi nell’ultimo ne realizzano ben 10 /10. La gara termina con la vittoria di Città di Opera con un margine di 14 punti e ben 11 giocatori a canestro.

Domenica 10/02 trasferta in quel di Rho e poi dieci giorni senza gare, utili per riprendere la forma migliore per diversi giocatori.

Forza SPARTANI ! Sempre.

El Brellin Città di Opera 68 – Cornaredo 54 (12-7 / 28-15 / 16-18 / 12-14)

Tabellini: Serbolisca 6, Di Giovanni 2, Lombardi 2, Giargiari 9, Cazzaniga, Prigent 8, Botta 3, Di Fiore 7, Zucca 10, Cavagnera 13, Mariani 2, Guerrieri 6.

 

Promozione CDO: Gara combattuta, vittoria voluta.

Trasferta breve, un derby con i ragazzi del Basket Rozzano nella bella palestra di via Garofani. I padroni di casa desiderosi di interrompere la serie di risultati negativi, i nostri vogliosi di confermare le note positive mostrate nell’ultimo impegno casalingo. Inizio gara veloce con Rozzano subito avanti con un canestro e un libero, controbilanciati da due tiri dalla lunetta di Guerrieri e un canestro di Lombardi, al nostro vantaggio i bianchi rispondono con un bel tiro da fuori e in tribuna si teme la ripetizione delle ultime partite con molti canestri da tre subiti. Non sarà così perché entrambi i team non sono qualificati nei tiri da lontano. Il periodo si snoda con continui esigui sorpassi vicendevoli e se noi difendiamo maluccio gli avversari sbagliano di più sotto canestro. Al primo riposo siamo avanti si 4 punti ed entrambe le squadre a segno con 6/7 giocatori. Il secondo atto non regala molti canestri perché i contendenti fanno a gara a chi sbaglia maggiormente e poi negli ultimi due minuti i nostri Spartani, difendono bene e non fanno entrare in area gli avversari: si va al riposo avanti nel punteggio totale di 7 punti. Questa sera l’intervallo non distrae i nostri giocatori, come purtroppo in altre occasioni, ma si ricomincia concentrati ma poco concreti sotto la retina avversaria: solo sei canestri da due punti per noi e sei tiri liberi per gli avversari più un canestro da due. L’ultimo atto mostra ancora molti errori di mira da entrambe le parti e il punteggio non lievita come il numero di attacchi meriterebbe e ad essere maggiormente penalizzati sono i nostri avversari, che non riescono ad avvicinarsi al nostro punteggio. Gli Spartani controllano agevolmente gli attacchi di Rozzano e incrementano di altri cinque punti il punteggio finale, la sirena recita 47 a 63. Partita corretta e ben arbitrata dai due giovani arbitri che non hanno avuto necessità di fischiare molti falli (15 a 15 totali).

Con questa vittoria manteniamo la posizione in classifica in attesa di scontri diretti e diamo appuntamento a giovedì prossimo al PalaNenni alle 21.30, incontrando la squadra di Cornaredo.

Forza Spartani!

Tabellini: Serbolisca 2, Gardiola 2, DI Giovanni, Lombardi 12, Giargiari 9, Cazzaniga 8, Prigent, Di Fiore 5, Zucca n.e, Cavagnera 14, Mariani, Guerrieri 11.

 

Promozione Cdo: Vittoria sudata.

Davvero una faticosa vittoria quella dei nostri ragazzi contro i giocatori di Canegrate, che hanno dimostrato di non meritare l’ultimo posto in classifica, al termine di una gara veloce e complicata da un nostro terzo periodo imbarazzante. Spartani ancora orfani di Daniele Cazzaniga, impegnato in Serie C Gold, che approcciano la gara con il giusto temperamento e per tutto il primo quarto vede le due compagini confrontarsi punto a punto, quasi un ping-pong di canestri, per terminare con Città di Opera avanti di 5 e mostrare un Guerrieri concentrato e preciso. Il secondo periodo corre sulla falsariga del precedente e la nostra squadra supplisce all’imprecisione di Ricky Cavagnera con i canestri di Lombardi e, sempre meglio, di Guerrieri. Canegrate controbatte con coraggio e mantiene la media punti del primo quarto, anche se manca il cecchino n.20 che all’andata fece tanti punti con canestri da fuori; il primo tempo si chiude con Città di Opera avanti di 10 punti e una buona prova collettiva, soprattutto in avanti e meno in difesa. L’intervallo è dannoso per i padroni di casa perché per sette minuti non riescono a mettere un pallone nella retina, subendo così una rimonta con sorpasso non preventivabile al intervallo lungo. Gli ultimi tre minuti del terzo periodo vedono il risveglio dei nostri trainati dai canestri di Prigent e Di Fiore (bomba quasi sulla sirena), e un lieve recupero nel punteggio: 17 a 14 per i nostri contendenti. Coach Gagliano riesce, nel breve intervallo, a scuotere i suoi e nostri ragazzi e il quarto atto è musica diversa e molesta per gli avversari, che si innervosiscono e si caricano di falli, anche disciplinari. Questa non é la sera del nostro realizzatore principe Cavagnera, e allora sono i giovanissimi Gardiola e Mariani a supportare i canestri di capitan Zucca e un concretissimo Guerrieri. La vittoria alla fine é meritata ma veramente sudata per merito dei giocatori di Canegrate che hanno lottato e impegnato i nostri fino all’ultima sirena. Finale 73 a 63.

