Promozione CDO: Peccato, ma GRAZIE RAGAZZI !!!

Purtroppo finisce con il terzo incontro l’avventura dei nostri Spartani in questi play-off 2019 ! Congratulazioni ai vincitori e complimenti ai nostri portacolori, che si sono ben comportati in tutte e tre le gare di questo spareggio. Perdere contro una squadra solida ed esperta come Binzago con uno scarto totale di soli 5 punti é molto positivo per la crescita dei giocatori Operesi. Anche in quest’ultima gara hanno dimostrato che quando giocano senza snaturare le proprie qualità, Città di Opera mette in difficoltà qualsiasi avversario: i punteggi parziali dimostrano che la squadra é sempre stata in partita, soprattutto dopo un inizio negativo. E’ mancata un poco di tranquillità nelle esecuzioni sia dentro che fuori area, e questi errori hanno fatto la differenza: per noi tanti tentativi e pochi punti, per loro l’inverso.

Grazie ancora RAGAZZI, ci avete appassionato per tutto il campionato e superando anche problemi propri o dei compagni, avete disputato una ottima annata. Adesso una settimana di relax e poi si riprenderanno gli ultimi allenamenti per andare in piena forma in vacanza.

ArrivederVi alla prossima stagione !

EL BRELLIN Città di Opera 60 -  POB Binzago 65    (13-15//11-14//13-17//23-19)

Tabellini Città di Opera : De Martino, Serbolisca, Gardiola, Lombardi 3, Giargiari 8, Cazzaniga 4, Prigent 4, Botta 2, Di Fiore 9, Cavagnera 13, Mariani, Guerrieri 17.

 

 

Promozione play-off: Male la seconda, ma…

Si deciderà tutto domenica 5 maggio al PalaDante di Opera. Come nella prima gara, anche oggi abbiamo assistito ad una partita intensa e combattuta lealmente da due compagini che volevano vincere. Avvio al fulmicotone di Città di Opera, che in duecento secondi si porta sull’ 11-0, ma altrettanto velocemente si fa raggiungere dai biancorossi di Binzago. In questo primo quarto, ritroviamo i canestri di un concreto Cavagnera e “Guerra” festeggia il compleanno con la prima tripla (purtroppo sarà l’unica). Dalla sponda avversa risponde alla grande capitan Motta e tiene in partita la sua squadra. Il primo periodo scorre veloce e si chiude con i gialloblù avanti di tre punti. I nostri ragazzi tengono bene il campo anche a fronte di un situazione ambientale molto calorosa verso la squadra di casa: il tifo biancorosso è molto rumoroso e incitante, ma anche la nostra curva si fa sentire, sono numerosi i supporters arrivati a Cesano Maderno. Il secondo periodo purtroppo è favorevole ai nostri avversari che cominciano ad infilare triple, e con giocatori diversi, rendendo più difficile la marcatura preventiva. Pur subendo i canestri dalla distanza, i ragazzi di Opera riescono a reagire e a contenere il distacco in un solo canestro, e la percentuale di tiri liberi realizzati nel primo tempo è positiva. La sirena dell’intervallo chiude la contesa con Città di Opera ancora avanti di un punto. Purtroppo come già accaduto in altre occasioni, il terzo quarto non è favorevole ai giocatori ospiti che commettono diversi errori sia nelle realizzazioni che nella gestione del pallone: si subiscono così dei dolorosi canestri in contropiede, alla fine del periodo, che vanificano la rimonta. Infatti i nostri avversari hanno puntato molto sul tiro dalla distanza, visto che in area e nei liberi sono stati meno precisi che nella gara precedente. Il quarto atto di questa bella gara è molto combattuto : le due squadre vogliono vincere entrambe, una per giocare la bella, l’altra per chiudere la serie e proseguire nei playoff. Per Opera la meta sembra raggiungibile a novanta secondi dalla fine, purtroppo tre errori consecutivi sotto canestro in solitudine e un errato controllo in palleggio, permettono a Binzago di mantenere i cinque punti di vantaggio che ci portano alla terza gara. Nella giornata in cui Città di Opera ritrova i canestri di Ricky Cavagnera, perde quelli di Guerrieri, efficace in difesa ma impreciso in attacco. Complessivamente la squadra ha retto il confronto con gli avversari, però sarà necessaria maggior concretezza sotto canestro e più attenzione nella gestione della partita, non perdere palloni ingenuamente.

Non è ancora finita, tutto in gioco: VI ASPETTIAMO per sostenere i nostri ragazzi domenica 5 maggio ore 21.00 al PalaDante di Opera.

Vi saremo più vicini con il nostro incitamento: FORZA SPARTANI !!!

 POB Binzago 68. vs El Brellin Città di Opera 63  (18-21//17-15//19-12//14-15)

Tabellini: De Martino 2, Serbolisca n.e, Lombardi 2, Giargiari 9, Cazzaniga 13, Prigent 6, Di Fiore 1, Cavagnera 24, Mariani n.e, Guerrieri 6.

 

 

 

Play-Off Promozione: Buona la prima

Domenica sera 28 aprile, cominciano gli attesissimi play-off e gli Spartani ci sono ! Bella e intensa gara contro i biancorossi di Binzago, che si presentano al PalaDante con un numeroso e caloroso pubblico: una folta rappresentanza della curva scesa a Opera con bandieroni, trombe e megafoni e un incitamento continuo e soprattutto correttissimo sia verso i giocatori e gli arbitri che nei confronti della nostra “torcida””. Mai un coro fuori posto: bravissimi ! Risponde alla grande la curva giallo-blu con i proverbiali tamburi e tanto calore. Osservando i quintetti in campo per l’abbrivio della partita, si intuisce che sarà una gara tirata e combattuta, com’é giusto per un turno di play-off: i nostri avversari hanno giocatori meno giovani dei nostri rappresentanti ma fisicamente più dotati, dovremo giocare al meglio e cercare di sbagliare il meno possibile. Il primo periodo sviluppa con un gioco veloce e gli Spartani sorprendono spesso i brianzoli con anticipi repentini e contropiedi rapidi; purtroppo la precisione nel tiro non é all’altezza delle azioni e il punteggio non lievita come sperato. Pecchiamo come d’abitudine nei rimbalzi, offensivi e difensivi, e sotto canestro paghiamo la fisicità dei difensori avversi. Tanti i nostri tiri dalla distanza, tutti infranti dal ferro nemico ma proprio sulla sirena entra il primo canestro da tre punti per merito di Daniele Cazzaniga. Curiosamente i canestri che chiudono i primi dieci minuti sono da tre, per entrambe le compagini. Il secondo quarto é molto veloce e vede la rimonta con sorpasso dei giocatori in maglia biancorossa, superiori sotto canestro e sempre in anticipo nei rimbalzi. Si batte con il solito ardore ma attento a non esagerare i contatti il nuovo capitane degli Spartani, Matteo Giargiari, onorando così la fascia passatagli da Charly Zucca. Ti aspettiamo, Capitano! Il primo tempo finisce con due nostre bombe da lontano e nuovamente l’ultimo canestro sulla sirena grazie al gran tiro di Tommy Di Fiore. L’intervallo è necessario per entrambi i teams perché il ritmo é stato alto per tutti i venti minuti e si spera che non pesi troppo nel proseguo della gara. Si riprende con grande verve e le squadre offrono uno spettacolo avvincente, nessuna delle due dimostra un netto predominio e la possibilità di creare quello strappo necessario a distanziare l’avversario. Si battono bene i giovani di Città di Opera, e mettono pressione al reparto difensivo di Binzago; il terzo periodo é quello più ricco di punti (19-19) e noi finalmente ritroviamo la precisione di “Guerra” nei tiri anche da fuori. Siamo ancora e sempre in partita. Ultimo atto incredibile, perché i nostri competitori pagano la velocità del nostro gioco e dimostrano di aver esaurito le forze spese nel rincorrere i nostri veloci contropiede. I nostri ragazzi mantengono il trend di realizzazioni e riescono a controllare e annullare gli avanti avversari lasciando loro soltanto 9 punti a referto. La sirena finale vede Città di Opera rimontare e chiudere con ben sette lunghezze di vantaggio la squadra di Binzago e questo é certamente un ottimo viatico per la gara di ritorno, fissata per mercoledì 1° maggio.