La prossima gara sarà il derby con Rozzano e sicuramente non dovremo guardare la classifica ma continuare ad impegnarci sempre più e cercare di migliorare dove necessario. Giovedì sera vorremmo tanti supporters al seguito degli Spartani, approfittando della vicina trasferta.

FORZA SPARTANI, sempre!

Tabellini: Serbolisca n.e, Gardiola 4, Di Giovanni n.e, Lombardi 6, Giargiari 4, Michelari, Prigent 7, Di Fiore 7, Zucca 8, Cavagnera 8, Mariani 3, Guerrieri 26.

 

Promozione CDO: Bareggio bestia nera

Nuova sconfitta interna dei nostri ragazzi e Bareggio che si dimostra squadra ostica nei nostri confronti, punendoci oltre i nostri demeriti grazie soprattutto ad una mostruosa precisione nei tiri da fuori area. Anche nei tiri dalla lunetta i nostri competitori si dimostrano più precisi (16/21) mentre i nostri rappresentanti sfruttano meno bene le numerose occasioni (18/30).La gara è da subito molto fisica e combattuta punto a punto e il break nel primo periodo è proprio nei tiri da tre punti che i ragazzi di Bareggio mettono a canestro con disarmante facilità, ben 4 nei dieci minuti iniziali. Il secondo atto del primo tempo non delude i numerosi spettatori sugli spalti, e gli Spartani reagiscono bene realizzando cinque canestri dentro l’area e con 7 su 9 nei tiri liberi; purtroppo i Bareggini continuano a infilare bombe da tre punti, decisive anche in questo periodo. L’intervallo manda le squadre al riposo con Città di Opera sotto di 6, scarto rimediato nel primo quarto.

Il secondo tempo prosegue sulla traccia indicata nei primi venti minuti, gara fisica degli avversari e più veloce dei nostri, qualità che però penalizza la precisione, e finalmente vede premiati i tentativi degli Spartani che realizzano il primo canestro dalla distanza con Giargiari ma peggiora la media nei tiri liberi, mentre i giocatori in maglia rossa non riescono più a centrare il canestro da lontano: terzo periodo che Città di Opera si aggiudica per un punto. L’ultimo atto di questa avvincente gara conferma la buona vena dei nostri tre realizzatori, capitan Zucca, Cavagnera e un concreto Guerrieri e vede il primo canestro da tre punti di Botta in questo torneo, ma non è sufficiente per avvicinare nel punteggio gli avversari ed evitare la sconfitta con il punteggio di 66 a 75 in favore degli ospiti. Così S.Martino Bareggio si conferma la nostra bestia nera con due vittorie nei due incontri di campionato. Non dobbiamo scoraggiarci, perché abbiamo disputato una buona partita e siamo sicuri di poter competere per tutto il resto del torneo impegnando sempre i nostri futuri avversari.

Arrivederci a domenica 27 gennaio, ancora a Opera nel nostro PalaNenni.

Forza spartani, sempre!

Tabellino: SERBOLISCA n.e, LOMBARDI 4, GIARGIARI 5, PRIGENT 7, BOTTA 5,

CHITTI n.e, DI FIORE, ZUCCA 11, CAVAGNERA 18, MARIANI, FERRARI n.e,

GUERRIERI 16.

 

Promozione Città di Opera: Si chiude l’andata con una vittoria.

Per la tredicesima di campionato di scena al PalaNenni i padroni di casa Città di Opera contro la formazione di Marcallo, squadra con grande esperienza. Inizio di gara sostanzialmente equilibrato dove le due formazioni cercano di studiare le proprie tattiche al 4′ del 1 periodo 6-5 per i giallo-blu. Marcallo piazza il primo parziale considerevole al 7′, imponendo la propria esperienza sotto i tabelloni e mantenendo il vantaggio acquisito fino alla sirena del primo quarto (13- 20). Alla ripartenza del secondo quarto gli Spartani di coach Gagliano cercano di riportarsi sotto, grazie alle penetrazioni del funambolico Cavagnera, di alcune bombe degli esterni e alla grintosa difesa. I padroni di casa al 7′ della ripresa piazzano il contro-break che le consente di riprendere la testa della gara (29-24) e arrivare all’intervallo lungo in vantaggio 34- 26 , grazie anche ad una discreta precisione ai tiri liberi ( 8/10 ).

Al rientro dagli spogliatoi, si riparte con cambi di fronte repentini dove però a comandare è il sostanziale equilibrio, la compagine di Marcallo riesce ad accorciare le distanze al 5′ piazzando un parziale di 5-0 ( 41-36 ) ma i gallo-blu non ci stanno , recuperano il break subito e chiudono in vantaggio per 48-39. L’ultimo periodo di gara vede gli ospiti alzare la pressione difensiva per recuperare lo svantaggio accumulato, Marcallo riesce a recuperare 7 punti al 7′ e riportarsi sul 51-46. Giargiari e company con difesa attenta, colpiscono in contropiede e si riportano ad una distanza di sicurezza (56-46 al 6′) che consentirà ai giallo-blu di poter gestire la partita fino al termine e concludere il match con il punteggio di 65 – 55.

Tabellini : Serbolisca, Gardiola, Lombardi 4, Giargiari 12, Cazzaniga 15, Prigent 3, Botta, DI Fiore 4, Zucca 3, Cavagnera 16, Mariani n.e, Guerrieri 8.