Tutti a Cesano Maderno per sostenere e sospingere i nostri ragazzi ! Sempre Forza Spartani!

El Brellin Città di Opera 69     POB Binzago 62       (17-12//14-22//19-19//19-9)

De Martino 2,Serbolisca n.e., Gardiola, Lombardi 6, Giargiari 6, Cazzaniga 14, Prigent 7, Botta 2, Di Fiore 5, Cavagnera 9, Mariani 2, Guerrieri 16.

 

Promozione CDO: Secondo posto blindato.

Partita ben giocata da due squadre vogliose di ben figurare nell’ultima gara di regular season, padroni di casa fuori dai play off e noi senza assillo di punti per l’ottima classifica. Pronti via e subito si mettono in mostra i tiratori dalla distanza con un canestro per uno, fino alla metà del quarto punteggio in altalena poi lieve distacco da parte degli Spartani che chiudono il periodo avanti di sei punti. Sono ben sei le segnature dalla distanza, tre per parte, Bertelà e Guerrieri due centri a testa guidano la graduatoria, benissimo coadiuvati da tutti i compagni in campo. Il secondo quarto conferma la buona vena dei ragazzi di Opera che continuano a condurre le danze e pur sbagliando molti tiri liberi, realizzano ancora una ventina di punti con altri tre centri da fuori. Purtroppo dobbiamo registrare un dolorosissimo infortunio al nostro capitano “Charly” Zucca, che lo obbliga ad abbandonare il campo e la gara. Come spesso capita ai nostri Gialloblu, l’intervallo lungo appanna la grinta e così permettiamo ai Players di recuperare quattro punti dallo svantaggio, vincendo il terzo quarto. Continua la gara nella gara per chi realizza più canestri da tre punti (alla fine vinta dal nostro Matteo “Guerra” Guerrieri con 6 centri). Ultimo quarto nervoso, più per stanchezza che per agonismo, con un fallo tecnico ex-equo per calmare gli animi. Rientra in panca per sostenere i suoi ragazzi il capitano, ancora dolorante e con loro festeggiare la vittoria che blinda il secondo posto in classifica nel girone. Miglior realizzatore della partita é Matteo Guerrieri ben supportato da Giargiari e Cavagnera. Alla fine dei conti una discreta gara dei nostri rappresentanti che però dovranno ritrovare un poco di cattiveria in area avversaria e sbagliare meno a canestro. Ora due settimane dedicate agli allenamenti in preparazione dei play-off che ci vedranno sul campo del PalaDante domenica 28 aprile alle 20.30 contro i brianzoli della Pro Binzago.

Arrivederci e vi aspettiamo numerosi. FORZA SPARTANI !!! Sempre.

Tabellini Città di Opera : De Martino 3, Serbolisca 4, Lombardi 11, Giargiari 12, Cazzaniga 4, Prigent 4, Di Fiore 2. Zucca 3, Cavagnera 10, Ferrari 2, Guerrieri 25.

 

Promozione CDO: Battuta d’arresto ininfluente

Sconfitta indolore, ai fini della classifica, quella patita venerdì sera in quel di Binasco contro la Virtus; gara che ha evidenziato l’incapacità nel contrastare la difesa a zona attuata per tutto il tempo dai Virtussini. Il punteggio finale è condizionato dall’alta percentuale di realizzazioni, da entrambe le squadre, di canestri da tre punti (12 loro, 10 noi) e pochi tiri liberi. Sugli scudi come nostro miglior realizzatore sale Matteo Guerrieri che dopo due giornate d’assenza realizza ben 5 canestri da tre punti generando con il n° 10 avversario una gara nella gara a chi realizza più bombe, persa per 6 a 5 centri. L’andamento dell’incontro è sempre nelle mani dei giocatori di casa che però non riescono a distanziare i nostri che contengono il disavanzo di punti in termini accettabili. La Virtus Binasco, memore della larga sconfitta subita all’andata, bisognosa più di noi di punti per la sicurezza di giocarsi i play-off, imposta fin dall’inizio dell’incontro una buona difesa a zona che, supportata dalla buona vena dei suoi attaccanti, non permette agli Spartani di Opera di entrare in area e realizzare. Un grosso aiuto arriva anche dall’imprecisione dei nostri giocatori che riescono a sbagliare canestri che dalla tribuna sembrano di facile realizzazione, mentre tiri più difficili trovano il cesto accogliente. La partita é sempre vibrante e insieme corretta, pochi gli interventi dei due bravi arbitri che fischiano l’indispensabile e il risultato non è mai decisamente a favore di una sola compagine. Se Guerrieri risulta il miglior realizzatore, una menzione la merita anche Alexandre Prigent che realizza tre canestri dalla distanza e che nelle ultime gara dimostra notevoli miglioramenti tecnici ma soprattutto morali, trainando i compagni con l’esempio. Il finale vede Binasco vincere meritatamente con il punteggio di 66 a 61. Alla fine vince la sfida la Virtus Binasco e per Città di Opera è una sconfitta ininfluente ma che mette a fuoco la nostra difficoltà nell’aggredire le difese a zona. Ormai mancano due gara al termine della “Regular Season” e poi saranno play-off; prepariamoli al meglio per difendere con orgoglio i nostri colori.

Forza SPARTANI! sempre. Prossimo incontro: mercoledì 3 aprile a Parabiago.

Tabellini C.d.O.: De Martino, Serboliscia, Gardiola 2, Lombardi, Giargiari 7, Cazzaniga, Prigent 11, Di Fiore 2, Zucca 10, Cavagnera 12, Guerrieri 17

Promozione CDO: Pronta riscossa degli Spartani

Arriva la Primavera e arriva la riscossa degli Spartani alla sconfitta con Boffalora; la vittima designata dal calendario e dalla classifica non é poi cosi arrendevole e assistiamo ad una gara piacevole e lealmente combattuta. Sicuramente la posizione in classifica fa torto alla Junior Vigevano, che mette in campo buona volontà e tre ottimi giocatori, Sala Fant e Ratti, che da soli realizzano l’82% del punteggio. I nostri giocatori sfruttano al meglio il fattore campo e conducono la gara senza problemi, anzi si permettono il lusso di sbagliare diversi canestri non di difficile realizzazione. I primi due quarti di partita sono veloci e con poche interruzioni da parte degli arbitri (bravi entrambi), tant’é che solo nel secondo periodo si arriva al bonus falli per i nostri avversari: brillano nelle file di Opera capitan Zucca e Prigent, ben supportati da un tenace Giargiari. Nelle fila avverse si mettono in luce i tre giocatori già citati, si va al riposo sul punteggio di 33 a 23. Dopo l’intervallo i nostri inseriscono un marcia più alta e andando a canestro con tutti i giocatori, incrementano cospicuamente il vantaggio (+20 al 3/4). Il quarto periodo é il più prolifico per entrambi i team con canestri dalla distanza a ripetizione da una parte all’altra e curiosamente vede sugli scudi i due numeri 11 (Prigent e Fant) come migliori realizzatori. Il quarto si chiude con il lieve vantaggio dei ragazzi di Vigevano (3 punti), con i nostri presenti ma più rilassati per il vantaggio acquisito, finale 79 a 62 per i padroni di casa. In fin dei conti una buona vittoria che ci riconsegna il secondo posto solitario nelle classifica del girone. In attesa dei sorteggi per i play-off, ci prepariamo per l’ultimo trittico di partite, cominciando con la vicina trasferta a Binasco, in cartellone venerdì 29 marzo.

Vi aspettiamo al PalaFesta: Forza SPARTANI ! Sempre.

Tabellini: De Martino 4, Serbolisca 2, Gardiola 2, Lombardi 5, Giargiari 11, Cazzaniga 6, Prigent 19, Di Fiore 4, Zucca 16, Cavagnera 9, Mariani.

PROMOZIONE CDO: Pesante sconfitta con la capolista.

Quinta battuta d’arresto per Città di Opera che rallenta la bella corsa in questo campionato. Avversaria la sportiva Boffalorese capolista indiscussa del girone, che ci affronta come se dovesse recuperare punti e posizioni per i prossimi play-off; partono bene gli Spartani con due bei canestri che fruttano 5 punti prontamente recuperati coi canestri di un ottimo De Franco (assente all’andata) che si erge a protagonista assoluto del primo quarto della gara, coadiuvato da D’Agostino (alla fine della partita 49 i punti complessivi dei due ticinesi). Per diversi minuti teniamo botta ai nostri avversari, ma al termine del quarto siamo quasi raddoppiati nel punteggio, nonostante la buona serata di capitan Zucca nel tiro dalla distanza. Il secondo periodo non si differenzia dal precedente, sempre il n° 55 rosso a condurre la danza realizzando e mandando a canestro i compagni. Difendendo meglio di quanto fatto nel primo atto, i cittadini di Opera contengono il passivo parziale, ma è sempre pesante il distacco (ben 16 punti). Alla ripresa, dopo l’intervallo, arriva la defezione per un lieve malessere del nostro n°44 Matteo Guerrieri che penalizza ancor più la panchina di coach Gagliano, rimasto con 9 giocatori. Prende allora sottobraccio la squadra cap. Zucca, preciso anche nei tiri dalla lunetta, e aiutato da un volenteroso Cazzaniga gli Spartani vincono il quarto con due canestri di differenza. Purtroppo per Opera continua la scarsa vena di Cavagnera, anche questa sera alquanto impreciso e controllato molto bene dai difensori di casa: mancano molto i suoi canestri in contropiede! L’ultimo periodo conferma la volontà si Boffalora di non voler concedere nulla a Città di Opera, e rimarcare il primato del girone. I nostri realizzano dei bei canestri anche da lontano e questa sera sono anche molto più precisi nel realizzare i tiri liberi (12 su 15). Il risultato finale 68 a 52, non ammette discussione: i nostri giocano senza la “GARRA” messa in campo nei precedenti incontri, di certo affrontare il finale della stagione con questo atteggiamento un po’ troppo superficiale, non porterà nulla di positivo.

Sicuramente cercheranno di riguadagnare i due punti persi con la prossima gara casalinga, giovedì 21 marzo ore 21.30 Palestra Largo Nenni a Opera.

Arrivederci e FORZA SPARTANI! Sempre.

Tabellini C.d.O: De Martino 4, Serbolisca 1, Gardiola 2, Giargiari 2, Cazzaniga 9, Prigent 9, Di Fiore 2, Zucca 16, Cavagnera 6, Guerrieri.

 

Promozione CDO: Derby al cardiopalma con vittoria incredibile.

Grande derby, combattuto e incerto fino alla fine dei tempi regolamentari, deciso con uno straordinario tiro dalla distanza di Tommaso Di Fiore proprio sulla sirena dell’extra time. E’ tempo di derby, con Città di Opera già sicura di disputare i play-off e Landriano in cerca dei punti determinanti al raggiungimento degli stessi; forse questi i motivi opposti che imperano per gran parte della partita. I nostri competitori molto carichi e aggressivi, i nostri più rilassati e forse, meno concentrati: primo quarto combattuto ma con pochi canestri e molti errori, imprecisi i nostri ragazzi che soffrono la determinazione avversaria a difendere. Sugli scudi tre giocatori di Landriano, mentre i nostri si mantengono in gara con i tiri liberi. Secondo parziale sulla falsariga del precedente, con una fuga iniziale di Landriano e una lunga serie di canestri sbagliati da parte nostra: verso la fine del tempo finalmente rivediamo la grinta degli Spartani e si recupera così un punteggio che cominciava a pesare negativamente, si va al riposo lungo sul punteggio di 33 a 27 per i padroni di casa. Impressiona l’imprecisione del nostro realizzatore Cavagnera, a referto alla fine del primo tempo solo 3 punti. L’intervallo non porta grandi migliorie tra le nostre fila, continuiamo a difendere benino senza tanti falli ma in avanti si sbaglia in quantità industriale; invece i rappresentanti di Landriano sono ancora più carichi e questa smania di vittoria li porta ad una fallosità eccessiva e che purtroppo noi non sfruttiamo al massimo. E’ una partita accesa e come all’andata, ricca anche di falli tecnici e antisportivi che scaldano oltremodo gli animi dei supporters che riempiono le tribune del PalaPasolini. Il punteggio del terzo parziale premia ancora gli atleti di Vivisport e non sembra che i ragazzi di Opera possano riuscire a contenerli e colmare lo svantaggio. L’ultimo quarto è emozionante e vede la rimonta della nostra squadra che ritrova compattezza, ma migliorando la qualità d’attacco recupera e surclassa nel punteggio i grigi di Landriano: si va ai supplementari sul 68 pari. Pathos ai massimi livelli sia in campo che sulle tribune, l’extra time é una prova per chi ha più nervi e testa libera. Per Vivisport é decisivo il n° 5 Riboni che realizza tre canestri (un libero) mentre per Opera sono decisivi i tiri liberi di Giargiari e le due bombe di Zucca e Di Fiore, atomica la sua proprio sulla sirena!

Finale 73 a 76 per Opera.

Gara al cardiopalma, tiratissima con molti falli e troppa aggressività, anche se la posta in gioco era alta per Landriano, oltre il fattore rivalità tra le due squadre. Bravi i nostri ragazzi che portano a casa un risultato molto pesante per il morale, in una partita non giocata benissimo ma la voglia di non mollare mai è uscita anche oggi.

Prossimo impegno giovedì sera 21 marzo a Boffalora contro i primi in classifica, gara importante per confrontare le forze contro la prima in classifica ma senza il peso dei punti indispensabili.

Arrivederci e sempre FORZA SPARTANI!

Tabellini: De Martino, Serbolisca n.e, Gardiola n.e, Lombardi n.e, Giargiari 15, Cazzaniga 9, Prigent 4, Botta, Di Fiore 10, Zucca 11, Cavagnera 15, Guerrieri 12.

Promozione Città di Opera: Conquistati i PLAY-OFF

Partite mai banali o noiose quando sul parquet si sfidano Opera e Broni : assistiamo sempre a gare intense e incerte fino all’ultimo secondo. I ragazzi in giallo di Opera rendono la vita dura alla squadra ospite e si rifanno della sconfitta subita al PalaVerde nella gara d’andata. I nostri avversari si presentano al PalaNenni in numero ridotto (8 atleti) e saranno limitati nei cambi, ma con il fuoriclasse Zandalasini, mentre gli Spartani lamentano l’assenza dell’ultimo momento del giovane Gardiola oltre a quelle di Di Fiore e Cazzaniga. La gara scorre veloce ed equilibrata nel punteggio, con pochi falli da entrambe le parti e molti errori di mira verso i canestri, il punteggio ne risente anche se sono molteplici i giocatori che realizzano, si chiude il primo quarto sul 12 a 15 per Broni. Anche il secondo periodo veleggia sulla scia del precedente e nessuna delle due compagini riesce a prendere campo e staccare l’avversario: si fanno notare Guerrieri tra i nostri e l’atteso e temuto Zandalasini tra gli ospiti. Il secondo atto termina in parità e Broni mantiene il piccolo vantaggio ( tre punti) acquisito nei primi dieci minuti. Il terzo tempo si apre subito con una bella tripla di Teo “Guerra” che significa parità e da ora in avanti gli Spartani obbligano gli ospiti a inseguire; trainati da capitan Zucca (3 centri) e coaudiovati da Cavagnera e Prigent i gialloblu di Opera prendono un lieve vantaggio con la voglia di conservarlo fino alla fine della partita. Grande merito della nostra difesa é stato quello di limitare il loro campione, che nel terzo periodo si deve accontentare di realizzare soltanto tre punti. L’ultimo atto di questa bella gara é naturalmente più combattuto. I ragazzi di Opera mantengono sia il risultato che il ritmo e la tensione, sbagliano poco in difesa ma un poco troppo in avanti, mancando canestri che darebbero maggior spessore al risultato. Nell’ultimo periodo dobbiamo anche annoverare due uscite per 5 falli di nostri giocatori, e accogliere il nuovo arrivato in squadra “Rud” De Martino che si presenta con 6 bei punti a referto. Vince bene Città di Opera che con 6 giornate di anticipo conquista i play-off per il secondo anno di fila. Ora le ultime sei gare serviranno per migliorare ulteriormente ed entrare in clima play-off.

Una buona settimana di allenamenti in preparazione della gara maggiormente sentita di tutto il campionato: domenica 10 marzo tutti a Landriano per il Derby. Vi aspettiamo !

FORZA SPARTANI !!! Sempre e comunque.

Tabellini: De Martino 6, Serbolisca , Lombardi , Giargiari 2, Prigent 20, Botta 5, Zucca 14, Cavagnera 10, Mariani n.e., Ferrari n.e., Guerrieri 12

 

PROMOZIONE CDO: Vittoria sudata ma meritata ai supplementari

Gara molto combattuta e terminata al primo supplementare, con i nostri ragazzi vittoriosi e decisi a non mollare la seconda posizione in classifica. Pronti via e subito noi avanti con un bel canestro di “Guerra” e un libero di Tommy Di Fiore, pareggiati dal primo dei sei canestri da tre punti che i nostri avversari anche questa sera riescono a mettere a segno. Altalena di azioni e canestri con i giovani Spartani che schizzano veloci e per questo a volte sbagliano la realizzazione, mentre i nostri avversari mostrano un gioco più compassato e precisione nel tiro. Il primo quarto si chiude con i ragazzi di Opera avanti di 4 punti e un bottino di ben cinque tiri liberi a segno su 7 tentativi. Dopo la prima pausa corta, si riprende con quella che sta diventando una sgradevole abitudine, si lascia il gioco in mano ai Magentini che ringraziano, rimontano e si allontanano un po’ troppo: suonano la sveglia Matteo Giargiari con un bel canestro dalla distanza e capitan Zucca che con sei centri (3 liberi) risulta il miglior realizzatore del periodo. Però il secondo atto è per gli ospiti, anche se scarsi nei tiri dalla lunetta ma pericolosi e precisi da fuori area. L’intervallo è passato dai nostri avversari sul parquet, mentre i nostri rappresentanti vanno nello spogliatoio a rapporto con il coach Gagliano per riorganizzare il gioco e soprattutto la fase difensiva. Il terzo atto di questa gara intensa è sempre equilibrato ma i nostri decisamente migliorano in difesa e non subiscono più i tiri da fuori come accaduto nel primo tempo, nel contempo sono troppo imprecisi sotto canestro e per questo non si riesce a creare il break necessario ad indirizzare a nostro favore la gara. La terza sirena ci vede avanti di un solo punto. L’ultimo periodo è ancora più combattuto, senza avvertire la stanchezza e vede sugli scudi due giocatori: il nostro capitano con quattro canestri e il loro n.1 Masocco con ben 6 centri (11 punti). Il punteggio finale premia Magenta, e ci porta alla disputa dei tempi supplementari della stagione, sul punteggio di 61 pari. Spartani decisi in campo a non perdere la partita e nel contempo consolidare il secondo posto in classifica, trascinati da Matteo Giargiari (freddo nei tiri liberi) e Ricky Cavagnera (alquanto impreciso in precedenza) i nostri ragazzi lasciano un solo canestro ai forti avversari mentre realizzano 8 punti che valgono la vittoria.

Finale a Opera, 69 a 63 per i padroni di casa.

Questa sera Matteo Giargiari MVP della gara, preciso nelle realizzazioni e pulito in difesa, senza commettere falli. Il calendario ci è amico e la prossima gara, ancora casalinga, sarà fra dieci giorni contro i pavesi di Broni. Vi aspettiamo numerosi. Forza SPARTANI !

Tabellini: Serbolisca, Gardiola 3, Di Giovanni ne, Lombardi, Giargiari 18, Prigent 1, Di Fiore 5, Zucca 21, Cavagnera 16, Mariani, Guerrieri 5.